L’encomio rifulgente

L’encomio rifulgente

Un solo elemento costituisce un gruppo, figuriamoci poi se gli elementi in questione sono due.
Fuor da ogni dubbio dunque che il gruppo esiste. Non importa se gli elementi sono consapevoli di appartenere allo stesso gruppo.
La struttura del gruppo ci porta a riflettere sulla sua natura non Abeliana. Ciò non vuol dire che manchi un Abele. Ci mancherebbe. Ci mancherebbe, in quanto essendo gli elementi due, sarebbero entrambi Caini. La qual cosa non è auspicabile. Ovviamente la caratteristica Abeliana faceva riferimento esclusivamente alla struttura algebrica del gruppo.
Ne deriva che il gruppo costituito dai due elementi non gode della proprietà commutativa.
Volendo attuare un ardito parallelismo insiemistico: la funzione è iniettiva.
Se fosse biiettiva l’encomio rifulgente si volgerebbe al punto di partenza. Così non fu.

Per concludere, dunque, manca una corrispondenza (seppur algebrica) di amorosi sensi.

10