Camminando per Valparaiso

By on 10 maggio 2017

A distanza di un anno dall’ultima uscita ritorna la rubrica OltreFiumara in occasione del decennale di Castelbuono.org, torna con un’edizione speciale, chiamata Molto Oltre Fiumara.

Il nome è dovuto al fatto che io, Aneurisma (alias Alessandro Piro), racconterò fatti e curiosità dal Sud America, dove viaggerò per un anno.

Ogni articolo sarà accostato ad un album musicale. Non ci sono relazioni tematiche con quanto raccontato, ma solo affinità emotive e magari sarà tutto molto soggettivo, ma cosa importa… vi assicuro che si tratta in ogni caso di buona musica.

 

Torno da una passeggiata solitaria per le vie di Valparaiso. E’ una bellissima città composta da collinette (i “cerros”) che partono dal mare e sono piene di colori, grazie alle case color pastello, costruite dai pescatori e naviganti che in questo modo potevano distinguere più facilmente la propria abitazione di ritorno dalle spedizioni in mare.

Dalla cima del cerro Alegre, dove abbiamo l’ostello, ho raggiunto il cerro Bellavista, per vedere il cosiddetto “Museo a cielo abierto”. Ne ho approfittato per stare un po’ da solo e pensare al futuro, a scelte importanti. Nel farlo mi sono lasciato perdere tra le vie anguste, spesso stretti vicoli di scalini, che vanno su e giù, con un po’ d’ansia perché ho con me macchina fotografica, cellulare e portafogli, e Valparaiso ha una brutta nomea a proposito. Ma non mi succederà niente. Come sempre la gente esagera quando si tratta di sicurezza.

La camminata mi fa scoprire scorci autentici e inesplorati, una città diversa da quella invasa dai turisti. Arrivo per caso al parque de la cultura e scopro un posto dove le famiglie locali trascorrono felicemente la domenica, con spazi verdi dove possono sguinzagliare cani (e bimbi), un mercatino artigianale, un teatro e un piccolo concerto all’aperto di ragazzini con le Squier. Suonano un pop-rock orecchiabile ma poco originale. La cantante avrà 16 anni, il corpo ancora acerbo, e una sola fan che canta tutte le canzoni e si arrampica ovunque per scattare la foto migliore. Ci giurerei che si tratti di sua madre, la percezione si dimostra reale notando la spaventosa somiglianza tra le due. Se la band, come temo, non sfonderà, nel candido viso di quella cantante si formeranno le stesse rughe e l’espressione a quel punto diventerà identica, e anche lei sarà inevitabilmente una madre premurosa.

Mi rimetto le cuffie ascoltando l’ultima uscita di Thurston Moore (un genio!) e continuo il mio cammino che avrà un paio di tentennamenti e cambi di rotta di fronte a vicoli stavolta davvero pericolosi. Alla fine, dopo tanti sali e scendi, arrivo al “museo a cielo abierto”, che è una delusione. Sono solo dei murales di studenti disegnati nei primi anni ’90 all’interno di un contest cittadino, di qualità nettamente inferiore a quelli che si vedono girando a caso per la città.

Torno a casa desiderando una doccia bollente per evitare che le cimici da letto che hanno reso il mio corpo una serie infinita di protuberanze e escoriazioni risiedano da qualche parte sotto pelle. Torno appena in tempo per non perdere l’appuntamento con il tramonto sul mare visto dal terzo piano dell’ostello. E’ uno spettacolo disarmante, un tripudio di bellezza, che per fortuna mi godo in solitudine. Non possono capirlo i francesi e gli americani che affollano le camerate e fanno finta di apprezzare i vini locali con una guida sul comodino e un cappellino con la scritta “Patagonia”. Io invece me lo godo eccome, ascoltando “Valparaiso” di Tito Rodriguez, ultima scoperta musicale, in un connubio perfetto tra vista e suono.

Consiglio musicale:

A proposito di aneurisma

Trenttenne laureato in Ingegneria Gestionale, musicista amatoriale, è un abituale frequentatore del blog con lo pseudonimo Aneurisma e cura la rubrica settimanale OltreFiumara con cui ha la pretesa di "castelbuonesizzare" tutto ciò che avviene oltre le cinta murarie.

Per continuare ad usare il sito, accetta i cookies. Leggi la cookie policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close