Randagismo. Alcune precisazioni dell’Ass. I Delfini Onlus in merito al suo operato

Pubblichiamo il seguente messaggio, segnalatoci dall’Associazione “I Delfini Onlus Distaccamento di Castelbuono” e apparso ieri sulla loro pagina Facebook. Il messaggio fa una serie di precisazioni a seguito del comunicato diffuso giorni fa dal Comune e dal Sindaco in merito alla riduzione delle spese del canile.
L’Associazione ringrazia il Sindaco per gli elogi ricevuti, ma sottolinea la natura apolitica del suo operato. Coglie inoltre l’occasione per sottolineare i problemi ancora esistenti relativi al randagismo.

In Merito al comunicato stampa rilasciato dal Sindaco Di Castelbuono Mario Cicero, nei giorni scorsi, ci teniamo a fare delle precisazioni.
L’Associazione i Delfini Onlus Distaccamento di Castelbuono, è un’ Associazione totalmente APOLITICA. 
Il progetto che è stato e continua ad essere portato avanti collaborando con questa Amministrazione Comunale sarebbe stato proposto anche ad altri schieramenti se avessero vinto le elezioni
L’ obiettivo che accomuna noi volontari è il profondo rispetto per gli animali, in questo caso per i cani randagi.

Ringraziamo il Sindaco Cicero per averci citato ed elogiato nel Suo comunicato stampa, ma evidenziamo che il nostro lavoro è stato effettuato in perfetta sinergia con una Amministrazione, in questo caso quella Comunale, insediatasi democraticamente nel giugno 2017, che ha compreso appieno il problema del randagismo e sta cercando di fare in modo di contenerlo in maniera metodica e sistematica. 
Premesso che il Sindaco di una città, grande o piccola che essa sia, ha il compito di cercare di amministrare nel migliore dei modi una comunità e tutelare i cittadini che vi risiedono nel migliore dei modi, pertanto noi non possiamo e non vogliamo entrare nel merito del suo operato, non ci compete e non abbiamo la presunzione di volerlo fare, altrimenti ci saremmo candidati, e faremmo politica attivamente.

Nel dettaglio, l’Amministrazione Comunale nel luglio dello scorso anno ha deciso di dare uno stimolo alle adozioni dei cani di proprietà del Comune di Castelbuono, ospitati presso Rifugio Sanitario di Isnello, elargendo un contributo a chi decideva di adottare un cane, cercando così di limitare l’elevata spesa di denaro (comunale) che annualmente viene pagato per la gestione e la custodia dei cani presso il suddetto rifugio, considerato anche l’esiguo numero di adozioni effettuate negli ultimi anni.
Tuttavia si sta lavorando per continuare a cercare di circoscrivere il fenomeno del randagismo con delle proposte che sono attualmente in discussione. Una tra queste una importantissima campagna di sterilizzazione.
Per ciò che riguarda i cani che sono stati adottati nei mesi scorsi dal Rifugio Sanitario di Isnello diciamo solamente che, per quello che ci riguarda, di concerto con il Corpo dei Vigili Urbani di Castelbuono, si stanno facendo tutte le verifiche (di nostra competenza) per constatare l’effettiva presenza dei cani accolti nelle nuove famiglie, tutte le relazioni descrittive corredate da foto vengono successivamente protocollate in Comune e vengono inviate Per Conoscenza al Distretto Veterinario di Cefalù, il quale -se lo ritiene opportuno- potrà effettuare ulteriori verifiche. 

E’ opportuno sottolineare che non è compito nostro valutare se chi adotta il cane lo fa con spirito di amore o esclusivamente per soldi, il nostro compito è SOLAMENTE quello di dare una valutazione sommaria sulle loro condizioni di detenzione, non un parere medico veterinario.
Il problema del randagismo purtroppo non è risolto, bisogna collaborare e soprattutto cercando in tutti i modi di sensibilizzare e di spiegare che gli animali non sono oggetti ma esseri viventi che hanno diritto di vivere una vita migliore. I Canili sono mezzi importantissimi per contrastare il fenomeno del randagismo, ma la permanenza di un cane presso queste strutture deve essere limitata il più possibile, L’art 11 paragrafo 3 del D.P.R 15/2000 cita testualmente: “I cani vaganti catturati sono condotti presso i rifugi sanitari pubblici o convenzionati, in cui soggiornano fino al momento della restituzione al proprietario, del loro affidamento o della loro rimessa in libertà”.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.