Identificato l’autore dell’atto vandalico compiuto all’ingresso di Casa Speciale

È stato scoperto e denunciato alla Procura di Termini Imerese l’autore dell’atto vandalico – risalente a qualche giorno fa – perpetrato ai danni della sede della Pro Loco. La notizia è apparsa sul Giornale di Sicilia di oggi in un articolo a firma del giornalista Giuseppe Spallino. Il colpevole, B.F., pensionato di 75 anni conosciuto in tutto il paese per essere un “personaggio di piazza”, ha ammesso di aver assecondato un personale desiderio di vendetta nei confronti del Sindaco Mario Cicero. Questa vendetta sarebbe la conseguenza di un incidente avvenuto nel 2005, durante il primo mandato dell’attuale sindaco, in cui l’uomo inciampò in uno dei vasi del quartiere Salvatore, voluti lì proprio dal Sindaco. L’incidente gli causò diversi mesi di degenza e lo costringe tuttora a camminare con una stampella. L’uomo imputò la responsabilità dell’accaduto proprio a Mario Cicero, decidendo di attuare la sua vendetta dopo la vittoria di quest’ultimo alle elezioni dell’anno scorso. Quello ai danni della sede della Pro Loco non è stato l’unico atto vandalico compiuto dall’uomo, autore anche del colpo messo in atto il 26 Maggio contro la sede dei Democratici per Castelbuono, imbrattata con una bomboletta spray. Il Sindaco, informato dell’accaduto, si è detto dispiaciuto che un cittadino abbia ritenuto opportuno arrecare danno agli altri al fine di “togliersi qualche sassolino dalla scarpa” e si è augurato che “la giustizia faccia il suo corso.