“Il Sognalibro”. La Biblioteca Comunale riavvia il progetto

By on 23 febbraio 2018

[Riceviamo e pubblichiamo] I libri come tappeti volanti: ritorna “Il Sognalibro”

Dove andrebbero una bambina o un bambino se avessero a disposizione un tappeto volante? Ogni bambina/o risponderebbe a modo suo, perché nulla può contenere la magnifica immaginazione che hanno i più piccoli. E così avviene anche con i libri che, se letti, portano la fantasia dei bambini in mondi da sogno: proprio come un tappeto volante.
Per stimolare la lettura, per far scoprire il piacere dei libri, per creare momenti di gioco educativi, per invitare alla sperimentazione, la Biblioteca comunale riavvia il progetto “Il Sognalibro”.
Come già negli scorsi anni il progetto si articola in diversi laboratori, avviati in giorni diversi della settimana:

Leggere per crescere: laboratorio di lettura per futuri lettori
In questo laboratorio verrà proposta ai bambini la lettura dialogica. Nella lettura dialogica l’adulto stimola il bambino a partecipare alla lettura condivisa di un libro, facendogli domande, espandendone le risposte e mettendo in relazione la storia del libro con l’esperienza del bambino. Questo laboratorio è aperto anche agli adulti che vorranno apprendere questa particolare modalità di interazione con i propri figli.

Il libro e il mio segno: laboratorio di lettura e creatività
In questo laboratorio i bambini sono invitati ad una speciale “caccia al tesoro” all’interno della Biblioteca, durante la quale devono trovare un libro che desiderano leggere e che potranno portare a casa in prestito. La “caccia al tesoro” è un modo giocoso di invitare i bambini a muoversi tra i libri, toccarli con rispetto e amarli perché conosciuti: il prestito è anche un atto di socialità per la responsabilità che ogni bambino/a si assume di un bene comune. Al termine della lettura, ogni bambino/a condividerà il “proprio” libro con gli altri bambini raccontandone il contenuto.
Durante lo stesso laboratorio, i bambini dovranno anche realizzare un personalissimo segnalibro, avendo a disposizione cartoncino e colori con cui dare spazio alla fantasia.

La Storia siamo noi: laboratorio di conoscenza del Castello dei Ventimiglia
Ancora una caccia al tesoro, ma questa volta all’interno del Castello dei Ventimiglia dove i bambini saranno accompagnati da un “menestrello” alla ricerca di messaggi nascosti all’interno delle storiche stanze castellane. Attraverso il gioco della scoperta, i bambini vivranno gli ambienti del Castello con maggiore coinvolgimento ed ogni messaggio sarà l’occasione per raccontare loro la storia del nostro paese.

Ricamiamoci su: laboratorio creativo
Attraverso l’apprendimento del lavoro di ricamo, i bambini saranno accompagnati alla acquisizione di competenze come la precisione e la progettualità, stimolando la manualità e la conoscenza di un antico mestiere della tradizione.

A proposito di Redazione

La Redazione di Castelbuono.Org, deus ex machina del progetto sin dal 2007, coordinata da Michele Spallino.

Effettua il log in per postare un commento Login

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Per continuare ad usare il sito, accetta i cookies. Leggi la cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi