Il cortometraggio dell’azienda Tumminello presentato a #Expo

By on 5 agosto 2015

[Riceviamo e pubblichiamo] E’ stato presentato qualche giorno fa all’Expo di Milano, all’interno del Sicilia Cluster BioMediterraneo, il primo cortometraggio dell’Azienda Tumminello.

Nella convinzione che il futuro è tradizione l’azienda si è affidata alla regista Francesca La Mantia, siciliana e da poco vincitrice del Premio Expo Città con il suo progetto “IncontrARTI a Milano” con cui ha inteso sponsorizzare e valorizzare il patrimonio culturale e artistico della metropoli lombarda attraverso le sue sei opere più famose.

Il cortometraggio, girato a Castelbuono e nelle campagne circostanti, ha la capacità di commuovere, di farci viaggiare nel tempo e nelle tradizioni, di rilanciare il gusto autentico dei biscotti artigianali.
Protagonisti la natura, la tradizione, la laboriosità, gli ingredienti naturali e la continuità passato, presente e futuro.
L’approccio scelto per diffondere i valori dell’Azienda Tumminello è quello della comunicazione narrativa veicolata attraverso un cortometraggio di circa 3 minuti dedicato ai sapori della memoria. Il segno di un tempo che sembra non essere passato mai si può cogliere nelle sequenze bambino – mamma, bambino cresciuto – mamma invecchiata. Una storia che appartiene a ieri, a oggi, ma anche al domani.
La regista ha saputo ben interpretare la filosofia che sta alla base della produzione dell’Azienda Tumminello, ponendo l’attenzione sulla “Qualità senza tempo” che testimonia una “passione senza tempo” per i prodotti da forno, una passione trasmessa di generazione in generazione.

Francesca La Mantia, docente di latino, sceneggiatrice, regista cinematografica e teatrale nasce a Palermo dove si laurea a pieni voti in Lettere Moderne con una tesi sui Cineclub in Sicilia dagli anni ’50 ad oggi e si specializza con lode con una tesi di letteratura comparata sulle epigrafi de Il bell’Antonio di Brancati.
Ha studiato sceneggiatura cinematografica presso la Scuola Cinema del Sud di Palermo, con Paolo Pintacuda, vincitore del Premio Solinas.
Approda a Milano nel 2013 dove studia regia teatrale all’Accademia Paolo Grassi.
Attualmente lavora con il regista Salvatore Nocita alla stesura della sceneggiatura de I comici ed è impegnata nella realtà sindacale della difesa dei lavoratori con documentari e cortometraggi di denuncia sociale.
La regista è impegnata nella realizzazione del documentario La memoria che resta che racconterà le ultime memorie della Resistenza.

A proposito di Redazione

La Redazione di Castelbuono.Org, deus ex machina del progetto sin dal 2007, coordinata da Michele Spallino.

Effettua il log in per postare un commento Login

Lascia un commento

Per continuare ad usare il sito, accetta i cookies. Leggi la cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi