Spazioscena: “Betulla” – Stagione di performance d’appartamento

By on 5 ottobre 2017

Fin dai tempi più antichi l’albero ha assunto per l’uomo una forte valenza simbolica dovuta al fatto che, se da un lato affonda le sue radici nelle profondità della terra, dall’altro innalza i rami vigorosi verso il cielo. L’albero dunque è il simbolo della Vita come forma di integrazione olistica tra le varie componenti, quella terrena e quella celeste, così condivisibile da parte di noi umani.
Ecco perché le stagioni culturali organizzate dall’Associazione Spazioscena quest’anno sono dedicate a tre alberi diversi.

La prima, quella autunnale, porta l’insegna della Betulla, pianta elegante e flessuosa caratterizzata dalla bianca corteccia che, per la sua ben nota resistenza, viene utilizzata per il consolidamento di frane ed ha anche importanti virtù terapeutiche. La sua comprovata capacità di resistere agli attacchi di parassiti ed insetti di ogni tipo ne fa un simbolo di resilienza. Quest’albero dunque ci ricorda che si può essere eleganti e forti nello stesso tempo.

Ogni albero scelto, così come ogni stagione,  avrà qualcosa da raccontarci, se solo sapremo ascoltarne il linguaggio discreto e forte.

Anche quest’anno abbiamo deciso di proporre tre spettacoli per rassegna, uno al mese, toccando tre diverse forme d’espressione artistica: la Musica, il Teatro e la Danza. 
La novità è che ogni stagione ospiterà una mostra, allestita nei locali di Spazioscena, che sarà visitabile durante l’intera durata della rassegna.
Di seguito il calendario degli spettacoli:

SABATO 28 OTTOBRE ore 21:15
Le gentil dame presentano “Divertimenti per camera”
Concerto di musica da camera del XVIII secolo originale per mandolino e violoncello
Con: Camilla Finardi – mandolino, Daniela Santamaura – violoncello

Il Duo Le Gentil Dame è nato dall’incontro fortunato fra Camilla Finardi, mandolinista e musicologa cremonese, e Daniela Santamaura, violoncellista siciliana. Le due musiciste si prefissarono l’obiettivo di studiare ed approfondire le composizioni scritte appositamente per mandolino e violoncello da autori principalmente italiani del XVIII secolo, fra cui G. Gervasio, A. Riggieri, G. Hoffmann, P. Denis e molti altri. Il Duo utilizza anche strumenti antichi (mandolino lombardo, mandolino milanese, violoncello barocco) per riprodurre filologicamente una sonorità affine a quella dell’epoca delle composizioni. Nel 2016 il Duo decise di incidere un disco, “Divertimenti per Camera”, che è stato stampato in Giappone nel mese di Giugno 2017 dalla casa discografica Edizioni Da Vinci di Edmondo Filippini.

SABATO 18 NOVEMBRE ore 21:15
La compagnia Il Teatrino presenta “Tinta Terra”
Monologo teatrale con  Domenico Salvatore Ciaramitaro

Nella piazza al centro del paese la vita scorre ogni giorno sempre uguale, tra le urla e la simpatia dei suoi abitanti che, come in un grande mercato di una sconosciuta città del sud del mondo, tirano avanti vendendo ortaggi, frutta e verdura, “sparlottando” a destra e a sinistra in un carosello di voci, suoni, musiche e canzoni. È in questo piccolo mondo colorato che nasce la storia di Peppino, adolescente sensibile e amato dai più, ma compreso quasi da nessuno. Sfruttato dal mondo degli adulti e non riconosciuto da quello dei più giovani, Peppino decide di fuggire, fuggire via da questa vita alla ricerca di affetto e di comprensione.

SABATO 16 DICEMBRE ore 21:15 
“Cassandra” spettacolo di teatro-danza di e con Carlomauro Maggiore

Dopo S.O.L.L.I.E.V.O., Calmacqua e Trisòmia, con Cassandra Carlomauro Maggiore continua la sua indagine sulle “ossessioni positive”. Le visioni catastrofiche di Cassandra non possono essere evitate, la loro realizzazione forse si. Da questa condizione è generata la danza rituale altalenante tra predestinazione e libero arbitrio. Una danza che attraversa i secoli, le persone e la loro coscienza collettiva.
La visione è la protagonista di questo spettacolo; tutte le componenti sceniche, costumi, luci, scenografia, musiche e partitura coreografica sono tutte sullo stesso piano e a suo servizio.

SCHIZZI DA BETULLA
Durante il periodo della stagione sarà possibile visitare la mostra Schizzi da Betulla, disegni, acquerelli e schizzi tratti da “Betulla”, collana di libretti d’artista per appunti su carta riciclata editi da Glifo Edizioni. Vernissage sabato 28 ottobre.

PER INFO E PRENOTAZIONI DI ABBONAMENTI/BIGLIETTI CHIAMARE IL 346 62 09 451 O SCRIVERE A associazionespazioscena@gmail.com.

A proposito di Redazione

La Redazione di Castelbuono.Org, deus ex machina del progetto sin dal 2007, coordinata da Michele Spallino.

Effettua il log in per postare un commento Login

Lascia un commento

Per continuare ad usare il sito, accetta i cookies. Leggi la cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi