Esche avvelenate. Misure preventive per la salvaguardia degli animali

In seguito alla segnalazione di tentato avvelenamento di un cane, nel pomeriggio di ieri 25 febbraio 2019, riportiamo qui di seguito quanto riportato dall’Associazione “I Delfini Onlus Distaccamento Di Castelbuono” sulla loro Pagina Facebook.

In Data 25/02/2019 Venivamo allertati da parte di alcuni residenti che in Contrada San Sebastiano (territorio di Castelbuono) un cane che si era allontanato accidentalmente dalla propria abitazione al suo rientro manifestava i sintomi classici da avvelenamento. Dopo l’intervento di un Medico Veterinario lo stesso rigurgitava dei bocconi di carne, che preventivamente venivano inviati all’istituto di Zooprofilassi di Palermo.

Nella giornata di oggi 26 Febbraio 2019 in forza congiunta tra L’Associazione I Delfini Onlus Distaccamento di Castelbuono, Le guardie Eco zoofile Nazionali “GEN” e il corpo di Polizia Municipale di Castelbuono si provvedeva al controllo preventivo della zona per verificare la presenza di altre PROBABILI esche avvelenate, il tutto allo scopo preventivo.
La ricerca ha dato esito negativo, si è pertanto deciso di esporre dei cartelli per avvisare i residenti di prestare maggiore attenzione
Fondamentale come sempre l’intervento del Comandante dei Vigili Urbani Salvatore Failla che da sempre dimostra un sensibile attenzione sia al problema randagismo che alla preventivo maltrattamento degli animali.
Un ringraziamento particolare anche alle Guardie Eco zoofile distaccate a Castelbuono, che in questa occasione così come in altre si sono prodigate insieme a i Volontari dell’Associazione I Delfini dando un valido contributo, senza il quale vani sarebbero stati gli sforzi dei volontari dell’Associazione.
E’ importante sottolineare come nel nostro territorio il fenomeno randagismo viene tenuto sotto costante controllo grazie all’intervento giornaliero di ragazzi che operano nel campo del volontariato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.