La castelbuonese Roberta Biundo si aggiudica uno dei quattro progetti di ricerca finanziati dal Ministero della Salute

By on 20 Dic 2017

L’importante finanziamento è stato ottenuto dopo un’attenta selezione che ha valutato 1569 progetti. Tre studi, dei quattro vincitori, sono stati proposti da giovani promettenti ricercatori al di sotto dei 40 anni.

Il Comitato Tecnico Sanitario del Ministero della Salute ha approvato la graduatoria dei progetti vincitori del “Bando Ricerca Finalizzata 2016”. Tra questi, quattro importanti progetti dell’Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (I.R.C.C.S.) Ospedale San Camillo di Venezia. In due studi il San Camillo sarà capofila delle ricerche, con il ruolo di Principal Investigator (P.I.), mentre altri due saranno condotti come Unità Operativa in collaborazione con un altro prestigioso Istituto.

La dott.ssa Roberta Biundo avrà l’obiettivo di validare i criteri di valutazione del Mild Cognitive Impairment, cioè il deterioramento cognitivo lieve, nelle persone affette dalla malattia di Parkinson. Si tratta del primo studio multicentrico per identificare i parametri di riferimento di specifici test neuropsicologici che saranno poi potenzialmente applicabili ad ampio raggio, anche a beneficio di pazienti affetti da altre malattie del sistema nervoso centrale, in ambito geriatrico, neurologico e psichiatrico. Sarà costituito un database di dati normativi, rappresentativo della popolazione italiana, in collaborazione con altri centri di ricerca del nord, centro e sud Italia. La rilevanza epidemiologica, clinica e assistenziale di questo studio è pertanto importantissima.

Evidente la soddisfazione del dott. Francesco Pietrobon, Direttore Generale della Fondazione Ospedale San Camillo IRCCS, che da alcuni mesi ricopre anche l’incarico di Direttore Scientifico ad interim: “Sono particolarmente felice dei risultati raggiunti dal nostro IRCCS perché dimostrano, ancora una volta, come, anche nel particolare momento che stiamo vivendo, i nostri sanitari e i nostri ricercatori continuino a produrre risultati di eccellenza”.

Nella scelta dei progetti da finanziare è stata seguita la cosiddetta procedura di triage e di peer review, stabilita dal Ministero della Salute, oltre alla verifica amministrativa della sussistenza dei requisiti indicati nel bando. L’IRCCS del Lido di Venezia si conferma così ancora una volta punto di riferimento per la ricerca sanitaria in neuroriabilitazione. Proprio al San Camillo, sabato 16 dicembre, si terrà il terzo congresso nazionale del Gruppo di Interesse Specialistico (GIS) sulle Neuroscienze dell’Associazione Italiana Fisioterapisti (AIFI), che si concentrerà sulla fisioterapia neurologica, analizzando lo stato attuale e le prospettive future.

A proposito di Redazione

La Redazione di Castelbuono.Org, deus ex machina del progetto sin dal 2007, coordinata da Michele Spallino.

Effettua il log in per postare un commento Login

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Per continuare ad usare il sito, accetta i cookies. Leggi la cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi