Estorsioni ai danni della comunità rumena di Castelbuono, rinviato a giudizio un 61enne

By on 17 maggio 2018

Continua l’inchiesta in merito alle estorsioni subite dalla comunità rumena di Castelbuono. Come riporta  un articolo sul Gds, a firma del giornalista Giuseppe Spallino,  si sarebbe trattato di un vero e proprio “pizzo”, secondo gli inquirenti della Procura di Termini Imerese, per cui è stato rinviato a giudizio V.G., 61enne rumeno che sarebbe stato la mente dietro la pianificazione e attuazione delle estorsioni. Alle persone coinvolte venivano chiesti 150 euro al mese e, in caso di rifiuto, seguivano delle minacce. Tutti i rumeni a cui è stato chiesto denaro hanno denunciato il fatto, facendo partire un’inchiesta condotta dall’appuntato scelto Calogero Andollina della stazione dei Carabinieri di Castelbuono che ha portato al rinvio a giudizio anche di tutti i membri della famiglia dell’uomo. Una prima condanna è già arrivata il 15 Febbraio 2017. Il processo all’uomo considerato “la mente” dell’operazione comincerà invece il 6 Febbraio 2019. 

A proposito di Redazione

La Redazione di Castelbuono.Org, deus ex machina del progetto sin dal 2007, coordinata da Michele Spallino.

Effettua il log in per postare un commento Login

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Per continuare ad usare il sito, accetta i cookies. Leggi la cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi