Trentennale scomparsa Antonio Castelli. Il programma delle manifestazioni a cura dell’ass. Castelli Di Pace

By on 1 luglio 2018

[Riceviamo e pubblichiamo] L’Associazione Castelli Di Pace, in collaborazione con il Comune, il Museo Civico e il CentroPolis di Castelbuono, nella ricorrenza del trentennale della scomparsa dello scrittore Antonio Castelli, per onorarne la
memoria, valorizzare i contenuti e la tempra della sua opera letteraria, l’impegno in diversi ambiti culturali e civili, organizza, con la sollecita attenzione della Signora Loredana Di Pace, vedova Castelli, alcune manifestazioni, con l’intenzione di programmare nella stagione autunnale altri appuntamenti, anche in collaborazione con la Biblioteca Comunale, il Museo naturalistico F. Minà Palumbo e la Fondazione Mandralisca di Cefalù, per promuovere la conoscenza e l’opera intellettuale di Antonio Castelli.
La presenza a Castelbuono dello Scrittore è rinnovata dalla donazione che la Sig.ra Di Pace ha voluto fare al Comune della casina e della circostante campagna, in C.da Sant’Ippolito, spazio dell’anima in cui nacque e periodicamente soggiornò Antonio Castelli, che proprio in quel luogo ha raccolto “il parlare contadino” e tante espressioni di quella saggezza che traspare dalle sue opere. L’Associazione Castelli – Di Pace e il CentroPolis, cui il Comune ha affidato la cura e la promozione della donazione, sono impegnati per restituire, diffondere e attualizzare il messaggio dello Scrittore.
Venerdì 6 luglio dalle ore 18,00 presso il Castello dei Ventimiglia, in collaborazione con il Museo Civico, è in programma il Convegno “Paese come cosmo: vita ed opere di Antonio Castelli”, con relazioni dei professori Giuseppe Saja e Aldo Gerbino, le testimonianze del giornalista Giuseppe Oddo e del dirigente scolastico Tommaso Gambaro, la lettura di testi di Stefania Sperandeo, Anna Maria Guzzio e Giuditta Perriera, l’omaggio musicale di Rosa Maria Macaluso pianista, allieva prodigio della maestra Donatella Sollima, e Fulvio Di Genova, violoncellista, già amico dello Scrittore, che ha composto dei brani ispirati ai suoi testi.
Sabato 7 luglio alle ore 21, presso l’Auditorium Centro Sud, in collaborazione con il CentroPolis, è in programma Luigi che sempre ti penza…, di e con Gigi Borruso, Atto unico ispirato alle Lettere di deportati dalla terra, tratte da Entromondo, seconda opera edita di Antonio Castelli. Nell’ultimo fine settimana di agosto è in programma, presso la Casina e il giardino di Sant’Ippolito, Passi a piedi passi a memoria, itinerario letterario su testi selezionati da Giuseppe Saja, a cura di Stefania Sperandeo, Anna Maria Guzzio e Giuditta Perriera, con la partecipazione di gruppi locali di canto popolare. Nel corso delle manifestazioni l’Associazione promuoverà la compartecipazione alle attività per valorizzare la memoria dello scrittore e del patrimonio che la sig. Loredana ha donato alla Comunità di Castelbuono,anche attraverso un Crowdfunding per la coltivazione del giardino.

A proposito di Redazione

La Redazione di Castelbuono.Org, deus ex machina del progetto sin dal 2007, coordinata da Michele Spallino.

Effettua il log in per postare un commento Login

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Per continuare ad usare il sito, accetta i cookies. Leggi la cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi