Seconda serata per il Castelbuono Jazz Festival

[cefaluweb] Seconda serata per il CastelbuonoJazzFestival, in piazza Castello a Castelbuono (Palermo). Di fronte al pubblico arrampicato sulle scalinate in pietra che una volta percorrevano i cavalli dei Principi di Ventimiglia e dopo l’apertura con il Giacomo Tantillo quartet, domani (11 agosto) alle 22 salirà sul palco lo Stjepko Gut set, capitanato dal carismatico trombettista jugoslavo – che ha suonato nell’orchestra di Lionel Hampton, Clark Terry e Curtis Fuller – e completato da Rino Cirinnà al sax tenore, Marco Ronca al pianoforte, Nello Toscano al contrabbasso e Paolo Vicari alla batteria. Il concerto sarà aperto da Il Suono di Bill, band tra le tre finaliste del Premio Tamburini. Composta da Marco Marotta (sassofono tenore e soprano), Vincenzo Salerno (sassofono baritono), Luca La Duca (chitarra elettrica), Francesco Cardullo (basso elettrico), Andrea Chentrens (batteria), Il Suono di Bill è un bizzarro esperimento in cui vari stili si mescolano e si confondono, dando vita a curiose ed energiche performance. I brani si muovono tra jazz, blues, surf, ambient, arrangiati, grazie ad una mini sezione fiati di due sax.

Venerdì 12 agosto toccherà alla “signora” del jazz siciliano: Anna Bonomolo propone il suo progetto “Jazz in progress” che la vede accompagnata da una band di tutto rispetto – Sebastiano Alioto, Diego Spitaleri, Fabio Lannino, Germano Seggio, Luciano Monterosso – per rileggere insieme i grandi classici del jazz puro. Nei prossimi giorni arriveranno a Castelbuono Enrico Rava e Roberto Taufic, il Claudio Giambruno 4et e, a Ferragosto, Fabrizio Bosso guest per il trio Urban Fabula. Si chiuderà il 17 agosto con il Premio Marco Tamburini.