Il museo non deve chiudere. Salvalarte per il Mandralisca

[LAVOCEWEB] Il dramma del museo Mandralisca di Cefalù, da settimane a rischio chiusura, sarà al centro di Salvalarte Madonie, la storica campagna di Legambiente che dal 2002 punta i riflettori sulle emergenze artistiche siciliane per risolvere problemi e criticità, e che da sempre ha come simbolo proprio il viso del ritratto d’ignoto di Antonello da Messina, lì conservato. L’otto aprile i dipendenti del museo, con l’acqua alla gola e senza alcuna certezza, hanno scritto alla Regione per chiedere di salvare il museo del barone illuminista che donò tutto il suo patrimonio artistico e scientifico alla città di Cefalù. Ora anche Salvalarte prende posizione e dopo le prime dichiarazioni rilasciate ai giornali dal direttore regionale dell’associazione del cigno, Gianfranco Zanna, arriva anche l’evento che per un giorno intero riporterà l’attenzione su un bene che non si può rischiare di perdere. La campagna di Legambiente intitolata alla “settimana della bellezza” si articolerà in due momenti, con una manifestazione in mattinata dal titolo “Il Mandralisca non deve chiudere!” e un incontro, nel pomeriggio, con la Rete museale madonita della Sosvima. Con l’occasione Legambiente proporrà l’ingresso del museo di Cefalù nella Rete, alla quale finora non aveva ancora aderito. La data, ancora da definirsi, è prevista tra il 22 e il 24 aprile.
10.04.2013
Paola Castiglia

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.