Amministrative, 13 i comuni al voto in provincia di Palermo

[livesicilia.it] PALERMO – Tredici comuni chiamati al voto, per un totale di quasi 90mila cittadini che i prossimi 31 maggio e 1 giugno dovranno rinnovare sindaci e consigli comunali. La tornata 2015 delle amministrative riguarda anche la Provincia di Palermo, anche se qui i centri che andranno alle urne sono tutti medio-piccoli.

Ma non per questo mancano le sorprese. A Caltavuturo, per esempio, l’ex deputato del Pd Domenico Giannopolo si ritrova come unico candidato, il che non è esattamente un bene per lui: il comma 10 dell’articolo 71 del Testo unico degli enti locali prevede infatti che, per essere eletto, Giannopolo dovrà ottenere almeno il 50% delle preferenze su un’affluenza non inferiore al 50%. In caso contrario, elezioni annullate e via al commissariamento. Stesso copione a Lascari con l’uscente Giuseppe Abbate.

Solo Carini voterà col proporzionale, eleggendo 30 consiglieri; 20 Villabate; 15 a testa Caltavuturo, Collesano, Lascari, Polizzi Generosa e Trabia; 12 l’uno i restanti. Vanno a elezioni anticipate Polizzi Generosa (comune sciolto per infiltrazioni mafiose) e Villabate.

CARINI La città che conta oltre 35mila abitanti vede sei sfidanti: il candidato del Pd Giovì Monteleone, quello del M5s Ambrogio Conigliaro, il miccicheiano Eusebio Dalì, l’imprenditore Gianfranco Lo Piccolo, sostenuto anche dal Pdr, Silvana Gambino dell’Idv e Giuseppe Mannino vicino a Ncd. Non si è ripresentato l’uscente Giuseppe Agrusa, di centrodestra. Sono quasi oltre 400 i candidati al consiglio comunale.

VILLABATE Qui sono quattro i candidati, in questo appuntamento elettorale nato dopo le dimissioni del sindaco Francesco Cerrito in seguito alle indagini su un presunto broglio nel sorteggio per la scelta degli scrutatori alle Europee. In pista il salviniano Paolo Corrao, maresciallo e consigliere uscente (ex Grande Sud ed ex Ncd), il giudice in pensione Giuseppe Oliveri di centrosinistra, l’ex vicesindaco Pietro Milazzo (già candidato in passato) che gode dell’appoggio del Pdr e il medico Giuseppa Di Gaetano, sostenuta dall’ex sindaco Gaetano Di Chiara.

TRABIA Il sindaco e il vicesindaco uscente si candidano in tandem: Francesco Bondì sarà il candidato ufficiale e Pino Campagna il “prosindaco”. L’avversario sarà Leonardo Ortolano, sostenuto dal Pd.

CALTAVUTURO Sarà una corsa in solitaria quella di Domenico Giannpolo, con due legislature regionali alle spalle in quota Pds e Ds, più volte sindaco e vicesindaco del centro da 4mila abitanti. Alla fine il consigliere uscente di centrodestra Giovanni Misuraca non si è presentato, lasciando l’esponente di centrosinistra praticamente solo. L’unico avversario resta il quorum: per legge, le elezioni saranno valide solo se il 50% si recherà a votare e se comunque il 50% delle preferenze andrà a Giannopolo. Altrimenti si andrà al commissariamento.

COLLESANO L’uscente Giovanni Meli, forte di una strana alleanza tra centrodestra e pezzi del Pd, dovrà sfidare Nino Guzzio, già candidato la scorsa volta e appoggiato da Rotondi, e Angelo Di Gesaro, espressione ufficiale del centrosinistra e vincitore delle primarie.

POLIZZI GENEROSA Quattro i candidati, che sanciranno così il ritorno alla politica dopo lo scioglimento per mafia del 2013: il vendoliano Gandolfo Albanese, Giuseppe Lo Verde (già primo cittadino negli anni Novanta), Antonio Quattrocchi di Forza Italia e Francesco Marabeti di area centrosinistra.

LASCARI L’uscente Giuseppe Abbate del Pd tenterà la riconferma in solitaria, sfidando il quorum per non incappare nel commissariamento.

POLLINA Il sindaco uscente Magda Culotta, eletta nel frattempo alla Camera con il Pd e vicina ad Antonello Cracolici, dovrà lottare con l’ex sindaco (per due mandati) Giuseppe Sarrica, sostenuto da ambienti di centrodestra ma anche dall’avvocato Stefano Polizzotto, già candidato sindaco di Castelbuono e in passato collaboratore di Rosario Crocetta.

SAN MAURO CASTELVERDE Tre i candidati nel Comune guidato sindaco dal giornalista Mario Azzolini: il vicesindaco uscente Giovanni Nicolosi, Giuseppe Minutilla di area centrodestra, già candidato nel 2010 e sconfitto per appena tre voti, e Chiara Scialabba del Pd.

ALIMINUSA Corsa a tre: l’uscente Ignazio Dolce appoggerà il vice Filippo Dolce, mentre gli altri due candidati saranno Rosolino Dolce e Michele Panzarella.

GODRANO Il vicesindaco Daniele Bellini e l’assessore Epifanio Mastropaolo si contenderanno la poltrona di primo cittadino.

SANTA CRISTINA GELA Massimo Diano tenterà la riconferma, ma dovrà vedersela con Anna Maria Salerno, Francesco Capizzi e Giuseppe Cangelosi.

SCILLATO A correre per la poltrona di primo cittadino Giuseppe Frisa, appoggiato dall’uscente Nino Battaglia, e Giulio Cortina, già consigliere provinciale di Forza Italia e impegnato a Cefalù e Bagheria

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.