La mobilità elettrica apre quattro punti a Cefalù

By on 19 maggio 2018

[lavoceweb] La mobilità intelligente e sostenibile è uno degli obiettivi di Cefalù città del futuro. Una visione che si realizza anche attraverso il dialogo e la condivisione di “buone pratiche” tra pubblico e privato, che si ritrovano insieme per costruire un moderno sistema di mobilità.
Grazie a un protocollo, sottoscritto dal Comune di Cefalù e da Enel X, la divisione del gruppo Enel dedicata a prodotti innovativi e soluzioni digitali, presto saranno attivate quattro colonnine di ricarica per veicoli elettrici che verranno installate nel territorio comunale per favorire la creazione di percorsi turistici a zero emissioni.
La prima colonnina di ricarica è già stata installata in via Cirincione. Le altre stazioni di ricarica verranno, invece, attivate in via Roma, in via Gaetani e in piazza Cristoforo Colombo.
L’iniziativa rientra nel Piano nazionale Enel per l’installazione delle infrastrutture di ricarica dei veicoli elettrici, che vedrà la posa di circa settemila colonnine entro il 2020, per arrivare a 14 mila nel 2022. Il programma prevede una copertura capillare in tutte le Regioni italiane e contribuirà alla crescita del numero dei veicoli elettrici e ibridi circolanti.

“Con il protocollo d’intesa tra l’amministrazione comunale ed Enel X – ha detto il sindaco Rosario Lapunzina – Cefalù compie una svolta fondamentale verso l’ecosostenibilità, incentivando i cittadini e i turisti attenti all’ambiente. Dopo la messa in esercizio di una navetta elettrica gratuita per i residenti, l’avvio dell’installazione delle colonnine di ricarica per la mobilità elettrica ci distingue nel nostro territorio come una tra le poche realtà a disporre di tali servizi, in grado di realizzare il concetto di smart city, sempre più proiettata verso il futuro”.
“Del resto – ha aggiunto Lapunzina – questa amministrazione è stata sempre attenta alla promozione di stili di vita ecosostenibili e di politiche ambientali, anche attraverso campagne di sensibilizzazione sulla mobilità sostenibile, il riciclo dei rifiuti, il risparmio energetico. Ma soprattutto con eventi come Earth Day Cefalù portati avanti con il lavoro svolto in questi anni dall’architetto Salva Mancinelli”.
Il piano nazionale dell’Enel investirà tra i 100 e i 300 milioni di euro per lo sviluppo di una rete capillare di ricarica composta da colonnine Quick (22 kW) nelle aree urbane e Fast (50 kW) e Ultra Fast (fino a 350kW), per la ricarica veloce, in quelle extraurbane. Circa l’80% dei punti di ricarica verrà installato nelle zone cittadine, di cui il 21% nelle grandi aree metropolitane e il 57% nelle altre città, e il restante 20% circa a copertura nazionale, per garantire gli spostamenti di medio e lungo raggio, nelle zone extraurbane e nelle autostrade. Tra queste ultime rientrano le stazioni di ricarica del progetto EVA+ (Electric Vehicles Arteries), co-finanziato dalla Commissione Europea, che prevede l’installazione, in tre anni, di 180 punti di ricarica lungo le tratte extraurbane italiane.

A proposito di Redazione

La Redazione di Castelbuono.Org, deus ex machina del progetto sin dal 2007, coordinata da Michele Spallino.

Effettua il log in per postare un commento Login

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Per continuare ad usare il sito, accetta i cookies. Leggi la cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi