I Castelbuonesi pagano più tasse di prima? e rispetto agli altri Comuni? e le Spese …?

[Riceviamo e pubblichiamo] Spesso sentiamo, o leggiamo, interventi dei nostri Politici Locali riguardanti la situazione finanziaria del nostro Comune. Anche i “semplici cittadini” discutono, spesso infuriati, sugli eccessivi pagamenti dei Tributi Locali, o su alcune spese ritenute assurde da alcuni o giustificate da altri. Si avanzano tante volte paragoni tra le diverse Amministrazioni che ultimamente si sono insediate, o si cerca di rapportare i dati con gli altri Comuni (basandosi però spesso su semplici “notizie”).

Importante, credo, sia fare un pò di chiarezza, o meglio riportare in maniera semplice ed intuitiva i dati delle Voci più rilevanti degli ultimi Bilanci Consuntivi del Comune di Castelbuono, e confrontarli con gli altri Comuni Italiani. Da una lettura ed una semplice analisi, emergono i seguenti dati, meritevoli di citazione ed eventualmente riflessioni ed approfondimenti. La prima cosa che spicca è l’ enorme riduzione dei “Contributi e Trasferimenti Pubblici” che passano da poco più di 6 milioni nel 2011 a poco più di 2 milioni nel 2013 . Anche questo è il motivo dell’incremento delle “Imposte e Tasse” Locali che vanno da quasi 2 milioni (2011) ai quasi 6 milioni del 2013 ( nel 2014, da Bilancio Previsionale, ammontano a 4,5 milioni).

Praticamente l’aumento delle Imposte, almeno numericamente parlando, è stato dovuto per bilanciare il decremento dei Trasferimenti da Stato e Regione . Però, è bene rilevare, che Castelbuono nel 2013 è risultato essere il 38° Comune d’Italia (tra i 1.150 tra i 5 e 10 mila abitanti) per importo procapite (importo imputabile mediamente ad ogni cittadino) dei Tributi Locali; si è passati da 218 € procapite (nel 2011) a 648 (nel 2013); la media a livello nazionale nel 2013 è stata di 390 € procapite. Questo ultimo dato, può essere analizzato (ed in parte giustificato), prendendo in considerazione un altro dato molto rilevante: la spesa per i rifiuti è passata da 125 € procapite nel 2011, a 208 procapite nel 2013; ciò ha portato Castelbuono ad essere l’ 82° paese d’ Italia (tra i 5 e 10 mila abitanti) ad avere la maggior spesa procapite per la gestione dei rifiuti ! ( la media nazionale è stata nel 2013 di 122 € procapite )

E le spese del personale? Anche qui Castelbuono, prendendo in considerazione i Comuni tra 5 e 10mila abitanti, è “orgogliosamente” tra i primi posti…: sui 1150 Comuni, nel 2011 risultava essere il 38° Comune con la maggiore spesa per il personale; nel 2013 è sceso di un pò ( forse per fortuna…) al 57° posto: si è passati da 429 € procapite a 370 € procapite ( comunque ben più alta della media nazionale chè è di circa 200 € procapite…) I dati e gli indicatori riportati non vogliono assolutamente essere un metro di giudizio sull’operato di una o altra Amministrazione, anche perchè si è operato in un contesto economico ben diverso e comunque è impossibile sapere cosa avrebbe fatto “Tizio al posto di Caio” ect … ; e soprattutto, si evince che più o meno le differenze siano di basso rilievo e/o comunque “dettate” da forze esterne ( es. decremento dei Trasferimenti, ect).

Pero’ è pur vero, che risultare essere (negli ultimi anni, sia con l’attuale che con la precedente Amministrazione) tra i Comuni d’ Italia con il maggior valore procapite di Tasse e Spese per la Gestione dei Rifiuti e per il costo del Personale, non è motivo di vanto e merita forse maggiore attenzione.

Enzo Minà