Lampemusa. A Spazioscena canzoni e racconti sull’isola di Lampedusa

By on 5 dicembre 2017

Venerdì 8 dicembre, alle ore 21,15, l’Associazione Spazioscena e Putia sicilian creativity presentano “LAMPEMUSA – Canzoni e racconti sull’isola di Lampedusa”, di e con Giacomo Sferlazzo. Lo spettacolo nasce dalla ricerca di Giacomo Sferlazzo sulla storia dell’isola di Lampedusa e dall’esperienza diretta del cantautore, che dal 2009 insieme al Collettivo Askavusa è attivo come pochi sull’isola nell’occuparsi di temi come le migrazioni, la militarizzazione del territorio, i disastri provocati dal turismo di massa e la gestione dei servizi di base (acqua, energia, nettezza urbana). Una delle esperienze più importanti del collettivo è stata quella della raccolta degli oggetti appartenuti alle persone “migranti” di passaggio sull’isola che oggi sono in “mostra” a PortoM, spazio autogestito dal collettivo Askavusa.

Lampemusa è divenuto uno “spettacolo” fatto di canzoni e racconti che dal 2013 è stato messo in scena decine di volte in tutta Italia. Dalla colonizzazione dell’isola avvenuta il 22 settembre del 1843 alla crescente militarizzazione dell’isola, le storie di pesca, prima risorsa economica fino agli anni ottanta, le migrazioni che hanno interessato e interessano l’isola e il Mediterraneo; la tradizione “epica” dell’isola: Ludovico Ariosto ambientò a Lampedusa lo scontro dei tre cavalieri cristiani contro i tre saraceni nell’Orlando Furioso, la fuga di Enrico Malatesta dal confino lampedusano, il presunto lancio di due missili da parte di Mu’ammar Gheddafi. Piccole storie di donne e uomini che il cantautore ha raccolto dai racconti degli anziani dell’isola. Il Santuario della Madonna di Porto Salvo di Lampedusa, luogo dove per secoli cristiani e musulmani pregarono insieme, alimentando la lampada ad olio posta sotto l’effige della Madonna. “U Violu”, luogo rievocato dai ricordi del comandante Vito Gallo e scomparso per sempre dal centro abitato di Lampedusa. I “sacchi a leva” le barche per la pesca delle spugne nei ricordi di maestro d’ascia dell’isola e tante altre storie su Lampedusa che difficilmente sentirete altrove.

I posti sono limitati: è consigliabile prenotare al numero 346 62 09 451 o presso PUTIA Sicilian Creativity.
VENERDI’ 8 DICEMBRE ore 21:15
Associazione culturale Spazioscena
Via V.Emanuele 91 – Castelbuono (PA)

Ingresso: € 6
Ingresso + tessera associativa 2018: € 10

A proposito di Redazione

La Redazione di Castelbuono.Org, deus ex machina del progetto sin dal 2007, coordinata da Michele Spallino.

Effettua il log in per postare un commento Login

Lascia un commento

Per continuare ad usare il sito, accetta i cookies. Leggi la cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi