Monsignor Mogavero ai giornalisti: “Più confronto con il territorio”

[TRAPANIOGGI.IT] «Più confronto col territorio che sta attraversando un momento difficile. Più attenzione del mondo dell?informazione che, anche questo, oggi soffre la difficoltà della presenza determinante dei social network». Così il Vescovo di Mazara del Vallo monsignor Domenico Mogavero si è rivolto agli operatori dell?informazione presenti all?incontro di stamattina, in occasione della festa di San Francesco di Sales, patrono dei giornalisti. Il Vescovo coi cronisti presenti ha affrontato quattro temi: il mondo della comunicazione, il territorio, la vocazione mediterranea e la posizione della Chiesa mazarese. «Il mondo dell?informazione ha due funzioni importanti ? ha detto il Vescovo ? una educativa e una informativa e il cronista si trova tra l?accadimento, il fatto, e l?utente, il lettore. Ecco perché dell?importanza degli operatori della comunicazione che «oggi, più di ieri, devono con professionalità seguire la via della verità e della corretta informazione». Da qui il Vescovo ha evidenziato la crisi del settore per l?invadente presenza dei social network. Poi una riflessione sul territorio: «Gli enti locali diano un colpo d?ala ? ha detto il Vescovo ? perché le municipalità tornino alla loro centralità, così come li vedeva Luigi Sturzo. È necessario che si recuperi quella distanza che oggi significa disaffezione alle istituzioni, sfiducia generalizzata». Mogavero davanti ai giornalisti ha, altresì, evidenziato il ruolo della Chiesa in Mazara del Vallo nella visione mediterranea, ponendo l?accento sulla «centralità di questa Chiesa in questo mare che bagna le coste di due continenti». Per ultimo l?accento sulle questioni che interessano il territorio diocesano, dalla sanità (con le questioni aperte degli ospedali di Mazara del Vallo e Pantelleria) e l?ipotesi di scavi con le trivelle nel Belice per l?estrazione di idrocarburi liquidi e gassosi. «Bisogna tenere alta la guardia e questa Chiesa non mancherà di far sentire la propria voce».

1 commento

  1. l’Espresso

    Torna all’articolo
    Analisi
    B. taglierà pensioni e welfare
    di Ernesto Ruffini
    I numeri non sono opinioni: i costi dell’abolizione dell Imu e dell’Irap saranno pagati con la riduzione dell’assistenza a malati, bambini e anziani. ecco perché, cifra per cifra

    COMMENTO

    Votate . . . votate Berlusconi e Renzani e vedrete dove vi troverete il 25 pomeriggio di febbraio prossima sventura. Anche se con Crocetta a Palermo non ci sarebbe bisogno di attendere quella data fatidica. Immaginate Bianca Berlinguer & derivati del TG3 con i Renzani a palazzo Gigi ! Dopo la lobby ebraica degli Elkan nella Fiat avremmo quella dello svizzero Carlo De Benedetti a Roma, in Italia. È quello che vogliamo ? Ovvero pensate veramente di rivolgervi ai Vendola e ai Grillo ? Ma siete pazzi ? Già, dimenticavo Maroni, l’ organista della Lega. E poi Fini e Casini. NO, tapparsi il naso e votare Monti. Non resta altra scelta. Io non voterò e sono al 22 anno.

    Inviato da lalola il 04 febbraio 2013 alle 18:08

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.