Consiglio Comunale del 9 luglio 2007

La seduta inizia puntuale preceduta da una riunione del gruppo di maggioranza.
I punti all?ordine del giorno sono diversi; il più atteso è la discussione sull?ATO idrico proposto dai consiglieri Mazzola e Vignieri, arricchito da una proposta di delibera promossa da una trentina di firme di nostri concittadini.
Dopo la comunicazione del Sindaco circa le nomine delle istituzioni culturali si realizza ciò che il cons. Tumminello aveva gia promesso: discutere la vicenda in consiglio comunale. Egli sostiene che il metodo adottato dall?amministrazione non è rispettoso della minoranza consiliare perché anche tra gli elettori del centrodestra vi è gente capace è culturalmente preparata; fin qui nulla da ridire, poi prosegue. La sua attenzione si concentra sul presidente del Museo Civico il dott. Michele Spallino noto come blogger. Per Castelbuono unita la carica da lui ricoperta è il giusto riconoscimento per il lavoro svolto a favore del candidato Cicero durante la campagna elettorale attraverso Castelbuono.org. Evidentemente se la critica dal metodo passa ai nomi, anzi ad un nome in particolare, vuol dire che il criterio non c?entra; come a voler dire: non va bene perché è lui e non perché non siamo stati coinvolti.
Sarebbe utile far sapere al cons. Tumminello che l?attività di blogger è l?ultima delle attività svolte, in ordine di tempo, da Michele Spallino. Il neo-presidente del Museo Civico oltre ad essere una persona dotata di buona volontà, dato che svolgerà il suo incarico gratuitamente, è un esperto di comunicazione, un bravo giornalista, è persona dotata di ottime intuizioni e idee di uno spiccato senso pratico ed ha collaborato in molte delle manifestazioni culturali e sociali di Castelbuono degli ultimi 10 anni nel mondo delle associazioni.
Dibattono a turno il cons. Tumminello e il Sindaco sulla indennità del direttore del Museo Civico considerata da Castelbuono unita esagerata rispetto a quella degli altri dipendenti. Afferma il Sindaco che 15.000 ? lordi annui per il Maestro Enzo Sottile, che segue passo passo ogni fase di ogni progetto culturale del museo, ovviamente se è il caso tralasciando anche il suo lavoro, in maniera certosina sono una giusta indennità.
Terminata la polemica inizia la politica.

Si discute un?ora quasi sulle modifiche al regolamento idrico.
La proposta in esame, come riportato nella sua relazione tecnica illustrativa, prevede: l?ampliamento della rete idrica in diverse zone site nelle contrade Tortorello-Saltarolo, Erbe bianche e Saraceno, gia parzialmente inserite nel precedente regolamento, a seguito di numerose richieste da parte di diversi cittadini e di alcune nuove attività agro-alimentari; la istituzione di nuove zone d?utenza (Piano Grande, Portella del Pero, San Paolo, Piano Marchese, Olivazza), previa verifica della disponibilità d?acqua (cosiddetta tecnica) e finanziaria per far fronte alle spese, per servire le nuove zone che si andranno a creare e la conseguente realizzazione di un serbatoio a carico del comune o dei gruppi di utenti.
Dopo l?illustrazione da parte del geom. Cucco (u.t.c.) i consiglieri, Capuana Antonio per Cast.Unita prima e Prisinzano Domenico per l? Ulivo-S.Unitaria dopo, rilevano le loro perplessità circa le modifiche, proposte dall?ufficio tecnico, da apportare al corpo normativo.
Tenendo presente la necessità di ampliare la rete idrica e di servire i cittadini; il capogruppo dell?Ulivo-S.Unitaria Mazzola propone di ritirare il punto per presentare una proposta di regolamento adeguata in tempi brevi.
Su questo punto vi è l?interesse unanime del Consiglio a soddisfare le richieste dei cittadini. Il Presidente Spallino prende l’impegno di convocare una riunione per confrontare gli orientamenti e le proposte.
Al consiglio spetta l?obbligo di formare la commissione elettorale; si procede a votazione. Risulta così composta.
Membri titolari: Ventimiglia Giuseppe, Brancato Antonino e Cucco Giovanna.
Membri supplenti: Vignieri Vincenzo, Romè Letteria e Ricotta Giovanni.
IL V punto chiama in causa l?Assessore Fiasconaro che illustra la Variazione di Bilancio da lui redatta per far fronte alla programmazione turistico-culturale estiva.
La variazione prevede: l’utilizzo di minori spese per l’importo di 29.988 ? derivanti da interventi a quali si farà fronte solo a fine anno; l’utilizzo di maggiore entrata in ordine all’addizionale comunale I.R.P.E.F. Degli anni 2004 e 2007 per un totale di 18.051 ?;
La variazione rende disponibili 48.039 ? da utilizzare per finanziare la programmazione turistico- culturali dell’anno 2007.
Il consiglio approva la variazione all’unanimità.
L?assessore Genchi relaziona sul cartellone turistico-culturale estivo  promosso dal suo assessorato, elencando le diverse iniziative e manifestazioni in programma nel periodo giugno-settembre.
Il cons. Mazzola Ulivo-S.Unitaria e il cons. Marguglio sono i promotori di una discussione sulle iniziative da intraprendere per ?costringere? la Provincia di Palermo a intervenire sulla S.R. Castelbuono-Liccia distrutta dalle frane degli anni passati. Viene subito rilevato come sia poco considerata dall?ente sovra comunale la urgenza dell?intervento; difatti se prima era al 260° posto nel piano triennale delle opere pubbliche, oggi a seguito di un emendamento proposto dal con. Provinciale  Bonomo (il nostro compaesano), è risalita al 168° circa. Tradotto in tempo significa che prima del 2008-2009 non vedremo nessuno della provincia, a controllare se la strada esiste ancora o se finita a valle con le piogge dell?inverno, in più i tempi di progettazione e di affidamento dei lavori e chissà quando sarà ultimata.
Preso atto della assoluta necessità di intervenire e considerata anche la voluminosa corrispondenza, purtroppo infruttuosa, tra il Sindaco e il Presidente della Provincia avv. Francesco Musotto su tale questione, emerge la volontà di realizzare qualche azione forte, che riesca a far intervenire la provincia, con le somme a sua disposizione data la somma urgenza dell’intervento.
Il gruppo dell’Ulivo Sinistra-Unitaria ritiene utile rappresentare tale necessità dinanzi al Presidente della Provincia con una delegazione del Comune; Il Sindaco propone l’affissione di cartelli che informano i cittadini, che percorrono quella strada, circa la assoluta latitanza della Provincia e un possibile blocco stradale in modo da accendere i riflettori sul grave problema. Il consiglio si esprime favorevolmente alla delegazione e ai cartelli informativi ma ritiene inopportuno un blocco stradale considerando le condizioni della vecchia trazzera come strada alternativa.
La discussione sull’ATO idrico inizia con una relazione del Capogruppo dell’Ulivo-Sinistra Unitaria Mazzola Carmelo che espone le premesse politiche per cui non è accetabile una proposta Privatizzazione del Servizio Idrico Integrato.

Il gruppo consiliare l’Ulivo-Sinistra Unitaria e contrario alla privatizzazione perchè:
-Lo schema di convenzione con la società Acque potabili è stata approvata in Conferenza dei Sindaci con una maggioranza favorevole di soli 36 comuni più cinque deleghe su 82.
-La presenza e denuncia di numerose incongruenze nell’individuazione del soggetto gestore
-La presenza di una situazione di conflitto di interesse tra il banditore e il soggetto aggiudicatario coincidente con il Prof. Ing. Rosario Mazzola.
-La salvaguardia per il comune di Palermo e per l’Amap di per circa 21 anni.
-La modifica dell’assetto societario del soggetto aggiudicatario tra il momento della presentazione della offerta e della aggiudicazione; in violazione del codice degli appalti art.51.
-La tariffa per il cittadino potrebbe salire a 1,45 ? mc. Con possibilita di aumenti in seguito a diversi casi previsti nello schema di convenzione.
-Peggioramneto degli standards del servizioa causa dello spostamento della centralòe di manutenzione a Partinico o a Termini Imerese
-Si paventa il licenziamento del 60% del personale o il mancato passaggio di tali impiegati alla societa Acque Potabili con conseguente riconversione e incidenza sul bilancio del Comune.
-Il commissario ad Acta Mazzola ha modificato illeggittimamente la convenzione di gestione ledendo la competenza dei Comuni come stabilito dall’art.16 della convenzione di cooperazione.
-L’Antitrust e l’Autorità di vigilanza sui Lavori Pubblici su esposto del Comune diCaltavuturo ha mosso rilievi sostanziali cica la legittimità delle procedure seguite per l’affidamento del SII.
-La conferenza dei Sindaci ha deliberato in data 7 maggio di attendere la decisione del TAR prima di procedere all’affidamento el servizio idrico ma tale delibera è stata disattesa.
-Il Presidente della Provincia Musotto ha firmato la convenzione il 14 giugno 2007 con la società Acque Potabili timoroso della approvazione da parte della Camera dei deputati del disegno di legge che contiene la moratoria degli affidamenti motivando tale decisione che una ulteriore attesa avrebbe compromesso erogazione dei finanziamenti comunitari.
Esposte le nostre motivazioni il dibattito è stato accolto dall’opposizione soltano dal cons. Capuana Antonio che afferma di essere a favore della privatizzazione del SII; egli ritiene però precisare che le procedure utilizzate per l’affidamento alla società Acque Potabili e soprattutto la composizione dell’ATS in questione, lo portano a nutrire seri dubbi circa l’opportunità di privatizzare la gestione del SII.
Il punto si conclude con l’impegno da parte del gruppo l’Ulivo-Sinistra Unitaria di elaborare una proposta politica concreta per superare l’ipotesi di privatizzazione del servizio idrico, senza compromettere il rifacimento della rete idrica e gli interventi alla rete fognaria e depurativa previsti nel piano di investimenti se la privatizzazione andasse in porto, cercando soprattutto in questa delicata fase di coinvolgere la cittadinanza attraverso assemblee pubbliche.
Viene ritirato il punto discussione sull’ATO rifiuti.
La discussione sulla costituzione delle commissioni consiliari si risolve con un nulla di fatto stante ancora ferma la decisione da parte del gruppo Castelbuono unita di non costituire le commissioni consiliari. Il gruppo Ulivo-Sinistra Unitaria ritiene invece che le commissioni svolgono un ruolo importante nell’attività del consiglio è invitano l’opposizione a costituirle.
La seduta si conclude alle ore 23:45.

4 Commenti

  1. E cu sta scusa sapimmu quantu piglia u diretturi!!!

    Con tutto rispetto, ma almeno un gettone di presenza a Michele toccherebbe… o pensate che Michele non abbia il suo lavoro, o riesca a pensare due cose contemporanemente?

  2. PREMETTENDO CHE OGNI CITTADINO HA ,CHIARAMENTE, LA LIBERTA’ DI PENSARLA COME VUOLE E COME MEGLIO CREDE , MA COME CAVOLO SI FA, A PRESCINDERE DALL’ APPARTENENZA POLITICA, A CRITICARE UNA PERSONA E UN POLITICO COME TUMMINELLO …
    IN TUTTI I SUOI COMIZI E INTERVENTI HA SEMPRE DIMOSTRATO L’AFFETTO PER I SUOI COMPAESANI E LA VOGLIA DI COSTRUIRE PER LORO ESPONENDO CHIARI E REALIZZABILI PROGETTI PER MIGLIORARE IL LORO FUTURO
    CIO’ LO HA FATTO SEMPRE METTENDO IN CHIARIO LE PROPRIE IDEE E DETTANDO LE STRAEGIE DI AZIONE PER RAGGIUNGIERE GLI OBBIETTIVI ECONOMICI E SOCIALI DI CUI IL PAESE HA URGENTE BISOGNO .
    IL NOSTRO COMUNE HA BISOGNO DI GENTE COME LUI : POLITICI CAPACI E PROFONDI CONOSCITORE DI ECONOMIA IN TUTTI I SUOI ASPETTI ; GENTE CHE HA VOGLIA DI FARE PER IL BENE COMUNE E CHE SOPRATTUTTO HA SEMPRE ESPOSTO CHIARAMENTE LE PROPRIE IDEE; GENTE CHE HA UN SACCO DI IDEE REALIZZABILI !!!!!

    IO SPERO SOLO CHE PERSONE ESPERTE COME TUMMINELLO ED ALTRI ANCORA (CHE SIANO DI SINISTRA O DI DESTRA ) POSSANO AVERE SEMPRE PIU SPAZIO NELLA POLITICA DEL PAESE , PER IL BENE DI TUTTI E PENSANDO AL PRESENTE M AUGURO CHE GLI ESPONENTI DI CASTELBUONO UNITA POSSANO AVERE LARGHE POSSIBILITA DI LAVORARE CON PIU LIBERTA’ ED EGUAGLIANZA ALL’INTERNO DEL CONSIGLIO COMUNALE : IL LORO CONTRIBUTO SIA VISTO POSITIVAMENTE DAGLI ALTRI CONSIGLIERI ( COME DEL RESTO LA VOLANTA’ DELL’ ELETTORATO AVEVA CHIARAMENTE MANIFESTATO )
    QUINDI, PER FAVORE, NON DICIAMO SCIOCCHEZZE E GUARDIAMO IN FACCIA LE COSE SENZA TROPPE IDEOLOGIE , PENSIAMO SOLO AL BENE DEL NOSTRO PAESE E FACCIAMO IN MODO CHE CHI HA IDEE POSITIVE POSSA TRANQUILLAMENTE ESPORLE E PORTARLE AVANTI E NON ESSERE CRITICATO : E’ ASSURDO !!!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.