Crocetta prende le distanze da Polizzotto, reato contestato dopo aver lasciato la Presidenza

By on 13 marzo 2018

[blogsicilia.it] “Polizzotto? Ha smesso di fare il consulente per me alla fine del 2013. Il reato per cui è indagato è stato commesso dopo, quando l’avvocato non aveva da tempo alcun rapporto di collaborazione con la mia presidenza. Alle ultime elezioni ha sostenuto Forza Italia e l’attuale Presidente”.

Così l’ex presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta prende le distanze dall’avvocato Stefano Polizzotto posto oggi ai domiciliari nell’ambito dell’inchiesta sulla presunta corruzione sugli appalti Casprecisando che era già un suo ex consultente all’epoca dei fatti contedstati nonostante fosse stato un fedelissimo fino al 2013.

“Nessuno speculi sull’idagine che riguarda l’ex mio consulente Polizzotto – ribadisce l’ex governatore che poi precisa –  ha smesso di fare il mio consulente per differenze di vedute su diverse questioni. Tale evidenza è perfettamente dimostrabile persino dalle scelte politiche che l’avvocato ha fatto di recente, aderendo a Forza Italia, a sostegno della candidatura del presidente Musumeci”.

Crocetta interviene anche sui nominati al Cas “In merito, poi, all’avv. Gazzarra era presidente del Cas nominato dal precedente governo e nel corso della mia amministrazione, componente del Cda, espressione dei soci di minoranza dell’ente”.

A proposito di Redazione

La Redazione di Castelbuono.Org, deus ex machina del progetto sin dal 2007, coordinata da Michele Spallino.

Effettua il log in per postare un commento Login

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Per continuare ad usare il sito, accetta i cookies. Leggi la cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi