“Il giornalista fenomeno”

La prudenza dovrebbe a volte invadere le menti di alcuni individui, soprattutto se taluni osano definirsi giornalisti. In quanto tali, sono in possesso di un potere, che ai tempi fu classificato come il quarto (mica roba da poco).

Non è nemmeno roba da poco usare titoli come “Fenomeno alcolismo a Castelbuono”, soprattutto se questo titolo risulta semplicemente fuori luogo, esagerato, diffamante. Se basta un’ordinanza, che limita gli orari di apertura notturna dei locali, a far nascere l’equazione Castelbuono=alcolismo giovanile, allora mi perdoni il sig. Roberto Qauttrocchi, ma leggendo questo articolo, e soprattutto questo titolo, nella mia mente nasce l’equazione giornalista=persona superficiale e non interessata a rendere un reale servizio d’informazione. Per fortuna non è così, la maggior parte dei giornalisti è gente seria, che dell’informazione ne fa una ragione di vita.

Che poi sia chiaro: il fenomeno alcolismo tra i giovani sarà pur qualcosa di reale e serio, ma quantomeno è un fenomeno a livello nazionale, che andrebbe trattato seriamente e con documenti e statistiche alla mano.

Mirko Raimondo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.