Pol. Castelbuono, Il CONI dichiara inamissibile il ricorso di Mussomeli e Nissa

By on 12 luglio 2017

[www.magaze.it]Niente da fare per Mussomeli e Nissa, le due società retrocesse in Promozione lo scorso mese di Maggio e maggiormente coinvolte nel finale di stagione “caotico”. Il loro ricorso presentato al CONI (Comitato Olimpico Nazionale Italiano), in merito alla gara Marsala 1912-Castelbuono (finita 2-1 sul campo, poi 0-3 a tavolino) che scombussolò la classifica finale del campionato d’Eccellenza girone A, è stato respinto dalla Prima Sezione del Collegio di Garanzia dello Sport nella giornata di ieri, lunedì 10 Luglio 2017. 

Questo quanto si legge nel Comunicato Ufficiale:La Prima Sezione del Collegio di Garanzia dello Sport, all’esito dell’udienza tenutasi in data odierna, presieduta dal prof. Mario Sanino, ha dichiarato inammissibile il ricorso presentato congiuntamente dalla società A.S.D. Mussomeli, in persona del presidente pro-tempore, sig. Munì Vincenzo, e dalla società A.S.D. Sport Club Nissa 1962, in persona del presidente pro-tempore, sig. Natale Ferrante, avverso e per l’annullamento della decisione della Corte Sportiva di Appello Territoriale – Lega Nazionale Dilettanti/F.I.G.C.- Comitato Regione Sicilia, di cui al C.U. n. 419 CSAT n. 33 dell’11 maggio 2017, con la quale, in accoglimento del ricorso presentato dalla Polisportiva Castelbuono, è stata riformata la decisione del giudice di prime cure (che aveva dichiarato inammissibile il ricorso presentato dalla stessa Polisportiva Castelbuono, confermando il risultato maturato sul campo nell’incontro tra Sportclub Marsala 1912/Polisportiva Castelbuono del 23 aprile 2017 di 2-1 in favore della società Sportclub Marsala 1912) e, per l’effetto, è stato riomologato il risultato della suddetta gara, applicando alla società Sportclub Marsala la sanzione sportiva della perdita della gara medesima con il punteggio di 0-3 (in favore della Polisportiva Castelbuono), per l’asserita, irregolare partecipazione alla gara di un calciatore quindicenne schierato in assenza di autorizzazione. Le ricorrenti sono state, altresì, condannate a pagare le spese del giudizio, liquidate nella misura di € 1.500,00, oltre accessori di legge, in favore della resistente FIGC.”

Confermato, dunque, l’esito dei play-out disputati nel mese di Maggio che condannarono, com’è noto, Mussomeli e Nissa alla retrocessione. Solamente un eventuale ripescaggio potrà riportare in Eccellenza una di queste due società oppure entrambe. Ipotesi ad oggi molto difficile: la società rossoblù, dopo aver lottato fino alla fine contro tutti e tutto, sarebbe disposta a disputare un tranquillo campionato di Promozione. Questo è quello che trapela dalle prime voci di corridoio. Con la decisione del CONI, con tutta probabilità, si è chiusa una pagina “buia” del calcio siciliano.

A proposito di Redazione

La Redazione di Castelbuono.Org, deus ex machina del progetto sin dal 2007, coordinata da Michele Spallino.

Effettua il log in per postare un commento Login

Lascia un commento

Per continuare ad usare il sito, accetta i cookies. Leggi la cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi