La costa caraibica in amaca

A distanza di un anno dall’ultima uscita ritorna la rubrica OltreFiumara in occasione del decennale di Castelbuono.org, torna con un'edizione speciale, chiamata Molto Oltre Fiumara. Il...

Un tour in città, con la paura di nominare Pablo Escobar

A distanza di un anno dall’ultima uscita ritorna la rubrica OltreFiumara in occasione del decennale di Castelbuono.org, torna con un'edizione speciale, chiamata Molto Oltre Fiumara. Il...

Natale in Colombia

A distanza di un anno dall’ultima uscita ritorna la rubrica OltreFiumara in occasione del decennale di Castelbuono.org, torna con un'edizione speciale, chiamata Molto Oltre Fiumara. Il...

“Mister Preguntita” e il cinema

A distanza di un anno dall’ultima uscita ritorna la rubrica OltreFiumara in occasione del decennale di Castelbuono.org, torna con un'edizione speciale, chiamata Molto Oltre Fiumara. Il...

Il calcio e l’Ecuador

A distanza di un anno dall'ultima uscita ritorna la rubrica OltreFiumara in occasione del decennale di Castelbuono.org, torna con un'edizione speciale, chiamata Molto Oltre Fiumara. Il...

Salinas, alla scoperta della jungla (parte 2)

In seguito, incontriamo un signore che insiste per far sì che nel pacchetto turistico di Giulio possano essere inserite due grotte di sua proprietà, che a suo dire conservano dei reperti incaici. Andiamo alle grotte e ci rendiamo conto che i reperti consistono in statuine giusto uguali ad altre che si possono incontrare al costo di un dollaro al mercato artigianale di Quito e altri fantomatici strumenti di lavoro appartenenti alla stessa civiltà utili alla produzione di beni che però gli Inca non hanno mai prodotto. Proviamo a parlargli di questi dubbi invano, il nostro interlocutore è troppo coinvolto nel mostrarci altri imperdibili luoghi di interesse e una serie di piante medicinali (quelle sì davvero interessanti).

Salinas, alla scoperta della jungla (parte 1)

Le attività create negli anni sono gestite da cooperative che reinvestono gli utili per opere di utilità sociale e a beneficio della comunità, rendendo Salinas il paese delle meraviglie che abbiamo conosciuto. Oggi si producono formaggi, insaccati, cioccolata, funghi secchi, oli essenziali, estratti dalla soia, lana, alpaca, abbigliamento tradizionale, palloni da calcio e compost. Inoltre, la comunità accoglie ragazzi di tutto il mondo in attività sociali e di volontariato, tra loro conosciamo Giulio con cui facciamo amicizia e ci racconta il suo progetto di un percorso eco turistico per le frazioni sperdute di Salinas. Sono circa 30 piccolissime comunità, collegate solo con strade sterrate e con altitudini che passano dai 4000 metri agli 800. Il progetto consiste in percorsi turistici personalizzabili con attività che coinvolgano tutte le comunità.

Il prossimo Dalai Lama sarà una donna attraente

«Se il prossimo Dalai Lama sarà una donna, dovrà essere molto attraente, altrimenti non serve a molto». Leggendo questa frase, sorge spontaneo chiedersi chi...

Muore in casa, se ne accorgono dopo due anni

Ho per lungo tempo sospettato che la mia vicina di casa fosse morta. Qui a Bologna, in un quartiere popolare, è davvero difficile avere...

Per continuare ad usare il sito, accetta i cookies. Leggi la cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi