Eccellenza, Calabrese a GS.it: ‘’A Castelbuono sto benissimo, è una grande famiglia”

By on 28 dicembre 2016

[goalsicilia.it / Dario Li Vigni] È considerato tra i migliori attaccanti del girone A di Eccellenza ma non solo. Parliamo di Tindaro Calabrese, bomber e capitano del Castelbuono. Queste le sue parole a Goalsicilia.it.

Spesso i tifosi avversari dopo le partite si chiedono “Ma questo che ci fa in Eccellenza?”…

“Negli ultimi anni ho giocato in serie D, poi mi sono innamorato della piazza Castelbuono e qui sto davvero bene. Tra l’altro ho aperto un ristorante al mio paese, quindi riesco a spostarmi più facilmente”.

Nell’ultima prima della sosta avete perso a Licata, cosa non ha funzionato?

“Non lo so, credimi. Sapevamo che sarebbe stata dura, ma avevamo preparato bene la partita. Loro non stavano andando benissimo e quindi erano un po’ con l’acqua alla gola. Dal canto nostro eravamo reduci da quattro successi di fila e forse ci siamo rilassati un po’ troppo. In ogni caso ci hanno condannato due episodi”.

Capitano e uomo simbolo del Castelbuono. Il presidente dice che sei diventato “Castelbuonese d’adozione”…

“Come ti dicevo primo, al di là del calcio, mi sento davvero a casa. Qui è una grande famiglia. La gente ci tiene, sia quando viene al campo, sia quando ti incontra per strada. Mi sono ambientato benissimo”.

Vicecapocannoniere del girone con 8 gol a -1 da Testa. L’obiettivo è arrivare a…?

“Non me ne pongo limiti, anche perché in passato sono stato capocannoniere quattro volte in Eccellenza. Tutti noi attaccanti speriamo di arrivare a 20 gol, io ne ho fatti 8 e spero di ripetermi anche per il ritorno. Non tanto per me, ma per il bene della squadra”.

C’è un gol che non hai fatto e ti piacerebbe fare?

“La sforbiciata è sempre la più bella rete (ride, ndr). Anche se qualche gol così l’ho fatto, per esempio con il Due Torri contro il Ribera nella finale regionale”.

Eravate considerati la cenerentola del campionato, ma avete sorpreso un po’ tutti. L’obiettivo?

“Mantenere la categoria. Siamo una squadra molto giovane, adesso è arrivato Fagone che ci darà sicuramente una grossa mano. Lui, se non il più forte, è sicuramente tra i migliori portieri di entrambi i gironi di Eccellenza. Cerchiamo di arrivare alla salvezza il più presto possibile, poi l’appetito verrà mangiando”.

Qual è la squadra che nel girone d’andata ti ha impressionato maggiormente?

“Sicuramente il Troina, come squadra e come collettivo è la più forte. Poi il Paceco, sta facendo bene anche perché per lo più sono ragazzi del luogo e sono primi meritatamente”.

Domanda secca: chi vince il campionato?

“Non lo so davvero. Come ti accennavo mi ha impressionato molto il Troina, ma anche l’Alcamo ed il Paceco diranno la loro fino alla fine”.

A proposito di Redazione

La Redazione di Castelbuono.Org, deus ex machina del progetto sin dal 2007, coordinata da Michele Spallino.

Effettua il log in per postare un commento Login

Lascia un commento

Per continuare ad usare il sito, accetta i cookies. Leggi la cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi