Abuso su minore. Indagate per falsa testimonianza le due donne che avevano difeso il castelbuonese poi condannato

By on 3 luglio 2018

Lo scorso Dicembre avevamo riportato la notizia della condanna di un uomo, un commerciante castelbuonese, accusato di violenza sessuale nei confronti di una ragazza minorenne. I fatti risalivano all’estate del 2010, quando la vittima aveva solo 14 anni, ed erano continuati fino a che la ragazza non aveva denunciato tutto ai Carabinieri. Secondo il racconto della ragazza, dal momento che entrambi i genitori lavoravano per il commerciante, lui l’avrebbe ricattata minacciandola di licenziarli per ottenere in cambio prestazioni sessuali. L’anno scorso l’uomo è stato giudicato colpevole e condannato a 10 anni di carcere.

Oggi, un articolo uscito sul GdS a firma del giornalista Giuseppe Spallino riporta che sono attualmente indagate le due donne castelbuonesi, C.M. e A.C., madre e figlia di 62 e 23 anni, che avevano testimoniato in difesa dell’uomo poi condannato. Le donne avevano sì confermato che la ragazza avesse subìto violenze sessuali, ma avevano accusato il padre di esserne l’autore. Una versione che però non ha convinto il Tribunale di Termini Imerese che ha infine condannato il commerciante. Adesso le due donne si trovano sotto indagine – e rischiano di essere processate – per falsa testimonianza.

A proposito di Redazione

La Redazione di Castelbuono.Org, deus ex machina del progetto sin dal 2007, coordinata da Michele Spallino.

Effettua il log in per postare un commento Login

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.