Castelbuonese dell’anno 2015. Ecco i vincitori

By on 1 febbraio 2016

Il “gioco”, come lo abbiamo più volte chiamato, si è concluso stamattina alle 12. Il sondaggio dal titolo “Castelbuonese dell’anno 2015”, la nostra maniera per segnalare castelbuonesi meritevoli che, almeno secondo la redazione e i lettori di questo blog, si sono particolarmente distinti per il loro operato nell’anno appena trascorso, ha decretato i vincitori per ognuna delle categorie in concorso.
A primeggiare in quella “Politica”,  estesa quest’anno all’intero comprensorio madonita, è ancora una volta Mario Cicero, inserito nelle vesti di Presidente del Distretto Turistico Cefalu-Madonie Himera e premiato dalla preferenza di 35 utenti. Per lui il 30% dei voti, seguito a ruota dalla deputata e sindaco di Pollina Magda Culotta (28%), dalla senatrice Rosa Maria Di Giorgi (19%), dal sindaco di Isnello Pino Mogavero (11%), dal sindaco Tumminello (7%) e da quello di Ganci, Giuseppe Ferrarello (5%). Un esperimento, quello di estendere il gioco ai comuni limitrofi, che ci incoraggia a perseverare e a migliorare il prossimo anno. Ci rendiamo conto che la quota degli “extra-Castelbuono” è ancora minoritaria, ma c’è stata in modo evidente e quindi ci consideriamo soddisfatti.

Prima classificata nella Categoria “Arte & Cultura” è invece Myriam Spallino, con il 38% delle preferenze, in rappresentanza della cooperativa Moger e della scuola Primospazio. Al di là dell’imbarazzo del direttore del blog, risultava doverosa la candidatura per il suo impegno nel 2015, che ha portato alla nascita di una nuova importante rassegna estiva (Castelbuono Classica) e ad una scuola di musica molto ben congegnata e gestita, dall’immediato impatto nella formazione artistica di tanti ragazzi. Al punto da raccogliere 34 voti, 6 in più della vincitrice uscente dello scorso anno, Stefania Sperandeo, e del presidente del Museo Civico Angela Sottile.

Nella categoria “Sport” è il calcio – come accade spesso – a sbaragliare tutto, e con esso Federico Città come calciatore e leader dell’ASD Castelbuono.
Fefè, l’unico e vero capitano“, come è oramai ribattezzato, entra per volere di popolo tra i candidati in nomination e da subito si colloca in vetta alla classifica. Per lui il 40% di preferenze: ben 43 voti. Seguono in classifica l’associazione Madonie MTB Resort, con un ottimo 27% sulle preferenze espresse, Roberto Mitra (13%) ed il campione di MMA, Enrico DiGangi con il 10% dei voti. A chiudere la classifica è il presidente dell’ASD Castelbuono Fabio Capuana, con il 6%, evidentemente non coinvolto come negli anni scorsi soprattutto per la presenza del capitano, ed infine Giuliano Minutella con il 4%.

Daniele Marannano è il vincitore nella categoria Onori di Cronaca con il 38% delle preferenze. Ovvio direte voi: è stato nominato Cavaliere della Repubblica dal Presidente… Giusto, ma va considerato che a contendere la vittoria aveva gente del calibro di Gioacchino Genchi o Lirio Abbate, ed anche per loro il 2015 è stato un anno piuttosto indimenticabile, pregno di pubblici riconoscimenti e successi professionali. Buon riscontro anche per il portavoce comunale Antonio Fiasconaro.

Nella categoria “Imprenditoria e sociale” a spuntarla sono in due, con un avvincente ex aequo tra il gigante Fiasconaro ed il “piccolo” Francesco Baio. Avevamo visto bene su Ciccio, di cui abbiamo raccontato i successi raggiunti, passo dopo passo, a suon di passione e talento. Proprio in questo momento il nostro è a Pasadena, in California, al fianco dei migliori artisti del mondo. Lui ne fa parte.

Ai Fiasconaro non dispiacerà, nonostante ne abbiano ricevuti di maggiormente prestigiosi, collezionare anche il nostro premio simbolico. Nemo propheta in patria? Non è affatto il loro caso.

 

Per concludere: ci scusiamo per alcuni disagi nelle procedure di registrazione e per una certa difficoltà nella procedura di voto: abbiamo avuto poco tempo per sistemare meglio la meccanica e soprattutto sapete bene quanto ci teniamo noi all’attendibilità e alla veridicità dell’utente. Ciò nonostante, abbiamo sfiorato le 500 preferenze (495) e ci riteniamo ancora una volta soddisfatti. A prestissimo le interviste con i vincitori.

Complimenti a loro, nel frattempo, e ancora spazio di seguito alla categoria fuori concorso “Giovani Eccellenze”: con loro, a vincere è Castelbuono.


 

Alessandro Piro

Una delle penne del nostro blog, noto con lo pseudonimo di Aneurisma, che nella rubrica di oltre Fiumara porta un vento di esotismo con la sagacia che lo caratterizza, è anche (e non a caso forse) una delle eccellenze castelbuonesi. Il nostro giovane ingegnere gestionale da qualche mese si è conquistato un posto rilevante all’interno di Lamborghini, con sede a Bologna, in cui riveste un ruolo di responsabilità nel settore della logistica. Unendo lo spirito gestionale all’impegno sociale (che da sempre lo anima) ha avviato, sempre a Bologna, l’Orto Circuito, un sistema di distribuzione della spesa di prodotti genuini a km 0, incentivando la produzione locale, garantendo un servizio di efficenza che riduce l’utilizzo del trasporto e garantendo al contempo la qualità dei prodotti.

Giuseppe Vignieri

Conosciuto fin da bambino come prodigioso imitatore di Adriano Celentano; indiscusso talento degli ultimi veglioni carnevaleschi (non ce ne vogliano i “vecchi”, che peraltro si sottraggono al confronto), il giovane Vignieri è diventato uno degli attori di riferimento del Teatro Libero di Palermo, teatro stabile d’innovazione della Sicilia. Sul curriculum può già vantare una decina di scritture che lo hanno portato in tourné in vari teatri italiani. E tante altre, di certo, verranno a stretto giro.

Mario Fiasconaro

Un’azienda d’eccellenza può vantare anche un erede d’eccellenza: Mario Fiasconaro. Il giovane pasticcere non è semplicemente un figlio d’arte, ma un lavoratore instancabile che ha saputo così trasformare un dono in virtù. Alter ego del più noto padre oramai anche nelle trasmissioni televisive, oltre che in numerose fiere nazionali e internazionali,  ha ricevuto lo scorso novembre il riconoscimento speciale “Nuove Generazioni – La tradizione che si tramanda”, dedicato ai nuovi talenti del comparto dolciario artigianale dell’arte pasticceria italiana.

Marina Scialabba

Ne abbiamo parlato di recente e qui non possiamo fare a meno di tornare a parlarne. La nostra Marina volerà negli States, e ci rimarrà per nove settimane, per lavorare nel celebre centro Fermilab intitolato a Enrico Fermi, dove svolgerà uno studio sui rivestimenti interni delle grandi strutture tubolari e, in particolare, sulle loro caratteristiche meccaniche e termiche. Tutto ciò grazie alla borsa di studio internazionale vinta, messa in palio dal CNI (Consiglio Nazionale Ingengeri), Scuola superiore di formazione professionale per l’ingegneria e ordini professionali territoriali d’intesa con l’ISSNAF, la Italian Scientists and Scholars in North America Foundation.

 

 

A proposito di Redazione

La Redazione di Castelbuono.Org, deus ex machina del progetto sin dal 2007, coordinata da Michele Spallino.

Effettua il log in per postare un commento Login

Lascia un commento

Per continuare ad usare il sito, accetta i cookies. Leggi la cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi