Comunità Itria. Venerdì 11 proiezione del film “Si accettano Miracoli”

By on 9 Gennaio 2019

Nell’ambito delle iniziative proposte dalla Comunità Itria, venerdì 11 gennaio, alle ore 21, presso il salone attiguo alla Chiesa, sarà proiettato il film “Si accettano miracoli” di Alessandro Siani.

Trama

Napoli. Fulvio Canfora è il vicedirettore di una importante azienda, nella quale licenzia senza scrupoli. Quando, però, sta per essere licenziato a sua volta dal direttore, lo aggredisce con una testata: dopo l’arresto e un breve periodo in carcere, viene affidato al fratello Germano, parroco e dirigente di una casa-famiglia di Rocca di Sotto, una piccola località dove sembra che il tempo si sia fermato. La parrocchia, a corto di liquidi, pare però destinata a chiudere: Fulvio crea quindi un falso miracolo, dotando la statua di San Tommaso apostolo di lacrime finte; il miracolo attira pellegrini e turisti, i cui versamenti risollevano la situazione economica della chiesa: il piccolo paese può celebrare una sfarzosa festa di San Tommaso che provoca l’invidia dei cittadini di Rocca di Sopra, decisi a realizzare dei migliori fuochi d’artificio.

Durante la permanenza alla casa-famiglia, Fulvio si innamora di Chiara, una ragazza cieca che si occupa dei bambini; intanto Adele, sua sorella, rimane incinta di un cantante e non di suo marito Vittorio, un uomo spento, apatico e per giunta sterile. La voce dei miracoli si sparge, tanto che il Vaticano decide di inviare i propri vescovi per sincerarsi dell’autenticità degli eventi: quando Fulvio rivela che si è trattato di uno scherzo, lui e Germano tentano di ingannare gli ispettori giunti in visita. Tuttavia, gli abitanti di Rocca di Sopra, ancora decisi a vendicarsi dei fuochi d’artificio e a conoscenza della falsità dei miracoli, irrompono nella chiesa e smascherano il tentativo d’inganno: i bambini della comunità rubano la fialetta con le lacrime, mentre gli ispettori prendono la statua e ripartono in auto. A causa di un guasto ai freni, l’auto finisce però contro la securvia (guard-rail) del ponte e la statua cade in mare per la felicità degli abitanti di Rocca di Sotto.

About Redazione

La Redazione di Castelbuono.Org, deus ex machina del progetto sin dal 2007, coordinata da Michele Spallino.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Per continuare ad usare il sito, accetta i cookies. Leggi la cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi