PD. Cancellato il Congresso in attesa dell’esito del ricorso presentato alla Commissione provinciale

Comunicato stampa
Con profondo dispiacere siamo costretti a comunicare che la data del Congresso Straordinario di Circolo, già
fissata per domenica 24 novembre, è cancellata in attesa di fissare la nuova data e il luogo dove verrà svolto il congresso.
Gli iscritti al PD castelbuonese sono convinti che il partito è una casa aperta dove portare idee ed
entusiasmo. Il Pd non è di proprietà di nessuno se non dell’entusiasmo di chi partecipa, vuole essere
protagonista, dedica il proprio tempo e la propria intelligenza a promuovere un’idea o un’iniziativa. Il PD è un luogo di democrazia e libertà.
Proprio per questo non possiamo più tacere su quello che sta succedendo sulla pelle degli iscritti del Circolo di Castelbuono.
La guerra precongressuale in atto nel PD siciliano ha fatto si che ad alcuni ex iscritti al circolo del PD locale sarebbero state sottoscritte delle tessere del partito dalla segreteria provinciale; tutto questo ben sapendo che queste persone erano state dichiarate “indesiderate” dal locale circolo in quanto soggetti di un
comportamento intollerabile (durante la campagna elettorale delle scorse amministrative), che viola il nostro statuto, le regole delle elezioni primarie e aggiungiamo noi, la decenza politica.
Non capiamo come, un partito che vuole essere “etico” e “morale”, possa concedere delle tessere a delle
persone che hanno tenuto un atteggiamento di disprezzo delle regole e delle decisioni assunte democraticamente attraverso le primarie; di trasformismo e sostegno ad una lista di centro-destra
“Castelbuono in Movimento”; e, inoltre, diretta partecipazione alla lista avversa al candidato del PD che ha
visto alcuni di loro essere Assessori (dimissionari e designati) dell’attuale giunta di centro-destra.
Per troppo tempo abbiamo rischiato di dare l’idea di essere un luogo chiuso oppure di proprietà di
qualcuno. Questo non deve più avvenire. Il Pd non è e non può essere l’arena degli scontri individuali o degli interessi di parte. Adesso bisogna fare chiarezza per stabilire “chi sostiene chi”.
E’ per questo e per altri motivi che il Coordinamento cittadino del PD ha deciso di presentare regolare
ricorso alla Commissione Provinciale di Garanzia; per tutelare gli iscritti al partito da quelle condotte che tutte le Democratiche e i Democratici che interpretano la politica come servizio alla comunità e non come vetrina per soddisfare le proprie ambizioni, non possono e non vogliono accettare.
Per tutelare la correttezza e la coerenza di tutti coloro che, IN questo partito e PER questo partito ci
mettono la faccia e non rincorrono posizioni privilegiate di pseudo-potere o di incarichi di sottogoverno, il Coordinamento ha, altresi, deciso di scrivere al neo eletto segretario provinciale, affinchè si chiarisca la questione politica ed eviti di indurci ad assumere ultimative decisioni.

Michele Di Donato
Segretario Circolo PD Castelbuono

10

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.