Nicola Fiasconaro coordinatore del distretto del dolce tipico siciliano

By on 7 aprile 2013
Nicola-Fiasconaro

[ITALIAATAVOLA] Sarà durante il prossimo Vinitaly che verrà ufficializzata l?investitura del maestro pasticcere di Castelbuono in provincia di Palermo che ha dedicato da sempre la sua attività alla valorizzazione delle eccellenze della regione. La Sicilia si prepara a partecipare alla più importante fiera internazionale dedicata al vino con uno spazio importante che sarà il biglietto da visita dell?intera proposta turistica e agroalimentare della regione.

Tanto vino, ma anche food, storia e cultura con un fitto calendario di eventi che, nello spazio di quattro giorni proporrà convegni, degustazioni guidate, presentazioni di libri, proiezione di filmati e cooking show. Tutto avrà luogo nel grande Padiglione dedicato e con il coordinamento dell?Istituto Regionale Vini e Oli di Sicilia che sarà protagonista insieme ad un altro importante comparto: quello del dolce tipico siciliano.

Lunedi 8, durante la conferenza stampa delle ore 18, le istituzioni presenteranno il distretto ed ufficializzeranno la nomina di coordinatore regionale a Nicola Fiasconaro che, grazie agli innumerevoli premi ricevuti in Italia e all?estero, è considerato un icona della pasticceria siciliana.
La smisurata passione del maestro Nicola verso l?arte pasticcera e verso la sua terra si manifestano attraverso la conduzione, insieme ai fratelli Martino e Fausto dell?azienda di papà Mario che, da pasticceria artigianale, è diventata nel tempo una realtà aziendale aperta alle nuove tecnologie ma con un cuore produttivo tradizionale.
Il riconoscimento al maestro Nicola è il giusto coronamento alla grande dedizione che la Fiasconaro ha profuso verso il rispetto delle materie prime e delle ricette tipiche che hanno portato l?azienda ad essere un punto di riferimento per l?intero comparto isolano e non solo.

di Clara Mennella

 

A proposito di Redazione

La Redazione di Castelbuono.Org, deus ex machina del progetto sin dal 2007, coordinata da Michele Spallino.

Effettua il log in per postare un commento Login

Lascia un commento