Gandolfo Librizzi “la mia Verit?? sul progetto Ecodem”

La redazione ha deciso di pubblicare la risposta di Gandolfo Librizzi, presidente provinciale del PD, come nuovo articolo data la lunghezza e le argomentazioni del commento.Leggo l’intervista di Mario Cicero dal titolo “Librizzi ha compromesso il progetto Ecodem”?, dal quale si evince a conclusione che lo scrivente, per tornaconto personale, avrebbe mandato in aria il progetto “Ecodem”?.Prima di decidere di rispondere all’accusa mossami ho sentito l’esigenza di valutare l’opportunit?? o meno di partecipare alla querelle aperta dal Sindaco di Castelbuono, in un momento tra l’altro, in cui il Partito democratico ha bisogno di tutto tranne che di ulteriori beghe interne. Ritengo per?, dopo una attenta riflessione, che il silenzio possa essere interpretato come accettazione dell’accusa mossami e, quindi, avrebbe potuto ingenerare nei lettori un lecito dubbio circa la verit?? dei fatti che, a quel punto, sarebbe stata quella rappresentata da Mario Cicero.Siccome ritengo opportuno che si faccia chiarezza sui fatti, ritenendomi assolutamente estraneo alla accuse ricevute, ho il dovere di rappresentare e testimoniare la mia verit?? in modo da consentire a quanti hanno partecipato con passione alle primarie per il PD ed ai successivi momenti politici di farsi una ragione dei fatti valutando le due verit?? esposte.Come tanti sanno, anche a Castelbuono, le cose non sono andate come sono state rappresentate da Mario Cicero e la testimonianza dei tanti ? possibile proprio perch? il processo partecipativo, dal basso, ha fatto si che tutte le decisioni siano state prese in trasparenza e con la compartecipazione degli aderenti al “progetto”?..Chi ? sfuggito a questo confronto e, soprattutto, chi non ha accettato questo metodo che ? della democrazia partecipata ? stato proprio chi oggi rappresenta un’altra verit?? cercando pubblicamente di offuscare la credibilit?? delle persone coinvolte.Senza tanti giri di parole e per non citare innumerevoli soggetti di quasi tutti i Comuni delle Madonie, posso qui richiamare, in breve, solo i delegati alla Assemblea Costituente Nazionale e Regionale del PD con i quali, in stretto contatto e raccordo, abbiamo sempre deciso comunemente e condiviso unitariamente il da farsi.Leggo, invece, che “C’era un progetto che avevamo condiviso al termine di un incontro degli Ecodem a Roma che prevedeva l’espressione di candidati delle Madonie nelle prossime tornate elettorali”?. Chiedo: avevamo condiviso chi? A nome di chi si parla? E a nome di chi ha trattato tale progetto? Sulla testa di chi? E per quale fine?Mi si accusa quindi che “Pur di diventare presidente provinciale del partito democratico ho mandato in area il progetto che mirava ad ottenere un candidato alle regionali e quattro alle provinciali e che, avuto anche il consenso del senatore Ferrante e dell’On. Piro, aveva “? Lui, Cicero, proposto che Alessandro Ficile, presidente della So.svi.Ma. fosse il nostro candidato alle regionali”?.La dinamica politica che mi ha portato a ricoprire la carica di Presidente Provinciale del Partito ? stata tutta alla luce del sole e non ? stata mediata da nessun accordo sotto banco a discapito di nessuno n? patteggiata per tornaconto personale con alcuno. I fatti sono li a dimostrarlo. Altri hanno invece utilizzato metodi da vecchia politica per osteggiare il processo partecipativo avviato prima per poi, ad elezione unanime avvenuta, avviare una fase di attacco personale, senza che a mio avviso esistesse un reale motivo.Il tentativo che viene fatto oggi, attraverso tecniche inaccettabili e peraltro maldestre, ? quello di dileggiare il sottoscritto facendo passare tale tentativo come una analisi di alto profilo.Il richiamo a nomi di persone autorevoli ? solo il tentativo di mostrare ai comuni mortali ignari degli accadimenti reali la fondatezza delle accuse supportando il tutto con le relazioni importanti che si intrattengono, sperando di dare cos? autorevolezza alla propria rappresentazione della verit??.Quanto appreso mi amareggia, anche perch? chi oggi mi dileggia ieri mi corteggiava. Ma non posso accettare che quanto ? stato detto, con cotanta sicumera, possa essere visto come una rappresentazione veritiera e credibile. Mio malgrado, non ritengo giusto anche nei confronti di chi ancora oggi crede nel progetto, di assecondare con il silenzio il tentativo maldestro di tirare in ballo il nome del Presidente della So.Svi.Ma. e ci? magari solo per riconquistare la sua fiducia, il tutto con lo scopo di metterlo contro me agitando lo spettro della storiella di trattative di bassa levatura politica ordite dallo scrivente ai danni dello stesso.Mi dispiace per chi analizza ma, queste fandonie, nemmeno scalfiscono lontanamente la mia serenit?? d’animo n?, soprattutto, il vincolo che lega me al presidente della SoSvi.Ma.. Amicizia che va ben al di l?? di un mero sodalizio politico o dai calcoli derivanti dai subdoli ammiccamenti momentanei di politici di carriera alla fine della loro stagione.Due annotazioni e una proposta. La prima annotazione. Che io sappia, nella sua pluriennale esperienza, mai il Presidente della So.Svi.Ma. ha utilizzato il suo ruolo per altri fini politici e mai ha ipotizzato, avanzato una sua candidatura come sembra far pensare la suggestione del Sindaco di Castelbuono. Forse nella sua mente, che ? molta effervescente ma evanescente, s?, ma al giudizio di persone serie ed equilibrate mai ? passata questa illusione e per rispetto delle persone chiamate in causa non dovrebbe farsi nome di alcuno a loro insaputa.Seconda annotazione. Il tentativo di mettere contro due persone con false storielle sa un po di vecchio squallore politico (dividere et impera). Purtroppo per lui, il rapporto di amicizia e di stima reciproca, ? qualcosa che va ben al di l?? di meri calcoli e strategie (del resto, di corto respiro) che a personaggi oggi confusi non ? comprensibile ed accettabile. Nella vita, la fedelt??, la coerenza, la fiducia e la stima sono valori costanti nel tempo che non possono essere scalfiti da rappresentazioni non veritiere. Quanto maldestramente rappresentato non offende le persone citate ma chiarisce lo stato confusionale in cui si trova chi fa tali dichiarazioni.E qui sta il punto vero. Quella rappresentata non ? altro che una Cicerata, come si direbbe a Castelbuono cio? una locuzione immediata e semplice per stigmatizzare il parlare inconcludente ed effimero di chi ha pochi argomenti peraltro confusi dalla superbia.Pi? che di politica si dovrebbe discutere, quindi, di antropologia e, forse ancora meglio, di psicologia. Cos? risulterebbe, da un’analisi caratteriale pi? approfondita, un’atrofizzazione dell’io e un’esaltazione del “superio”?. Modi cos? pervasivi da far assumere la concezione che il mondo che si osserva coincide con la propria persona e le proprie elucrubazioni mentali con la verit??. Non ? cos? nella realt??.Purtroppo, per?, si lanciano accuse politiche pubbliche e io mi chiedo: a quale fine? Perch??Non voglio apparire reticente ne usare la stessa moneta ma, per non sfuggire di fronte a queste accuse e per onorare ed esaltare la Verit??, quella che credo interessi i pi?, faccio questa proposta: dove si vuole, quando si vuole, come si vuole sono pronto ad un pubblico confronto magari l? in quella stessa Piazza Margherita, cuore della civica Castelbuono.Il Sindaco, grande analista e stratega, ed io umile e semplice nano al suo confronto. Ma, ad una condizione: che le persone ascoltino, cosicch? si faccino un’opinione e giudichino la verit?? dei fatti. Non mancher?? per me. Io ci sar?. Spero che ci sia pure chi, invece, ? aduso a metodi di vecchia politica. Mi auguro cio? che, in un pubblico confronto, in pubblica piazza, si presenti al contrario di quanto, invece, ? accaduto ripetutamente, quando, chiedendo il chiarimento fra tutti gli Ecodem, sfuggiva sistematicamente.
Gandolfo Librizzi

8 Commenti

  1. Queste sì che sono palle sig. Librizzi!!
    Cmq…per cercare di recuperare una persona a noi tanto cara quale sei tu caro Mario ti ribadiamo il nostro invito di semplici ed umili bestie:fermati un istante e fai un pò di differenziata!!Elimina tante scorie che ammorbano il tuo animo e il tuo grande cervello e ritorna alle tue radici, alla tua terra!!Solo così potrai riprendere il tuo cammino politico!!
    Sappi, comunque, che noi siamo disposti ad accoglierti nella nostra scuderia dove c’è pronta una vardedda anche per te!!
    Ah..dimenticavamo: spero che ci inviti al confronto che si terrà a Piazza Margherita!Chiediamo solo un pò di fave, paglia e dei secchi d’acqua e ti assicuriamo che saremo eleganti!!Inoltre, applaudiremo con il raglio ogni tuo intelligente pensiero!!
    Ma toglici una curiosità: rischiamo forse di rimanere in silenzio quella sera?”

    Un raglio affettuoso!!

    I tuo cari amici asini

  2. al signor gandolfo librizzi e all’amico degli asini ecologici: si vola basso!!
    d’altro canto il signor librizzi è avvezzo, non sopporta le critice specialmente quando sono vere; due tre cose:

    1) è vero che il signor gandolfo librizzi ha scambiato con accordo politico sottobanco la sua presidenza all’assemblea proviciale del partito democratico col successivo appoggio alla candidatura di davide faraone alle elezioni regionale e chissà pure per una candidatura alle elezioni provinciali??
    2) non si capisce nella lettera del signor librizzi la sostanza della sua verità politica; l’unica cosa che si capisce sono gli insulti al pazzo e confuso mario cicero che per 15 anni amministra (e bene) nel centrosinistra un grande comune delle madonie;
    3) mi pare che a polizzi sia andata diversamente…un assessore di nome librizzi lanciato a sindaco per le future competizioni dura il tempo di un battito d’ali;
    4)chiedo: perchè non è stata proposta una valida canditatura delle madonie per le elezioni regionali? al presidente provinciale dei democratici, madonita, si puo chiedere conto di questo o è peccato? o siamo tutti diventati pazzi?
    5) mi chiedo cosa vorrà andare a dire nella piazza di castelbuono il signor librizzi? lancio la contro proposta fatela nella piazza di polizzi generosa questo confronto, sarò lieto assieme ad altri di partecipare.
    6) non si affanni nessuno a ricercare candidature per le elzioni provinciali, ecodem o asidem tanto i bolidi del pd si stanno preparando e non lasceranno spazio a nessuno: cefalù o gangi? da dove il prossimo consigliere provinciale?
    7) se sottobanco riesce semplice ottenere una carica o una investitura alle elezioni provinciali fortunatamente i voti si devono poi cercare tra la gente;

    auguri a tutti

  3. ma Dott. Li brizzi, mi permetta un aperplessità:
    si dice DIVIDI et impera? o DIVIDERE et impera?
    e poi …
    questa sua Verità, con la V maiuscola, quasi meritevole del determinativo.
    Lei saprà, sicuramente, per gli studi fatti, che le verità sono tante, almenno quanti sono i mondi… e da li nasce il Dialogo e si supera il Turpeloquio che mi pare Lei e Mario usiate abbondantemente.
    Mah

  4. Caro sig. Peppe mica sempre è un male o un limite volare bassoperchè da questa posizione si osservano meglio le bassezze degli uomini!Sai..occorre parecchia umiltà e non crediamo sa una tua dote considerato che le tue parole trasudano arroganza e prosopopea!!
    Ai lettori il giudizio!
    Ma comunque..andiamo per ordine:
    punto 1) chi ha partecipato al confronto ed agli incontri del gruppo ecodem conosce la consecutio tempora degli avvenimenti e può sia fugare ogni dubbio sulla correttezza di librizzi che spazzare via ogni fandonia sui fatti
    punto 2) a quali insulti si riferisce sig. peppe?sa leggere?o si trova nella stessa situazione del putiaro che bandizza quello che vende?Inoltre, nessuno ha mai messo in dubbio la capacità amministrativa di Mario Cicero da considerare uno dei migliori Sindaci mai avuti dalle Madonie bensì la sua errata e strumentale ricostruzione dei fatti!!
    punto 3) la sua ricostruzione dei fatti è dettata da forte acredine oltre ad essere fasulla!sarebbe bastato chiedere la verità dei fatti ai vari attori coinvolti nella vicenda ma capiamo che si tratta di uno sforzo immane per chi vuole solo delegittimare ed ammorbare le acque!
    punto 4)no!lei sig. peppe non è pazzo ma in forte malafede!Basterebbe che lei utilizzasse il buonsenso ed un pò della sua esperienza politica (o è stata depauperata?) per darsi una risposta al suo ridicolo interrogativo!!
    punto 5)la verità è figlia del tempo e non si può racchiudere per suo natura in nessun contenitore sia esso aperto o chiuso!Quando verrà fuori in maniera pubblica non basteranno piazze, parchi e altre aree per contenerla!!Speriamo che in quell?occasione lei abbia orecchie necessarie per ascoltare e buon seso per intendere!!
    punto 6 e 7)queste ultime riflessioni sono una contraddizione chiarissima e dimostrano, qualora ce ne fosse bisogno, quanto lei abbia messo la logica nel freezer sostituendole con l?acredine!!Ma di quali bolidi parla?Ma pensa sul serio che qualunque ?bolide? sia in grado inquanto tale di raccogliere consenso e centrare l?obiettivo?

    Ci consenta sig. Peppe?noi saremo pure degli asini e magari voleremo basso ma in fatto di intelligenza e correttezza gli ?lassamu u fumu?!!!Non sarebbe il caso che anche lei scendesse a bassa quota così da depurare il suo cervello dalla tanta anidride carbonica che c?è in alta quota e che le impedisce di ragionare con lealtà?

    Un raglio affettuoso!!

    La scuderia degli asino ecologici

  5. in politica trovare Uomini che siano riconoscenti della generosità altrui è molto difficile anche se non impossibile; caro signor librizzi, lei dovrebbe ammettere che mario cicero, con l’operazione ecodem, ha fatto nuovamente “cristiano” una persona come lei che si trovava un po’ in difficoltà se non in isolamento politico dopo le note vicende polizzane; lei non è stato riconoscente della lealtà e dei voti che alle primarie mario e compagni le hanno attribuito e si è appattato per un posto di presidente a prescindere e magari sta cercando nuovamente di appattarsi per le elezioni provinciali. questo modo id fare dispiace, per la Politica in genere.

    non creda che mario sia isolato o in decadenza perchè non è così; l’uomo è un animale politico perchè foriero di idee originali che a volte cambiano le sorti dei territori e degli uomini che li vivono; mi creda, caro librizzi, che a parte le volgari battute sugli asini, mario cicero a cui va la mia e non solo solidarietà non sarà isolato perchè assieme ai suoi difetti è stato ed è un raro esempio di madonita pieno di idee al servizio del proprio territorio.

    il cavallo dicono che si vede sulla lunga corsa, lasciamo alla mediocrità degli uomini asini il giudizio della propria coscienza e agli altri gli onori del tempo.

    aldo

  6. Ben detto sig. Aldo!!
    Lasciamo alla mediocrità degli uomini asini il giudizio della propria coscienza!!Incominci pure prima che la sua coscienza lo travolga!Ha già atteso tanto ed inizia ad essere impaziente!!
    Glielo consigliamo con affetto fraterno noi Asini Uomini e con le palle!!

    a scanso di ulteriori equivoci (ma nel caso suo voluti e in malafede!!) nessuno ha mai messo in dubbio le capacità politiche ed amministrative di Mario Cicero che, ribadiamo, sia uno dei più grandi sindaci che le MAdonie abbiamo mai avuto!!Ne siamo fermamente convinti così come siamo convinti della correttezza e lelatà del sig. Librizzi!!Perchè sarà pur vero che il cavallo si vede a lunga corsa che la qualità del pelo si nota subito!!
    Lei, sig. Aldo, il suo pelo l’ha forse perso conservando solo il vizio?

    Sembra ombra di dubbio Mario Cicero darà ancora tanto a questa terra al cui sviluppo ha contribuito insieme a tante altre persone senza risparmiare energie e tempo!!

    Ci sentiamo, però, di dare a Mario un consiglio:
    “Caro Mario a te che ci hai sottratto al nostro misero e silenzioso destino vocato all’estinzione noi umili Asini Uomini ti chiediamo di liberarti di tanti uomini asini che pensano solo ad adularti ma con un pugnale in tasca pronti a farne buon uso appena si presenterà l’occasione!Sono gli stessi che mentre ora osannano il tuo contributo alle primarie ed al progetto ecodem nei giorni successivi al 14 ottobre 2007 erano, nelle case della tua amata Castelbuono, a sminuire il tuo lavoro giocando sui numeri!Credici!!LI sentivamo commentare malignamente dietro le quattro mura delle loro case!! Sono loro che voglio isolarti e, crediamo, scopriremo quanto prima la ragione di ciò!!Il territorio ha bisogno di te e della gente che con te in questi duri anni ha lavorato sulle Madonie!!E NON DI QUELLI CHE COME ZECCHE (e di queste bestiole noi siamo intenditori e li riconosciamo a km di distanza!!) si sono “attaccati” alla tua pelle per vivere di luce riflessa!!”

    Un raglio affettuoso!!

    La scuderia degli asini ecologici

  7. Ho letto l’intervento-risposta al mio precedente post da parte degli asini ecologisti(non è il caso di identificarli raggruppati in scuderia;perchè senno’ ci dovrebbero informare sulla proprieta’ della stessa e dei “fantini” che li cavalcano)
    Sono rimasto sorpreso e incredulo delle tantissime divagazioni e retropensieri(gratuiti) di questi asini che, purtroppo, adusi alla raccolta differenziata dei rifiuti,non sono altrettanto adusi a differenziare o a saper riconoscere parole,concetti,fatti.
    Cari asini ecologisti vi invito a non rimanere prigionieri all’interno di “scuderie mentali” di cui il PD non ha proprio bisogno.
    Al Komunista,che per propria natura non adula nessuno,e ritengo pure a tanti altri, piacerebbe conoscere il vostro giudizio e la vostra valutazione sulle “uscite” del sindaco Cicero e del Presidente del PD provinciale.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.