Padre Domenico. La lettera a Frate Felice Cangelosi

By on 18 giugno 2017

Riceviamo da Padre Domenico Costanzo, e pubblichiamo di seguito, lo stralcio di una lettera indirizzata all’attenzione di Fr. Felice Cangelosi e per conoscenza al Generale dell’Ordine dei Frati Cappuccini F. Mauro Jehri., con la quale lo stesso ribadisce la propria posizione in merito ad alcuni punti dell’annosa vicenda in cui, quale testimone, è coinvolto e che ha determinato il suo allontanamento da Castelbuono.

 

Carissimo, nonostante tutto,  riconosco le vostre persone e le rispetto, come è giusto, ma non sento di condividere il modo con cui vi rapportate con me e con altre persone. Costituiti, infatti, in autorità,  l’impegno che vi compete, da espletare nel servizio della carità e la dinamica della fraternità, perla specifica dell’ordine francescano cappuccino,  tutto scorre sulla base del potere che, sembra, miri, piuttosto, come ho potuto costatare, sulla mia pelle e di qualche altra persona, alla distruzione, e non alla promozione, al rispetto della giustizia e al bene della persona stessa.  Il tuo intento, Felice, infatti, ho capito benissimo, è quello che io soccomba o mi riduca in malo modo, per poi chiudere la mia vita nel totale abbandono…  Così si spiega questo strategico silenzio e le continue punzecchiature che mi pervengono da parte di esseri, pieni di veleno, che tendono a demolire, avvilire e scoraggiare. Anche le lettere aperte fanno la loro parte che mettono in evidenza grosse e poderose menzogne e inviti, con vile ricatto, a ritrattare quanto ho dichiarato davanti al giudice, nei confronti di Anna verde.

Ti pregherei, pertanto, di usare mezzi più decenti e altrettanto efficaci, se devi arrivare al tuo scopo. Ma prima ascoltami.

1 – Non ho mai usato telecamere nascoste e non ho mai ripreso nessuno;

2 –  Affermo, in maniera determinante, che mi rifiuto categoricamente di ritrattare una sola riga di quanto  ho scritto a sostegno di Anna Verde contro l’azione persecutoria  da parte tua e del covo s. V. e, particolarmente, non intendo , assolutamente, ritrattare, quanto ho dichiarato, sotto giuramento, davanti al giudice,  in relazione agli abusi e molestie sessuali subite da Anna Verde che, ancora oggi,  grondano sangue di profonde ferite morali e, pertanto,  continuo a sostenere Anna Verde e la custodirò sempre, come una perla. 

[…]

A proposito di Redazione

La Redazione di Castelbuono.Org, deus ex machina del progetto sin dal 2007, coordinata da Michele Spallino.

Effettua il log in per postare un commento Login

Lascia un commento

Per continuare ad usare il sito, accetta i cookies. Leggi la cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi