“In media stat virtus”

 

Cari amici e concittadini castelbuonesi e non, volevo porvi qualche domanda! Secondo voi…..

  • Di chi è la colpa? Di Albert Einstein che ha ideato la Teoria della Relatività o di chi l’ha applicata per costruire la bomba atomica?
  • Di chi è la colpa? Dell’inventore del motore a scoppio o di chi oggi lo impiega per costruire auto che sembrano più jet senza ali?
  • Di chi è la colpa di chi fa uso di tabacco, alcool, droghe, gioco d’azzardo o di chi decide che siano legali, illegali o si possa o non si possa trarne un profitto, creando di rimando un mercato di contrabbando, visto che alle regole imposte non segue un corretto ed adeguato controllo?
  • Di chi è la colpa? Di chi è autorizzato, pagando, ad inquinare o di chi se ne frega del fatto che sta inquinando, tanto sa che non c’è nessuno che lo punisce per averlo fatto?

L’argomento che oggi, vengo ad affrontare, non è semplice ed è materia delicata! E premetto che io non ho le competenze per poterlo fare! Ma credo che infondo non le abbia nessuno! Poiché credo che il tutto sia opinabile!

Ci proverò, come al solito, con umiltà, sperando di non passare per presuntuoso! I quesiti da me proposti sopra (dei quali se ne potrebbero porre a iosa) sono indicativi del fatto che l’ago della bilancia non sta mai da una parte sola! In ogni caso è l’abuso a determinarne il male della funzione di un oggetto, teoria, prodotto o qualsiasi cosa si tratti! Ed inoltre l’abuso, può avvenire anche a causa della mancanza di un controllo esterno! Dato che in quanto essere umani siamo soggetti a pulsioni, debolezze e mancanza di auto-controllo anche senza quelle sostanze psicotrope che annullano i freni inibitori, già potenzialmente annullati nei soggetti che ne fanno uso! Ma io ribadisco non sono un esperto, ragiono in base alle mie poche conoscenze, ed esprimo solo opinioni fine a se stesse!

Perché oggi ho deciso di affrontare questo argomento? Perché negli ultimi giorni è venuto alla ribalta l’Ordinanza ai pubblici esercizi per la somministrazione di alimenti e bevande da parte dell’Amministrazione Tumminello. La quale ha suscitato uno strascico di polemiche anche a causa di un recente articolo comparso sul Giornale di Sicilia a firma del giornalista Roberto Quattrocchi sul presunto “Fenomeno di alcolismo a Castelbuono!”

Che ci sia qualche problema di ordine pubblico notturno (ma non solo), che vi sia un po’ di lassismo da una parte della società giovanile e non, questo è risaputo! Ne ho pure parlato in un mio precedente post (“La Mala Educación!”) ma da qui a sostenere che vi sia un fenomeno di alcolismo senza neanche aver fatto un indagine seria, affidandosi a statistiche e rilevazioni sul campo, mi sembra di gridare “Al lupo, al lupo!” affidandosi solo al fatto che il Sindaco abbia deciso di emanare un provvedimento senza neanche consultare né le associazioni di categoria, né tanto meno la parte in causa, ovvero gli stessi giovani, ritenuti causa esclusiva del “disturbo notturno”. Io preciso una cosa! Sono convinto che delle regole ci debbano essere! E si debbano far rispettare! In altre città si è addirittura arrivati a leggi più proibizioniste di quelle attuate qui a Castelbuono, ma perché si era arrivati a veri e propri fenomeni di criminalità! A Parma il sindaco Pizzarotti del MoVimento 5 Stelle ha imposto un provvedimento ancor più duro, il divieto parte dalle 21:00 ed inoltre la giunta di Parma ha presentato la proposta per contingentare e stoppare l’apertura di nuove birrerie e locali nel centro storico. Provvedimenti che all’apparenza sembrano esempi di proibizionismo puro! Ma parliamo di una città di quasi 200.000 abitanti, più di 250 km quadrati con una densità di 700 abitanti per Km quadrato! A mio avviso per realtà analoghe si può parlare di….

“…Forze di Polizia presenti sul territorio, in relazione al numero del personale in organico, non sono in grado di assicurare una adeguata vigilanza notturna sul regolare svolgimento delle attività di somministrazione ed in particolare di effettuare i controlli in materia di consumo di alcolici a tutela della sicurezza stradale e della vivibilità urbana….”

Io credo che a Castelbuono se vi fosse più dialogo preventivo, collaborazione sia dalle associazioni di categoria, vigili, carabinieri, polizia e gli stessi giovani e la società civile si potrebbe arrivare ad un compromesso! Perché vorrei ricordare che a Castelbuono mancano le strutture (Cinema, Teatro, Discoteche, Disco-Pub, Palazzetti polivalenti al chiuso, svaghi vari!) Pertanto l’unica valvola di sfogo loro malgrado sono i bar! E pertanto che la situazione, fintanto che rimarrà così, fintanto che non si deciderà di arrivare ad un compromesso tra le parti, mi spiace ma l’unica cosa probabile che accadrà, sarà la fuga dei giovani verso altri paesi vicini che non hanno adottato tali provvedimenti, fenomeni di aggiramento delle regole (I giovani di giorno andranno nei supermercati a comprare gli alcolici e poi faranno feste in campagna!) o i bar dovranno mettersi sul piede di guerra (come hanno intenzione di fare!) e vi sarà un testa a testa che l’amministrazione perderà! E tutto potrebbe, in fine, scoppierà come una bolla di sapone, finché il problema si ripresenterà alla nuova stupida rissa tra degli stupidi che hanno alzato troppo il gomito! Oppure, quando vi sarà un incidente stradale di chi se ne sarà andato fuori paese (mi auguro non accada mai!) e si darà la colpa al proibizionismo ed alla mancanza di controllo!

Allora dove sta il giusto, la virtù! Come dicevo poco fa e lo si deduce anche dal titolo del mio post! La virtù sta nel mezzo! Nel buonsenso civile del vivere quotidiano! Sta tra chi ci amministra e chi è amministrato! Sta nel dialogo e nella collaborazione reciproca! Io non giustifico il provvedimento di Pizzarotti perché faccio parte del MoVimento 5 Stelle! Io dico solo che quello è un contesto diverso da Castelbuono! Che credo che con un preventivo dialogo si sarebbe potuto arrivare ad un provvedimento meno restrittivo, considerate le attenuanti di mancanza di alternativa di svago in cui da sempre Castelbuono è in deficit!

Ma a quanto pare sia questa che la precedente amministrazione hanno insiti in sé il concetto che una volta eletti, siano stati investiti di un mandato che li esclude a qualsiasi ulteriore confronto con i cittadini, fino a fine mandato! Senza ricordarsi che noi siamo i loro datori di lavoro e quotidianamente dovrebbero darci conto e ragione, o quanto meno prima di decidere di reintrodurre il proibizionismo, i cassonetti, spostare l’orologio di supra u ponti o fare qualsiasi cosa che possa creare un disagio o sia frutto di una ingiustificata spesa di soldi pubblici, chiedere ove sia possibile un parere sulle intenzioni! Ma questo, forse, per molti voi è “fanta-politica”! Politica buona per gli anti-politici come me, quelli del MoVimento 5 Stelle e Beppe Grillo! Peccato che invece noi crediamo che dovrebbe essere questa la normalità e ci battiamo perché ciò lo sia! Per evitare che in futuro si generino “mostri politici” come i Lombardo, i Cuffaro, i Fiorito, i Penati, i Bossi, i Berlusconi etc etc! “Pateterni” auto-proclamatisi tali con la scusa che i cittadini gli hanno dato mandato con leggi elettorali studiate ad hoc, da loro stessi! Noi crediamo che sia possibile tutto ciò, in Italia, in Sicilia e dovunque! “Siamo onesti! Vogliamo l’impossibile!”

Con affetto

Il Grillo Castelbuonese

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.