I-Art, artisti castelbuonesi interpretano “l’identità siciliana”

Montagne d'arte

Venerdì 21 agosto, alle ore 18,30 sarà inaugurata presso l’ex convento dei Cappuccini a Geraci Siculo la mostra collettiva “Montagne d’arte”. L’evento è inserito all’interno del progetto I-Art, di cui la sede di Geraci è CCP (centro culturale polivalente). La mostra, a cura dell’architetto Giuseppe Antista, ospiterà diciotto artisti, tra cui i castelbuonesi Domenico Pollara, Manuela Guarcello, Stefania Cordone, Paolo Badami, Angela Sottile e Vera Carollo.

Il progetto I-Art, ideato e diretto dall’associazione I WORLD, si propone come un nuovo movimento artistico e culturale che, coinvolgendo artisti di tutte le discipline, si propone di reinterpretare le identità e le tradizioni orali della Sicilia attraverso l’arte contemporanea.

Oltre alla realizzazione di una rete capillare che coinvolge numerosi comuni siciliani, il progetto porta avanti parallelamente una serie di attività di formazione artistica che prevede un programma di Artist in Residence, itinerari d’arte e cultura, organizzazione di festival ed eventi funzionali alla creazione di servizi integrati regionali per l’arte contemporanea.

Castelbuono è stata già coinvolta in prima linea all’interno di questo progetto, avendo ospitato il duo artistico Alessandro Fonte & Shawnette Poe che, dopo aver svolto una residenza dal 29 marzo al 23 aprile 2015, in collaborazione con il Comune di Castelbuono il Museo Civico e il Museo Naturalistico Francesco Minà Palumbo, ha concluso l’attività con la performance “La giostra dell’avvicinamento (rituale per 8 persone e 8 rapaci imbalsamati)”.

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.