Decreto sicurezza e immigrazione. L’Amministrazione Comunale approva la “sospensione”

By on 1 Dic 2018

Il 27 novembre la Camera ha approvato il ddl 840/2018, il cosiddetto decreto sicurezza e immigrazione nella versione in cui era stato modificato e approvato dal Senato il 7 novembre. Sul testo il Governo aveva posto la fiducia. In aula e in commissione non è stato discusso nessuno dei più di seicento emendamenti presentati dall’opposizione, e i pochi emendamenti presentati dal Movimento 5 Stelle sono stati ritirati. Hanno votato a favore i deputati di Lega e Movimento 5 stelle, Forza Italia e Fratelli d’Italia, mentre hanno votato contro Partito Democratico, Liberi e uguali e alcuni deputati cinquestelle. Il 26 novembre il Governo ha deciso di mettere la fiducia sulla norma per velocizzarne l’iter parlamentare e approvarla entro il 3 dicembre.

Il decreto è stato oggetto di dibattito anche a Castelbuono, durante il lungo Consiglio Comunale del 29 novembre (tra i punti all’OdG anche Bilancio e Piano Regolatore, con l’adozione de “la carta dei boschi”) ed è stata approvata la “sospensione del decreto sicurezza”, con il voto favorevole della maggioranza e contrario della minoranza.

Qui di seguito un elenco dei principali punti che prevede il decreto, tratti da una sintesi effettuata dal settimanale Internazionale:

– Abolizione della protezione umanitaria
– Estensione del trattenimento nei Centri di permanenza per il rimpatrio (Cpr)
– Trattenimento negli hotspot e ai valichi di frontiera
– Più fondi per i rimpatri
– Revoca o diniego della protezione internazionale
– Procedimento accelerato davanti alla commissione territoriale
– La lista dei paesi sicuri
– Restrizione del sistema di accoglienza
– Esclusione dal registro anagrafico dei richiedenti asilo
– Revoca della cittadinanza

A proposito di Redazione

La Redazione di Castelbuono.Org, deus ex machina del progetto sin dal 2007, coordinata da Michele Spallino.

Effettua il log in per postare un commento Login

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.