Ferrovie, appaltato il tratto tra Cefalù e Castelbuono

[LAVOCEWEB.COM] Fa un altro importante passo avanti il progetto di raddoppio ferroviario Cefalù-Castelbuono. La Toto costruzioni generali si è aggiudicato l’appalto per la direttrice Palermo-Messina (12,3 chilometri). La Toto ha presentato un’offerta di oltre 323 milioni di euro con un ribasso del 20,50 per cento. Lo scrive il sito Eventiquattro citando ?fonti riservate? del Sole 24 Ore.
I lavori verranno avviati dopo la fase di progettazione esecutiva che durerà sei mesi e saranno ultimati in 72 mesi. L’opera dovrebbe quindi essere completata entro sei anni, cioè nel 2018.
La società appaltatrice, scrive ancora Eventiquattro, ha intrapreso un progetto di sviluppo industriale evolvendosi dal ruolo di semplice contractor a quello di general contractor, per la realizzazione “chiavi in mano” di opere complesse, anche in regime di concessione. E aggiunge: ?Toto costruzioni generali ha chiuso l’esercizio 2011 con un valore della produzione di circa 235 milioni. Il portafoglio ordini, a oggi, nonostante la crisi del settore delle costruzioni in Italia, è pari a oltre 1,2 miliardi?.
La notizia dell?assegnazione dell?appalto arriva mentre si cerca di fare ripartire il cantiere del tratto Fiumetorto-Cefalù. La settimana prossima l?Ars si occuperà del blocco dei lavori. Il caso ruota attorno alle difficoltà dell?impresa appaltatrice Cefalù 20. Sulle possibilità di riprendere i lavori si parlerà mercoledì davanti alla commissione attività produttive dell?Assemblea regionale siciliana convocata dal presidente Salvino Caputo. Sono stati invitati l’assessore regionale alle infrastrutture, Pier Carmelo Russo, i vertici di Rfi e Cefalù 20 scarl, Cgil, Cisl, Uil e Ugl e i sindaci di Cefalù, Termini Imerese, Campofelice di Roccella e Lascari.
?Auspico ? ha detto Caputo ? che l’incontro potrà offrire rassicurazioni e garanzia per la tutela dei livelli occupazionali e per la ripresa dei lavori. La società Rfi presenterà il piano industriale e valuteremo le decisione da adottare. È chiaro che siamo di fronte alla realizzazione di un’importante opera il cui futuro è legato alle risorse economiche da investire, anche se bisogna evitare che rimanga un’altra grande opera incompiuta?.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.