Asini tra i rifiuti. La denuncia video di Tumminello e la replica dell’Ass. Delfini

Siamo ad un nuovo caso di mala gestione dei rifiuti” o semplicemente di fronte ad un pretestuoso tentativo di mera contrapposizione politica?

La materia è ancora una volta delicata e le immagini che circolano, un video per l’esattezza, pubblicato dall’ex sindaco Antonio Tumminello, è raccapricciante: asini che pascolano e mangiano immondizia. Di certo, dopo i cosiddetti “caso amianto” e “furbetti del cartellino”, si rischia un nuovo pesante contraccolpo all’immagine del paese.

Ecco qui il video di Antonio Tumminello, pubblicato oggi pomeriggio (16 aprile) sul proprio profilo Facebook, e il duro commento del capogruppo dell’opposizione in Consiglio:

Nessun riferimento alla data della ripresa, al punto da essere portati a credere che l’episodio sia recente o addirittura odierno. Aspetto questo che viene immediatamente approfondito dall’associazione “I Delfini onlus” che, dopo un sopralluogo sull’area, pubblica il commento che segue corredato dalle immagini:

« In merito alle segnalazioni giunte alla nostra segreteria a seguito del video pubblicato dal Dottor Antonio Tumminello dopo aver ricevuto parecchie telefonate da cittadini che indispettiti dalla cosa ci chiedevano di verificare lo stato di salute degli animali, abbiamo effettuato una verifica sul posto, raccogliendo informazioni per poter dare alla cittadinanza una risposta immediata.
Ad oggi – come potete ben vedere dalle foto pubblicate non vi è presenza alcuna nè di immondizia nè di Asini bianchi e pezzati. 
Infatti il video dalle informazioni che abbiamo raccolto è stato girato in occasione della manifestazione “IL VALORE DELL ‘ASINO” che si è svolto il 20 novembre 2018.
Ci viene raccontato che gli animali utilizzati per la manifestazione una volta rientrati al Foro Boario si avventarono sui sacchi dell’immondizia ma vennero nell’immediatezza allontanati e collocati all’interno dei loro recinti.
Abbiamo colto l’occasione per verificare lo stato di salute degli animali custoditi al foro Boario che ci viene detto essere di proprietà della Società “Ecologia Ambiente” Gli animali godono di una buona salute vivono in ambienti sani e puliti e vengono alimentati con foraggi di prima qualità. »

Oltre a datare il video al novembre 2018, l’associazione tende quindi a smorzare la gravità del vergognoso episodio, spiegando che si tratterebbe di una circostanza durata qualche istante e immediatamente ripresa.

Siamo certi che altrettanto rapido non sarà il botta e risposta, ancora una volta, tra amministrazione e opposizione. Ed i dubbi che restano sono tanti, a cominciare dalla presenza dei rifiuti in quel sito, ammesso che i fatti siano andati davvero come ricostruito dall’associazione, ed al tempo stesso la “stranezza” della pubblicazione del video soltanto oggi, a cinque mesi di distanza dall’episodio.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.