“Intorno alla leggenda”

img_0196[RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO] Castelbuono, dal 1912, ospita il giro podistico pi? antico d’Europa: “A cursa di S. Anna”. Ad essa hanno partecipato i pi? importanti atleti del mondo, ed ? stata e sar? sempre il sogno di tanti appassionati di atletica. Il 26 luglio di ogni anno la magia si ripete: migliaia di persone vengono a Castelbuono e, tra marciapiedi e balconi, lungo il tragitto della corsa, assistono a questo suggestivo ed unico tracciato, che impegna gli atleti per dieci volte all’interno dello splendido centro storico di Castelbuono.

Negli anni passati si ? cercato di dare la possibilit? a tutti gli appassionati di atletica di partecipare e di percorrere il prestigioso circuito; ma da quest’anno, questo sogno per molti diventer? realt?: il 5 aprile 2009 si terr? il ” Primo Trofeo di Atletica Parco delle Madonie”. La Societ? Sportiva A.S.D. Universitas Palermo, insieme al Gruppo Atletico Polisportivo di Castelbuono, all?Ente Parco delle Madonie, alla Provincia Regionale di Palermo ed alla Regione Siciliana, organizzano il Grand Prix Fidal Amatori/Master di corsa 2009, con due diverse categorie. L’appuntamento ? a Castelbuono, in Piazza Margherita, alle ore 08.30 di domenica 5 aprile 2009.
“Questa manifestazione sportiva – dichiara il Sindaco Mario Cicero – ? uno dei momenti pi? importanti per far vivere, sia agli appassionati di atletica che a tutti coloro che vogliono divertirsi, una giornata diversa all’insegna della leggenda, della natura, della cultura, della storia e dello sport. L’invito ? quello di venire a Castelbuono per assistere all’evento sportivo e sentirsi abbracciati dal grande e caldo senso di ospitalit? che caratterizza i castelbuonesi. Sar? sicuramente una domenica diversa e troverete stand espositivi con i prodotti tipici dell’Agroalimentare di qualit? che la Nostra Sicilia sa offrire.

IL SINDACO DI CASTELBUONO
Mario Cicero

2 Commenti

  1. E come un asino quando gli s’attacca al culo un tafano giunonico o una mosca che lo punge,
    corre qua e l? senza via n? direzione, scaraventando a terra il carico, rompendo freno e redini senza
    prender fiato n? riposo, e non sa chi lo move perch? non vede nulla che lo tocchi, cos? fuggivano
    quelle genti smarrite senza saper la causa del fuggire, affannate solo dal terrore panico che aveva
    loro invaso l’anima.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.