Piano Battaglia, la neve si è sciolta: gli impianti si fermano. E si pensa alla stagione estiva

By on 12 Mar 2018

[madoniepress.it] Con una temperatura massima di 13 gradi centigradi raggiunta nella mite giornata di domenica, la stagione sciistica 2017/2018 volge al termine a meno di qualche nevosa sorpresa tardiva. Una stagione invernale piuttosto breve anche se non avara di nevicate, purtroppo troppo concentrate in pochi giorni. I rapidi rialzi termici dovuti ai ripetuti richiami di aria caldo-umida africana hanno fatto sì che il manto nevoso si sciogliesse rapidamente sotto gli occhi di tutti. Onore comunque al team della Piano Battaglia Srl che ha lavorato sodo per estendere al massimo i giorni di sciabilità. La società di gestione fa sapere in via ufficiosa che in caso di abbondanti nevicate, fino al 2 aprile, ci sarà tempo per un’ultima sciata sulla Mufara. Poi gli impianti si fermeranno per circa due settimane, il tempo necessario per preparare la stazione alla stagione estiva.

A differenza dell’anno scorso infatti, quando la seggiovia è rimasta in funzione soltanto nel mese di agosto registrando comunque un ottimo afflusso di pubblico, chi verrà a Piano Battaglia nei week-end della prossima primavera ed estate troverà l’impianto in funzione. Il calendario di apertura è ancora in via di definizione, così come gli eventi collaterali, ed è ancora da capire se si potranno portare le mountain-bike al seguito (è uno dei pochi impianti in Italia ad avere dei seggiolini dotati di ganci per biciclette), ma l’obiettivo della società di gestione di destagionalizzare il turismo a Piano Battaglia sembra finalmente a portata di mano. Non manca una piccola anticipazione per la prossima stagione invernale: la Piano Battaglia Srl si impegnerà per permettere anche ai pedoni di raggiungere nei mesi invernali la cima della Mufara con la seggiovia (oggi riservata agli sciatori). Una bella notizia che accontenterebbe i tanti non sciatori. La stagione invernale si chiude comunque con tante novità, tra cui l’apertura del Fun Park e della Scuola Italiana di Sci diretta dal Maestro Franco Miserendino.

Adesso però la neve si scioglie ed è tempo di programmare le attività dei mesi più caldi, magari ripartendo dal progetto del Bike Park sostenuto fortemente dall’Asd Piano Battaglia Bike Park di Sandro Maniscalco. I ganci installati sui sedili dell’impianto permetterebbero di portare in quota le biciclette, sfruttando poi le piste da discesa per svolgere discipline gravity come il downhill, il freeride e lo slopestyle. Le forti pendenze della Mufara e la presenza di splendidi tracciati già segnati, farebbero di Piano Battaglia una delle località più importanti d’Italia per questo genere di attività sportive. Sci e ciaspolate d’inverno, trekking e mountain bike d’estate, dopo tanti anni di silenzio finalmente il cuore delle Madonie torna a battere.

A proposito di Redazione

La Redazione di Castelbuono.Org, deus ex machina del progetto sin dal 2007, coordinata da Michele Spallino.

Effettua il log in per postare un commento Login

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Per continuare ad usare il sito, accetta i cookies. Leggi la cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi