50 botanici in visita per studiare le specie madonite: nuove scoperte e sorprendenti ritrovamenti

By on 23 giugno 2017

A Castelbuono e nelle Madonie sono giunti scienziati da tutto il mondo (europei, americani, cileni, brasiliani, coreani ed anche pollinesi).

Durante la visita sono state incredibilmente scoperte nuove specie autoctone: eccone qualcuna:

Ceci Mariani (in botanica Cicerus Marius ParvaSanctAnna) che hanno effetti curativi per il 42,51 % della popolazione mentre per il restante provacano problemi di stomaco (voti, vomiti e rovesci,anche elettorali).

Malafiurae Truntium: una specie che ha avuto negli ultimi tempi una larga diffusione con effetti collaterali che vengono negati da chi invece ne soffre.

Durante le ricerche effettuate nel territorio castelbuonese è stato ritrovato anche un esemplare di Homo Insapiens Exsindacus che, in evidente stato confusionale, continuava a ripetere “Mario, ma di cosa stiamo parlando ? “Mario, ma di cosa stiamo parlando ? “Mario, ma di cosa stiamo parlando ? ”

Gli scienziati lo hanno subito prelevato per esporlo nel nuovo Museo Minà Palumbo in una sezione creata appositamente e che probabilmente verrà, a breve, arricchita di diversi esemplari.

A proposito di FarLaFranca

Effettua il log in per postare un commento Login

Lascia un commento

Per continuare ad usare il sito, accetta i cookies. Leggi la cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi