ASD Polisportiva: Castelbuono – Caccamo 1-2

By on 7 marzo 2018

Al termine di una gara iniziata benissimo e conclusa con qualche patema d’animo di troppo, il Caccamo espugna il Failla di Castelbuono, raccoglie la sesta vittoria nelle ultime sette partite, porta a casa tre punti che, in concomitanza con il pari di Paceco tra Dattilo e Canicattì, consolida ulteriormente la propria quarta posizione di classifica ed addirittura riduce il gap rispetto al terzo posto, autorizzando a sperare di poter raggiungere traguardi di assoluto prestigio.
Tarantino, dovendo fare a meno dello squalificato Galbo ed all’ultimo momento del febbricitante Scillufo, decide di affidarsi al 4 – 3 – 1 -2 con Ceesay tra i pali, Ventura Sardina Levantino e Loverso dietro, Arlotta a protezione in mezzo, con Nicosia e Tinnirello intermedi, Giampiero Clemente sulla trequarti ad inventare Calcio, e coppia d’attacco formata da Virga e Marco Clemente, con quest’ultimo che parte sempre defilato da sinistra.
Sorci dal canto suo, ha necessità di fare punti, venendo da un prolungato periodo difficile, con soli due punti in otto gare, e schiera un ermetico 5 – 3 – 2 con Polizzi in porta, Caronia Calvaruso Viscuso Fecarotta e Scardillo in difesa, Di Maggio Cuccia e La Piana a centrocampo, Nomel ed il temuto Saluto davanti.
L’inizio del match è devastante, in positivo per il Caccamo, molto meno per i padroni di casa.
In due minuti dal 6′ all’ 8′ i giallorossi realizzano immediatamente due reti che sembrano porre una solidissima ipoteca sull’epilogo finale, entrambe con Virga che si conferma bomber implacabile, allorquando prima riceve palla all’ingresso in area e fulmina Polizzi con un tiro secco nell’angolo basso alla destra dell’estremo difensore madonita, e due minuti dopo, quando sfrutta un assist delizioso di Giampiero Clemente, controlla il pallone e batte il portiere castelbuonese sul primo palo.
È uno – due che sembra poter mettere al tappeto i granata, ed invece il match sarà interessante fino alla fine, per merito soprattutto dei ragazzi di Sorci che, come nelle precedenti occasioni, si confermano un gruppo che, nonostante evidenti limiti tecnici, mettono sul campo determinazione e gagliardia in grado di supplire almeno in parte ai primi, e di rendere la vita complicata a Sardina e compagni.

Al 16′ punizione dal limite di Giampiero Clemente alta non di molto.
Al 24′ Virga lanciato in profondità si presenta da solo davanti a Polizzi, e tenta di trafiggerlo con una conclusione che viene deviata dal portiere sulla traversa e poi in angolo. Al minuto 33 Polizzi è bravo ancora a deviare un’altra punizione di Giampiero Clemente.
Al 39′ Nicosia è bravo a servire Giampiero Clemente sull’out di destra, il fantasista mette un pallone insidioso al centro, ma purtroppo né Virga né il fratello Marco si fanno trovare all’appuntamento con la deviazione vincente. Nei minuti di recupero della prima frazione di gioco, il Castelbuono confeziona due occasioni con cui cerca di riaprire il match, allorquando prima La Piana calcia dal limite ma Ceesay para con.sicurezza, e poi un tiro di Di Maggio viene respinto sulla linea da un giallorosso, ieri in maglia azzurra, dopo un batti e ribatti ripetuto in area.
La ripresa vede sempre il Caccamo tentare di gestire il doppio vantaggio, ed i padroni di casa che cercano di colpire con azioni in velocità il più quotato avversario.
Al 58′ Ceesay tradito dal vento, è costretto ad un colpo di reni per mettere in angolo un pallone diventato pericoloso a seguito delle forti folate.
Al 62′ Nomel dopo un uno contro uno sulla sinistra, conclude con un diagonale alto sulla traversa.
Al 66′ Giampiero Clemente sfiora la traversa su punizione.
Cinque minuti più tardi Nomel sciupa una ghiotta occasione quando lanciato in contropiede solo davanti a Ceesay, si.allunga troppo la sfera e consente al portiere del Caccamo di catturare il pallone con una provvidenziale uscita.
Al minuto 79 Giampiero Clemente serve il fratello Marco sulla destra, il cui cross deviato da un difensore, trova Perna alla conclusione al volo di poco alta.
Al minuto 86 Calvaruso da dentro l’area di sinistro sfiora la traversa.
È il segnale ulteriore che il Castelbuono non vuole arrendersi, e la conferma arriva al 90′ quando Saluto realizza la rete, bellissima, che rende i minuti finali di recupero al cardiopalma, con una rovesciata al volo.
Dopo quattro minuti il triplice fischio finale del signor Toro di Catania, assegna la vittoria meritata al Caccamo, che conferma il suo ottimo momento, e che se ha una sola colpa, è quella di aver tenuto viva una gara che avrebbe potuto chiudere molto in anticipo.
A questo punto la partita che si giocherà domenica prossima al Nicasio Puccio contro il forte Dattilo, a cinque turni dalla conclusione, potrà dire se, Levantino e compagni potranno giocarsi nelle successive ultime quattro gare, addirittura un prestigiosissimo terzo posto da regalare ad una dirigenza appassionata con in testa il Presidente Enzo Gammino, ed ad una tifoseria meravigliosa, anche ieri presente all’esterno dello Stadio, a causa della decisione di disputare il match a porte chiuse.

Fonte: Giovanni Pollina, Polisportiva Città di Caccamo

A proposito di Redazione

La Redazione di Castelbuono.Org, deus ex machina del progetto sin dal 2007, coordinata da Michele Spallino.

Effettua il log in per postare un commento Login

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Per continuare ad usare il sito, accetta i cookies. Leggi la cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi