Finanziato un Info-Point Madonie-Nebrodi

Un info-point pubblico sarà aperto nei comuni di Gangi, Geraci Siculo, Nicosia, Petralia Soprana, Petralia Sottana, San Mauro Castelverde e Sperlinga

Finanziato l’ “Info-Point Madonie –Nebrodi”. Un punto di accesso info-telematico pubblico sarà attivato nei comuni di Gangi, Geraci Siculo, Nicosia, Petralia Soprana, Petralia Sottana, San Mauro Castelverde e Sperlinga con l’obiettivo di offrire un servizio alla popolazione e alle imprese che operano in aree rurali. Tutti i comuni citati infatti, hanno un’alta ruralità e sono classificati nel Piano di Sviluppo Rurale come aree “D”. Il progetto presentato dal comune di Petralia Soprana, individuato quale capofila, non a caso ha fatto riferimento all’offerta del PSR Sicilia 2007/2013 e alla sottomisura 321/A “servizi essenziali e infrastrutture rurali” – Azione 4. Con il finanziamento di 49.000 euro saranno realizzati dei punti di accessi telematici pubblici dove il cittadino gratuitamente sarà assistito nel reperimenti di servizi on-line delle amministrazioni locali e territoriali ed anche nella consultazione della rete internet. Il servizio sarà attivato in siti altamente fruibili sia per la loro collocazione che per disponibilità oraria di apertura. A Geraci Siculo sarà attivato nella Hall degli uffici comunali, a Nicosia nell’ufficio turismo, a Petralia Sottana nel centro diurno, a San Mauro Castelverde nell’ex convento Badia, a Sperlinga nella biblioteca comunale e a Petralia Soprana all’interno dell’ufficio turistico. “Un altro risultato è stato centrato – afferma il sindaco Pietro Macaluso. Un finanziamento che divideremo con altri comuni limitrofi con i quali in modo sinergico abbiamo sposato la stessa idea di creare servizi per la collettività”. “Uno strumento importante – aggiunge l’assessore Rosario Lodico – ed un servizio che sarà offerto a chi si recherà in visita o soggiornerà nel nostro paese oltre che a tutti i residenti che avranno la possibilità di avere nella piazza principale la rete per la connessione con smart-phone e tablet. Questo risultato – conclude Lodico – si inserisce all’interno di altri progetti che potenzieranno l’offerta turistica e che sono in fase di definizione come la rete museale tra diciassette Comuni, che sarà realizzata quest’anno e che l’amministrazione comunale di Petralia Soprana ha voluto cofinanziare”.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.