Modulistica unificata e standardizzata per l’edilizia, attività commerciali e assimilate

By on 2 luglio 2017

[comune.castelbuono.pa.it] Con l’accordo tra Governo, Regioni ed enti locali siglato in Conferenza Unificata il 4 maggio 2017, è stata raggiunta l’intesa su moduli unificati e standardizzati per comunicazioni e istanze nei settori dell’edilizia e delle attività commerciali e assimilate.

L’accordo è stato pubblicato sul Supplemento ordinario n. 26 della Gazzetta Ufficiale n. 128 del 5 giugno 2017.
 Con l’arrivo dei moduli unici nazionali i cittadini e le imprese che vogliono aprire, ad esempio, un negozio, un bar, o un esercizio commerciale (comprese le attività di e-commerce e di vendita a domicilio) o avviare interventi edilizi, come i lavori di ristrutturazione della propria casa, avranno tempi e regole certi e una riduzione dei costi e degli adempimenti, con una modulistica più semplice e valida su tutto il territorio nazionale.
 

Tra le novità più importanti:

  • Non possono più essere richiesti dati e adempimenti che derivano da prassi amministrative, ma non sono espressamente previsti dalla legge. Ad esempio, non è più richiesto il certificato di agibilità dei locali per l’avvio di un’attività commerciale o produttiva.
  • Nella modulistica commerciale il linguaggio è stato semplificato, utilizzando il più possibile termini di uso comune, più comprensibili per chi deve compilare e firmare le dichiarazioni. Così, ad esempio, quello che prima era “un esercizio di somministrazione di alimenti e bevande” è diventato, più semplicemente, un bar o un ristorante.
  • Sono state eliminate tutte le espressioni del tipo “ai sensi della legge” (i riferimenti normativi si trovano solo in nota o tra parentesi). E’ stato esplicitato il contenuto dei requisiti previsti dalla legge laddove erano previste formule del tipo “dichiaro di essere in possesso dei requisiti di cui all’art. X della legge XX”, che rendevano difficilmente conoscibile per l’impresa il contenuto della dichiarazione da sottoscrivere.
 

Le amministrazioni comunali, alle quali sono rivolte domande, segnalazioni e comunicazioni, hanno l’obbligo di pubblicare sul loro sito istituzionale entro e non oltre il 30 giugno  2017 i moduli unificati e standardizzati, adottati con l’accordo e adattati, ove necessario, dalle Regioni in relazione alle specifiche normative regionali entro il 20 giugno 2017.
 


In base a quanto previsto dal citato accordo, la Regione siciliana ha provveduto, anche avvalendosi del lavoro dei Tavoli Tecnici Regionali SUAP e SUE costituiti dall’AnciSicilia, ad adeguare la modulistica alla specifica normativa regionale pubblicando in data 14 giugno 2017 la Delibera di Giunta Regionale n. 237 e allegando alla stessa l’intera modulistica (SUAP e SUE).
 

Con riferimento alla modulistica SUE si tenga conto dell’approvazione del successivo Decreto Assessoriale n. 186 del 19 giugno 2017.
 

In relazione a tutto ciò è stata inserita nella Sezione modulistica del sito istituzionale una nuova cartella “Modulistica SUAP/SUE”, dalle quali è possibile scaricare i files in formato PDF, della seguente documentazione:

Allegato A – Modulistica SUAP

  1. Mod. Scheda anagrafica
  2. Mod. Esercizio di vicinato
  3. Mod. Medie e grandi strutture di vendita
  4. Mod. Spacci interni
  5. Mod. apparecchi automatici
  6. Mod. vendita per corrispondenza
  7. Mod. vendita al domicilio dei consumatori
  8. Mod. somministrazione zone tutelate
  9. Mod. somministrazione zone NON tutelate
  10. Mod. Somministrazione temporanea
  11. Mod. SCIA – Acconciatori ed estetisti
  12. Mod. Comunicazione Unico – Subingresso
  13. Mod. Unico – Cessazione
  14. Mod. SCIA – Sanitaria

 

Allegato B – Modulistica SUE – Modelli unificati e standardizzati per la presentazione delle segnalazioni, comunicazioni eb istanze in materia edilizia

  1.  Mod. PdC – Presentazione dell’istanza per il rilascio del permesso di costruire (PdC) ex art.10 del d.P.R. n. 380/2001, recepito con modifiche dall’art. 5 della l.r. n. 16/2016; 
  2. Mod. SCIA lett. f) – Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) ex art. 22 del d.P.R. n. 380/2001, recepito con modifiche dall’art. 10 della l.r. n. 16/2016; 
  3. Mod. SCIA lett. g) – Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) alternativa al permesso di costruire, ex art. 23 del d.P.R. n. 380/2001, recepito dall’art. 1 della l.r. n. 16/2016; 
  4. Mod. CIL – Comunicazione di Inizio Lavori (CIL), relativa agli interventi di edilizia libera ex art. 6, comma 2 del d.P.R. n. 380/2001, recepito con modifiche dall’art. 3 della l.r. n. 16/2016; 
  5. Mod. CILA – Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata (CILA), relativa agli interventi di edilizia libera ex art. 6, comma 3 del d.P.R. n. 380/2001, recepito con modifiche dall’art. 3 della l.r. n. 16/2016; 
  6. Mod. DIA – Dichiarazione di Inizio Attività (DIA) relativa agli interventi di edilizia libera ex art. 22, comma 4, del d.P.R. n. 380/2001, recepito con modifiche dall’art. 10 della l.r. n. 16/2016; 
  7. Mod. SCA – Segnalazione Certificata di Agibilità (SCA) ex art. 24 del d.P.R. n. 380/2001, recepito dinamicamente dall’art. 1 della l.r. n. 16/2016, sostituito dall’articolo 3, comma 1, lett. l) del decreto legislativo 25 novembre 2016, n. 222; 
  8. Mod. CFL – Comunicazione di Fine Lavori (CFL) ex art. 6, comma 4, del d.P.R. n. 380/2001, recepito con modifiche dall’art. 3 della l.r. n. 16/2016 e art. 22, comma 3, del d.P.R. n. 380/2001, recepito con modifiche dall’art. 10 della l.r. n. 16/2016.

 

Link modulistica approvata dalla Regione siciliana: 

 

 
 
 

A proposito di Redazione

La Redazione di Castelbuono.Org, deus ex machina del progetto sin dal 2007, coordinata da Michele Spallino.

Effettua il log in per postare un commento Login

Lascia un commento

Per continuare ad usare il sito, accetta i cookies. Leggi la cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi