Calcio, “arrivano i primi verdetti”. Il Castelbuono batte il Mussomeli

By on 14 marzo 2017

[cefaluweb.com / Angelo Giordano] Primi verdetti e nodi che vengono sempre più al pettine nei campionati che interessano le compagini nostrane. Il Calcio Popolare Palermo è già campione nel girone palermitano di Terza Categoria, mentre va avanti la bufera che riguarda il Cefalù Calcio. Ma, come di consueto, andiamo con ordine.

Nel girone A del campionato di Eccellenza il Castelbuono batte 2 a 1 il Mussomeli ed esce prepotentemente dalla linea rossa che delimita la zona play out, portandosi, di contro a soli 3 punti dal quinto posto. La classifica è molto corta e può ancora succedere di tutto.

Giornata da dimenticare per le squadre di casa nostra impegnate nel girone B di Promozione. C’è da dire che tre dei quattro impegni erano contro le prime della classe, ma il tabellino parla di 0 gol fatti e 8 subiti. 2 a testa li prendono Geraci e Real Finale, rispettivamente in casa di Villabate e Caccamo. Perde 1 a 0 il Lascari, battuto fra le mura amiche dal CUS Palermo. Ma se i ragazzi dei mister Spataro e Cinquegrani navigano in acque tranquille, non può dirsi lo stesso per la squadra di mister Zappavigna a soli 3 punti sulla zona play out. Play out che, a questo punto, sono ormai inevitabili per il Città di Gangi, che in casa, contro l’Acquedolcese, ha perso partita e speranze di agguantare la salvezza diretta. Lo 0-3 finale porta pure la firma di Angelo Biundo.

Nel girone B di Prima Categoria ha del clamoroso quanto sta accadendo al Cefalù Calcio. La prima di mister La Barbera non ha mai inizio, perchè i giocatori non si presentano. L’Umbertina ringrazia e raccoglie 3 punti vitali per la salvezza, così come, sette giorni fa, ha fatto la Stefanese in ottica promozione. Oltre a perdere la dignità, la compagine normanna rischia di falsare il campionato. Perde anche il Real Campofelice, nonostante il gol di Rotondi, proprio in casa della forte Stefanese, che ha la meglio col punteggio di 3 a 1.

Nel girone H il Gangi Calcio incappa in un mezzo passo falso, seppur far risultato sul campo dell’Oratorio San Ciro e Giorgio non sia cosa facile. Non basta il gol di Patti, e l’1 a 1 finale accorcia un pò la classifica, viste le vittorie del Vallelunga e del Misilmeri, che fa 3 a 1 sul campo del Castellana, il cui gol della bandiera porta la firma del bomber Ciccio Norato. Sonora sconfitta per il Petralia Soprana, che perde 4 a 0 in casa contro il Roccapalumba e adesso, a 4 giornate dalla fine, si trova a -11 da una salvezza ormai possibile solo per la matematica.

Nel girone B di Seconda Categoria l’Aspra capolista fatica più del previsto nel campo del Pollina, che chiude il primo tempo in vantaggio grazie alla straordinaria rovesciata di Rosario Musotto. Ma alla lunga esce il valore della compagine di mister Giovanni Messina che, con la doppietta del solito Nico Biancorosso, ribalta la partita. Mister Messina ce la racconta così: “Partita dai due volti, primo tempo nostro impacciati e poco concentrati, qualcuno ha sottovalutato la gara. Nel secondo tempo siamo tornati ad essere l’Aspra Calcio e abbiamo imposto il nostro gioco. Dopo vari tentativi Nico Biancorosso pareggia e poi subito dopo mette a segno il secondo goal con un’azione corale pregevole. L’Aspra mantiene il risultato fino al triplice fischio dell’ottimo Gianni Nanfa, buon direttore della gara. Gande fair play dimostrato dalle due società, partita molto corretta e divertente” Parole al miele anche per il suo collaboratore, mister Gian Matteo Lo Piparo: “Il Mister Gian Matteo Lo Piparo ha rimesso la squadra in sesto nel secondo tempo, dopo una bella strigliatina .Un grande, davvero, una persona che non si fa intimorire e che riesce sempre a capire le problematiche tecniche assieme a me”. Sale così, momentaneamente, a +9 il distacco sul Sant’Anna, che ieri ha riposato, mentre fa il colpaccio la Stella del Mare, che vince 1 a 0 il big match col Vis Solunto e si porta al terzo posto. Decisivo il gol di Serraino. Solunto scavalcato anche dalla Pro Loco Sant’Ambrogio, che vince per 3 a 1 il derby col Finale. Al vantaggio ospite di Mastandrea rispondono Papa su rigore e Di Fina con una doppietta. Adesso la distanza fra la quinta (come detto, il Solunto) e la sesta è di 5 punti, visto che perde pure la Supergiovane Castelbuono, 1 a 0 in casa della Colomba Bianca con firma di Campofelice. Lo Sporting Termini vince 3 a 2 e inguaia il Real Trabia che adesso si trova nel trio di squadre che, a 13 punti, precedono di 2 il Pollina fanalino di coda. Le altre sono Collesano e Sporting Cefalù, che si sono affrontate in un delicato derby salvezza che ha visto prevalere, col punteggio di 1 a 0, i padroni di casa. Decisiva la marcatura di Mineo.

Nel girone C il testa a testa fra Castelluccese e Pettineo continua a regalare emozioni. I ragazzi di mister Randazzo vincono per 3 a 0 il match interno contro il Fondachelli, grazie alla doppietta di Lucio Nicolosi e al gol di Antonio Viglianti. Il Pettineo, con qualche affanno in più, batte 3 a 2 la Torrenovese, trascinato dalla tripletta d Angelo Signorello. Ma a far notizia è pure un altro risultato. Il Ficarra, infatti, prosegue la striscia senza vittorie pareggiando in casa della Mamertina, e si ritrova adesso a -11 dalla Castelluccese e -10 dal Pettineo. La possibilità che entrambe le squadre siano promosse senza dover disputare i play off è sempre meno improbabile.

Nel girone H la corsa ai play off del Petralia Sottana subisce una brutta frenata sul campo del Riesi, che vince 3 a 0 e lascia Stefano Farinella e compagni a -5 dal quinto posto, con una gara da recuperare, ma con diverse avversarie da superare. Perde pure il Caltavuturo, che subisce un sonoro 1 a 5 interno dal Grotte, penultimo. A nulla serve il gol di Farella.

Primo verdetto ufficiale nel girone palermitano di Terza Categoria. Il Palermo Calcio Popolare batte 4 a 0 il Ciminna e si laurea campione con due turni d’anticipo. Un trionfo strameritato, frutto di 42 punti, ottenuti con 13 vittorie, 3 pareggi e nessuna sconfitta, miglior attacco con 36 gol realizzati e miglior difesa, con solo 4 subiti. Giù il cappello! Lotta aperta per il secondo posto, col Lercara che, clamorosamente, perde 3 a 0 in casa della Belsitana terzultima e si vede raggiungere dall’Alia, che grazie al gol dell’eterno Filippo Pusateri batte 1 a 0 il Monreale. Quarto posto per il Polizzi, che fa 1 a 1 in casa contro la Panormus, mentre il Bompietro vince 5 a 1 in casa delle Madonie (0 punti e 77 gol subiti in 16 gare!) e si porta a -3 dal Ciminna quinto, lasciando aperto uno spiraglio nella porta verso il sogno play off. Marcatori sono Li Puma, Piffanelli, Alberti (2) e Lupo, mentre per i locali va a segno il solito Sorrintano.

Incredibile quanto accaduto nel girone barcellonese. Nel big match fra Mistretta e San Mauro succede tutto negli ultimi minuti: i locali vanno in vantaggio a una decina di minuti dalla fine, ma Martino e Vecchio, al 94? e al 95? ribaltano clamorosamente il risultato, regalando al San Mauro una vittoria che vale più di tre punti. Il capitano, Angelo Fertitta, commenta entusiasta: “Stiamo lavorando bene e la partita di Mistretta lo dimostra. Non ci siamo accontentati del pari al 90esimo ma abbiamo provato a vincerla e così é stato. A questo punto della stagione non possiamo tirarci indietro: Vogliamo vincere il girone,abbiamo il dovere di provarci e metteremo tutto quello che abbiamo in ogni partita. Lo dobbiamo a noi stessa e a tutta la gente che ci ha sostenuto e ci sostiene sempre”. Il Tortorici tiene il passo dei ragazzi di mister Mocciaro, battendo per 6 a 1 la nuova Oliveri, e rimanendo a 3 punti dalla vetta. I gol portano la firma di Vitanza, Pintagro, Fontanini, Basile, Parafioriti e Conti. Terzo posto per il Caronia, che con la doppietta di Cupane e i gol di Alfieri e Fonte, vince in scioltezza 4 a 0 contro il Mirto, ultimo della classe, Queste le parole di Umberto “Bebo” Cusimano: “Partita facile ma ben giocata dal Caronia, che sin dai primi minuti impone il suo gioco sfiorando il vantaggio più volte. Troppo ampio il divario tra le due squadre e alla fine il 4-0 rispecchia l’andazzo di una partita che il Caronia doveva vincere per presentarsi domenica a San Mauro mentalmente consapevole che per uscire indenne dal big match serve la partita perfetta!”. Va al Novara il match play off contro l’Acquedolci, grazie ad un sonoro 3 a 0. Pareggiano, infine, 2 a 2 Tusa e Longi. Per i locali vanno in rete Giardina Buscemi e Gentilia mentre per gli ospiti Carcione mette a segno una doppietta. Turno di riposo per il Green Tusa.

A proposito di Redazione

La Redazione di Castelbuono.Org, deus ex machina del progetto sin dal 2007, coordinata da Michele Spallino.

Per continuare ad usare il sito, accetta i cookies. Leggi la cookie policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close