Suprauponti, Mario Cicero: “La mafia non è cosa nostra”

By on 19 gennaio 2018

[Riceviamo e pubblichiamo] «Dobbiamo vedere di acchiapparci Castelbuono». Con questa frase Tony Maranto, capomafia di Polizzi Generosa, investiva come «reggente della famiglia mafiosa di Castelbuono» il boss Antonio Maria Scola. E per questo il gup Fabrizio Anfuso ha condannato Scola a 12 anni e 5 mesi di reclusione al processo «Black cat». Ma per il sindaco Mario Cicero «la mafia non è cosa nostra» e lo spiega in un’intervista esclusiva rilasciata al giornalista Giuseppe Spallino nell’ultimo numero di “Suprauponti”.

A proposito di Redazione

La Redazione di Castelbuono.Org, deus ex machina del progetto sin dal 2007, coordinata da Michele Spallino.

Effettua il log in per postare un commento Login

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Per continuare ad usare il sito, accetta i cookies. Leggi la cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi