MeetUp M5S. Stanziati i fondi per la messa in sicurezza dei patrimoni comunali: 70.000 euro a Castelbuono

[Riceviamo e pubblichiamo] Con il Decreto 10 Gennaio 2019 “il Governo del Cambiamento” ha  attribuito ai comuni aventi popolazione fino a 20.000 abitanti, dei contributi per la realizzazione di investimenti per la messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale, nel limite complessivo di 394,49 milioni di euro, per l’anno 2019. (Articolo 1, comma 107 legge 145/2018) per la realizzazione di investimenti per la messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale. 

Tra i comuni delle Madonie che riceveranno l’importo di € 70.000,00 vi è anche il nostro Comune di Castelbuono. Inoltre, riceveranno un contributo di € 100.000,00 il Comune di Cefalù, di € 70.000,00 il Comune di Caccamo, Campofelice di Roccella, Cerda e Gangi. Infine riceveranno un importo di € 40.000,00 i comuni di Geraci Siculo, Gratteri, Isnello, San Mauro Castelverde, Scillato e Sclafani Bagni.

Nei giorni scorsi, all’indomani della visita in Sicilia, il portavoce M5S e Ministro per le Infrastrutture Danilo Toninelli, così come promesso sotto il Viadotto Himera, ha  annunciato che l’esecutivo nazionale nominerà presto un commissario straordinario per avviare i lavori nelle strade provinciali disastrate di tutta l’isola. Come dichiarato dal Portavoce M5S e Vice Presidente dell’Assemblea Regionale Giancarlo Cancelleri attraverso la sua pagina Facebook:

“Questa è la dimostrazione della vicinanza del governo del cambiamento alla Sicilia. Cosa che avevamo già sperimentato in occasione del fulmineo intervento di Di Maio per i Comuni del Catanese colpiti dal terremoto. 

Tra interventi del Patto per il Sud e quelli dell’accordo di programma sono disponibili per le strade circa 300 milioni di euro, fermi perché mancano i progetti, per me questo è inaccettabile, per cui la nomina di un commissario straordinario con poteri speciali, per intenderci come quello nominato per Genova, servirà a superare tutte queste difficoltà, dimezzando i tempi e velocizzando tutto l’iter, così da far aprire i cantieri nel giro di un anno in almeno 200 interventi su altrettante strade provinciali della Sicilia.

La situazione delle strade secondarie siciliane è un unicum in Italia. Più che lo stato di emergenza andrebbe dichiarato lo stato di guerra, ma aldilà delle battute si deve cominciare a lavorare con serietà e impegno per la nostra regione.”

Castelbuono 11 Gennaio 2019

MeetUp MoVimento 5 Stelle Castelbuono

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.