Anziana di 90 anni raggirata e violentata a Castelbuono. Il colpevole incastrato da una telecamera nascosta

By on 24 maggio 2018

È stata interrogata ieri la badante rumena dell’anziana 90enne affetta dal morbo di Alzheimer che sarebbe stata raggirata e violentata da D.C., 67enne vigile urbano di Castelbuono. Secondo quanto riportato da un articolo sul gds a firma del giornalista Giuseppe Spallino, la badante si sarebbe improvvisata investigatrice, piazzando una telecamera nascosta nella stanza dell’anziana per incastrare l’uomo, che le aveva esorto denaro dietro minacce di licenziamento sin dall’inizio del rapporto lavorativo. La telecamera avrebbe però portato a galla anche gli abusi sessuali dell’uomo perpetrati ai danni della 90enne. L’uomo sarebbe inoltre responsabile di aver indotto l’anziana signora a vendere un appezzamento di terreno, prelevando successivamente il denaro ricavato dal suo conto.

A condurre l’inchiesta è stato il Maresciallo maggiore dei Carabinieri di Castelbuono Ernesto Nese. Gli avvocati dell’uomo sono Massimiliano Fiasconaro e Bartolo Musciotto. Il difensore di parte civile – e curatore speciale della 90enne – è invece l’avvocato Marianna Venturella. Il processo proseguirà il 20 giugno.

A proposito di Redazione

La Redazione di Castelbuono.Org, deus ex machina del progetto sin dal 2007, coordinata da Michele Spallino.

Effettua il log in per postare un commento Login

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Per continuare ad usare il sito, accetta i cookies. Leggi la cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi