Gita turistica tra i paradossi.

By on 16 novembre 2006

[da L’ISOLA POSSIBILE – 3 Novembre – di Paola Castiglia]

A due anni di distanza dalla fine del corso di alta formazione per guide escursionistiche nessuna risposta ai 20 professionisti che attendono di accedere all?albo.

La terra di Sciascia e Pirandello, semmai ce ne fosse bisogno, aggiunge nuove conferme ai paradossi che ne hanno fatto la storia. Questa volta tocca all?ambito del turismo escursionistico, e gli eventi vanno a tutto discapito di chi ha impiegato soldi e fatica nella propria formazione. Volendo procedere per gradi, la ?saga? ha per protagonisti circa quaranta giovani guide naturalistiche, ed è iniziata due anni fa, a Castelbuono. La cittadina era stata scelta come sede dei corsi di alta formazione per guide naturalistiche, organizzati dalla regione Sicilia, dall?Unione Europea e dal ministero dell?istruzione, università e ricerca. Il corso, di 1200 ore, nasceva ad hoc per essere recepito dalla legge n. 8 del 3/5/2004, andando a creare una figura professionale in grado di ?fare scoprire ed apprezzare le bellezze dei luoghi oggetto della visita, accompagnando i visitatori lungo i sentieri di parchi, riserve e zone protette e illustrando le particolarità botaniche, geologiche e faunistiche dell?ambiente?, come si legge testualmente nel diploma rilasciato dopo l?esame finale. Alla legge in questione era seguito anche il decreto assessoriale n. 161, che andava ad istituire presso l?assessorato regionale del turismo, della comunicazione e dei trasporti, l?attesissimo albo regionale per guide ambientali escursionistiche. Tutto perfetto, se non fosse che la suddetta ?legge ad hoc? non abbia mai recepito il corso in questione. Così, a due anni dalla fine delle lezioni, esiste un albo delle guide escursionistiche, ma le sue pagine rimangono vuote e nessuno ha ancora stabilito le tariffe che possono essere richieste per un?escursione. Al paradosso si aggiunge paradosso, e da qualche tempo è in atto un progetto di rilancio del territorio, denominato ?identitè mediterranèe?, durante il quale si è chiesto ad accompagnatori senza titolo di guidare gruppi di turisti nel territorio madonita e in quello della valle del belice. E le tariffe?! Nessun problema. Gli sprovveduti accompagnatori avrebbero potuto stabilirle arbitrariamente, sostituendosi a quelle che sono le competenze dell?assessorato al turismo! Sarebbe assurdo ovunque, ma non certo nella terra del ?così è, se vi pare?, dove l?assurdo diventa ovvio. Certo, però, l?ovvietà non era tale per i ragazzi che il corso lo hanno seguito tutto, durante le 800 ore di teoria e le 400 di pratica, tenute da professori del calibro di Francesco Maria Raimondo, preside della facoltà di scienze matematiche. O del calibro di Rosario Schicchi, Pietro Mazzola e Maurizio Sarà, garanzie nell?ambito scientifico siciliano. Va detto che a questo corso non mancava alcun parametro richiesto per l?accesso all?albo, rappresentato dalla presenza – tra i partner – di un assessorato regionale, da un istituto superiore e da una facoltà universitaria – che nella fattispecie è quella di Conservazione e Valorizzazione della Biodiversità. Cosa impedisce, allora, che chi ha frequentato il corso possa essere inserito nell?albo per iniziare a lavorare nel proprio settore in modo non abusivo e con tariffe non arbitrarie? Fino a qualche giorno fa mancava un referente che ci desse risposta, non essendosi ancora insediato l?assessore regionale al turismo. Adesso l?assessorato è andato a Dore Misuraca. Non ci resta che auspicare una risposta rapida da parte sua alle 20 guide che aspettano di poter iniziare la professione, e magari anche alle guide subacque, che si trovano già da tempo nella medesima situazione dei colleghi naturalisti.

da “l?isola possibile” n. 31 agosto 2006

A proposito di Redazione

La Redazione di Castelbuono.Org, deus ex machina del progetto sin dal 2007, coordinata da Michele Spallino.

Effettua il log in per postare un commento Login

Lascia un commento

Per continuare ad usare il sito, accetta i cookies. Leggi la cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi