Fiasconaro a Parma per la 19° edizione di Cibus, il Salone Internazionale dell’Alimentazione

By on 5 maggio 2018

[mixerplanet.com] Parma torna a essere crocevia internazionale del gusto: dal 7 al 10 maggio gli spazi del Quartiere Fieristico si aprono alla 19esima edizione di Cibus, il Salone Internazionale dell’Alimentazione che ogni due anni chiama all’appello da ogni angolo del mondo i migliori produttori dell’agroalimentare e tantissimi visitatori (furono 72.000 nel 2016), tutti professionisti del settore food, del retail e dell’Ho.Re.Ca.

Sapori, colori, profumi. Degustazioni, showcooking, abbinamenti culinari. Tavole rotonde, workshop, seminari. Anche quest’anno Cibus si presenta come uno straordinario percorso alla scoperta delle nuove tendenze alimentari e alla ri-scoperta delle migliori tradizioni enogastronomiche, fra esposizioni, momenti di tasting e appuntamenti convegnistici.

Direttamente dalla Sicilia (e per la precisione da Castelbuno, splendido borgo seminascosto nei boschi del Parco delle Madonie, a pochi chilometri da Palermo) sono giunta a Parma per l’occasione tutti i pasticceri dell’azienda dolciaria Fiasconaro. Giubba bianca abbottonata e toque calzata in testa, aspettano i ‘Cibus-visitatori’ allo Stand H 040 del Padiglione 6 con il loro carico di dolci leccornie. Torroni, torroncini, cubaite, creme… ma soprattutto i famosi panettoni che hanno reso Fiasconaro un brand cult a livello internazionale.

Cibus Innovation Corner: la vetrina internazionale per il food di qualità
Una novità caratterizza questa edizione 2018 del Salone: l’esclusivo Cibus Innovation Corner (Padiglione 4.1), spazio preposto ad accogliere i prodotti più innovativi presentati dagli espositori. Una vetrina esclusiva capace di dare la giusta visibilità internazionale al meglio e al nuovo del mondo food. A una Giuria Tecnica (coordinata dal team di Food Editore) è spettato il compito di selezionare i prodotti più meritori… e il panettone Marron Noir firmato Fiasconaro è rientrato fra essi.

Bello a vedersi e tutto da gustare, è un vero e proprio omaggio al Piemonte e alle sue specialità: arricchito con farina tostata di castagna e con miele di castagno, l’impasto accoglie al suo interno i più preziosi marroni della Valle Varaita (spicchio di terra in provincia di Cuneo, dove la castanicoltura ha origini antichissime) e un dosaggio calibrato di cioccolato alla gianduia. Una doppia glassatura lo rende ancora più invitante: la copertura fondente avvolge infatti una leggera crema di marroni. Il tocco finale? Un sontuoso Marron Glacé troneggia con fare autoritario sulla cima del panettone.

A proposito di Redazione

La Redazione di Castelbuono.Org, deus ex machina del progetto sin dal 2007, coordinata da Michele Spallino.

Effettua il log in per postare un commento Login

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Per continuare ad usare il sito, accetta i cookies. Leggi la cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi