museo civico – Castelbuono .Org http://www.castelbuono.org Fatti e opinioni del tutto castelbuonesi. Sun, 18 Nov 2018 11:04:57 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.9.7 “Io sono il mio patrimonio”. Al Museo Civico il laboratorio per bambini a cura di Stefania Cordone http://www.castelbuono.org/io-sono-il-mio-patrimonio-al-museo-civico-il-laboratorio-per-bambini-a-cura-di-stefania-cordone/ http://www.castelbuono.org/io-sono-il-mio-patrimonio-al-museo-civico-il-laboratorio-per-bambini-a-cura-di-stefania-cordone/#respond Fri, 16 Nov 2018 09:35:20 +0000 http://www.castelbuono.org/?p=71545 “Io sono il mio patrimonio”. Al Museo Civico il laboratorio per bambini a cura di Stefania Cordone   Nell’anno che l’Europa dedica al Patrimonio Culturale, e nell’ambito delle attività educative organizzate sui temi rilevanti della diffusione culturale, il Museo Civico Castelbuono presenta al pubblico il laboratorio educativo “Io sono il mio patrimonio”, ideato e condotto dall’artista Stefania Cordone. Il progetto educativo è gratuito e prevede un ciclo di 6 incontri pomeridiani aperti […]]]> “Io sono il mio patrimonio”. Al Museo Civico il laboratorio per bambini a cura di Stefania Cordone

 

Nell’anno che l’Europa dedica al Patrimonio Culturale, e nell’ambito delle attività educative organizzate sui temi rilevanti della diffusione culturale, il Museo Civico Castelbuono presenta al pubblico il laboratorio educativo “Io sono il mio patrimonio”, ideato e condotto dall’artista Stefania Cordone.

Il progetto educativo è gratuito e prevede un ciclo di 6 incontri pomeridiani aperti alla partecipazione dei bambini, secondo la disponibilità. Il progetto è strutturato per trasmettere ai piccoli partecipanti il valore tra identità e storia, tra comunità e patrimonio storico-artistico, sulla convinzione che solo laddove esiste una tale consapevolezza è possibile che si realizzi una crescita sociale e collettiva. Partendo da questo presupposto, il laboratorio si articolerà in più fasi creative. La prima, introduttiva, è centrata sull’identità del gruppo, attraverso una modalità operativa volta a ritrovare e riconoscere quegli elementi che determinano un insieme e un’identità collettiva. La fase successiva prevede una visita guidata delle collezioni del Museo, un viaggio attraverso la storia che ha condotto alla creazione dell’istituzione museale, della sua costruzione e della sua evoluzione, che permette di trasmettere il carattere fondante della comunità castelbuonese. Ad arricchire questo aspetto, verrà affrontata la parte relativa alla collezione permanente di opere dell’Arte Sacra e al culto di Sant’Anna. I racconti sugli aspetti storici e culturali del patrimonio museale saranno accompagnati da attività ludiche, coinvolgendo i bambini in rappresentazioni grafiche personali, attraverso l’osservazione e le suggestioni ricevute.
Nella parte finale del laboratorio i bambini sono invitati a partecipare ad un gioco di ricostruzione di un puzzle, i cui pezzi sono realizzati con immagini tratte dalle opere d’arte delle collezioni del Museo. Ogni partecipante avrà frammenti di immagini che saranno ricomposte con un lavoro di osservazione e pazienza, e che infine confluiranno nel riconoscimento dell’oggetto ricostruito. Al termine del laboratorio è prevista una esposizione degli elaborati prodotti, visitabile all’interno degli spazi dl laboratorio didattico “L. Spallino” durante il periodo delle festività natalizie, al termine del quale ogni bambino potrà ritirare la propria opera.
Il laboratorio sarà strutturato in 6 incontri interattivi della durata di 90 minuti per un massimo di 18 bambini da svolgersi nei mesi di novembre e dicembre 2018 secondo il calendario seguente: 22, 29 novembre, 6, 13, 20, 22 dicembre 2018
Gli incontri si terranno di pomeriggio dalle 16.30 alle 18.00. Sabato 22 dicembre, al termine del laboratorio si terrà l’inaugurazione della mostra espositiva a partire dalle ore 18.30. La mostra resterà aperta fino a domenica 6 gennaio 2019.
Il laboratorio è rivolto ad un massimo di 18 bambini in età compresa tra i 5 e i 10 anni.
L’iscrizione è gratuita e sarà possibile prenotare entro lunedì 19 novembre fino ad esaurimenti posti.

Prenotazioni: Tel. 0921-677126
Indirizzo: Museo Civico di Castelbuono, P.zza Castello – Castelbuono (PA), Italia
www.museocivico.eu

Il Museo Civico di Castelbuono ringrazia i propri partner per il sostegno alle attività culturali: Azienda Fiasconaro, Fecarotta Antichità, Grand Hotel et Des Palmes, The Hotel Sphere, Palermo, Paradiso delle Madonie, Castelbuono, Villa Catalfamo, Cefalù.

Museo Civico di Castelbuono
Castello dei Ventimiglia, Piazza Castello – 90013 Castelbuono (PA);
T. +39 0921671211
info@museocivico.eu
www.museocivico.eu

]]>
http://www.castelbuono.org/io-sono-il-mio-patrimonio-al-museo-civico-il-laboratorio-per-bambini-a-cura-di-stefania-cordone/feed/ 0
Museo Civico. Attività per il Funghi Fest 2018 http://www.castelbuono.org/museo-civico-attivita-per-il-funghi-fest-2018/ http://www.castelbuono.org/museo-civico-attivita-per-il-funghi-fest-2018/#respond Wed, 17 Oct 2018 13:50:47 +0000 http://www.castelbuono.org/?p=71140 Museo Civico. Attività per il Funghi Fest 2018 [Riceviamo e pubblichiamo] Nel programma della manifestazione del Funghi Fest 2018 che si terrà a Castelbuono il prossimo 19-20-21ottobre, il Museo Civico accoglierà i visitatori con una serie di iniziative volte alla migliore fruizione e conoscenza della storia del Castello dei Ventimiglia e dei suoi tesori. Sabato 20 e domenica 21 ottobre l’apertura del Museo […]]]> Museo Civico. Attività per il Funghi Fest 2018

[Riceviamo e pubblichiamo] Nel programma della manifestazione del Funghi Fest 2018 che si terrà a Castelbuono il prossimo 19-20-21ottobre, il Museo Civico accoglierà i visitatori con una serie di iniziative volte alla migliore fruizione e conoscenza della storia del Castello dei Ventimiglia e dei suoi tesori. Sabato 20 e domenica 21 ottobre l’apertura del Museo è stata prolungata dalle 9.30 alle 19.30 senza interruzione, con biglietti interi o scontati (per info: www.museocivico.eu o pagina Facebook del Museo). I visitatori avranno la possibilità di essere accompagnati dai nostri collaboratori alla scoperta del percorso museale permanente: nella sezione urbanistica, archeologica, nella Pinacoteca d’Arte Moderna e Contemporanea con il riallestimento della collezione dal titolo “Schiuma di mare e attorno. Nuovo percorso 1905-2017”, nella Cappella Palatina con la sontuosa decorazione a stucco su fondo oro, che custodisce da secoli la sacra reliquia della Madre Sant’Anna, patrona di Castelbuono. Negli ambienti dedicati alle esposizioni temporanee sono attualmente visitabili la mostra collettiva “Raymond Controfigura” curata di Luca Trevisani, e l’installazione ambientale di Olaf Nicolai “Raymond (AU SERVICE)”, progetti dedicati alla figura dell’eccentrico scrittore francese Raymond Roussel. Entrambi i progetti sono eventi collaterali di Manifesta12, Biennale d’Arte Contemporanea, di cui è possibile acquistare i biglietti anche presso la nostra biglietteria.

Nel bookshop i visitatori potranno acquistare il merchandising d’autore: orecchini, spille e manufatti unici della designer siciliana Gabriella Amodeo, alias Vichi Handmade, ispirati ai

pupi siciliani, i foulard di seta stampata con l’iconografia serpottiana di Lisa Rampilli, e ancora le coloratissime bag ecologiche, e una selezione editoriale sul tesoro di Sant’Anna, sulla storia di Castelbuono e i numerosi cataloghi delle mostre temporanee del Museo Civico, tra cui Letizia Battaglia, Mimmo Cuticchio, Manfredi Beninati, Luca Trevisani.

]]>
http://www.castelbuono.org/museo-civico-attivita-per-il-funghi-fest-2018/feed/ 0
Museo Civico. La dott.ssa Maria Enza Puccia nominata Presidente http://www.castelbuono.org/museo-civico-la-dott-ssa-maria-enza-puccia-nominata-presidente/ http://www.castelbuono.org/museo-civico-la-dott-ssa-maria-enza-puccia-nominata-presidente/#respond Wed, 17 Oct 2018 08:47:56 +0000 http://www.castelbuono.org/?p=71116 Museo Civico. La dott.ssa Maria Enza Puccia nominata Presidente Il Museo Civico di Castelbuono è lieto di annunciare che nella seduta del Consiglio di Amministrazione del 15 ottobre si è svolta l’elezione del nuovo Presidente dell’Istituzione museale, con la nomina della d.ssa Maria Enza Puccia. La nomina è stata accolta all’unanimità dal Consiglio di Amministrazione del Museo che si è congratulato per l’indicazione del […]]]> Museo Civico. La dott.ssa Maria Enza Puccia nominata Presidente

Il Museo Civico di Castelbuono è lieto di annunciare che nella seduta del Consiglio di Amministrazione del 15 ottobre si è svolta l’elezione del nuovo Presidente dell’Istituzione museale, con la nomina della d.ssa Maria Enza Puccia. La nomina è stata accolta all’unanimità dal Consiglio di Amministrazione del Museo che si è congratulato per l’indicazione del Sindaco Mario Cicero nella scelta di una figura professionale altamente qualificata, che si è distinta negli anni per competenza e impegno profuso nel mondo della scuola e nelle attività di internazionalizzazione. Il Consiglio di Amministrazione, con il Direttore del Museo Civico esprimono grande compiacimento per l’incarico dalla d.ssa Puccia, convinti del valore di garante che la figura del Presidente riveste all’interno dell’istituzione culturale della comunità di Castelbuono. La nuova Presidente Puccia ha così dichiarato: “Sono profondamente onorata di rappresentare la carica di Presidente del Museo Civico per la mia comunità. Condivido la politica culturale del Museo Civico che lavora tra innovazione, apertura verso prospettive internazionali e conservazione, ma guardando sempre alle esigenze e alle opportunità del nostro territorio. A tale scopo la progettualità culturale sarà condotta sinergicamente con il Direttore e i membri del Consiglio di Amministrazione, anche attraverso il rafforzamento delle relazioni con le con le agenzie formative, quali la scuola, le associazioni cittadine, i volontari”.
In questi giorni la d.ssa Puccia è impegnata in un viaggio a Malta, dove ha incontrato la d.ssa Beatrice Covassi, Capo della Rappresentanza della Commissione Europea in Italia (in foto).

]]>
http://www.castelbuono.org/museo-civico-la-dott-ssa-maria-enza-puccia-nominata-presidente/feed/ 0
MCC. La Prof.ssa Maria Enza Puccia sostituisce Angela Sottile nel Consiglio di Amministrazione http://www.castelbuono.org/mcc-la-prof-ssa-maria-enza-puccia-sostituisce-angela-sottile-nel-consiglio-di-amministrazione/ http://www.castelbuono.org/mcc-la-prof-ssa-maria-enza-puccia-sostituisce-angela-sottile-nel-consiglio-di-amministrazione/#respond Thu, 11 Oct 2018 10:08:26 +0000 http://www.castelbuono.org/?p=71069 MCC. La Prof.ssa Maria Enza Puccia sostituisce Angela Sottile nel Consiglio di Amministrazione Segnaliamo la seguente delibera sindacale pubblicata dal Comune di Castelbuono in cui, a seguito delle dimissioni da Presidente del Museo Civico presentate dalla Dott.ssa Angela Sottile lo scorso 14 Agosto, viene nominata come sua sostituta la Prof.ssa Maria Enza Puccia. La stessa, apprendiamo dalla delibera, si sarebbe dimessa dal ruolo di assessore proprio ieri (10/10/2018). […]]]> MCC. La Prof.ssa Maria Enza Puccia sostituisce Angela Sottile nel Consiglio di Amministrazione

Segnaliamo la seguente delibera sindacale pubblicata dal Comune di Castelbuono in cui, a seguito delle dimissioni da Presidente del Museo Civico presentate dalla Dott.ssa Angela Sottile lo scorso 14 Agosto, viene nominata come sua sostituta la Prof.ssa Maria Enza Puccia. La stessa, apprendiamo dalla delibera, si sarebbe dimessa dal ruolo di assessore proprio ieri (10/10/2018).

Qui il documento per intero pubblicato sull’Albo Pretorio del Comune di Castelbuono

]]>
http://www.castelbuono.org/mcc-la-prof-ssa-maria-enza-puccia-sostituisce-angela-sottile-nel-consiglio-di-amministrazione/feed/ 0
Museo Civico. Chiusura straordinaria venerdì 12 Ottobre per lavori di manutenzione http://www.castelbuono.org/museo-civico-chiusura-straordinaria-venerdi-12-ottobre-per-lavori-di-manutenzione/ http://www.castelbuono.org/museo-civico-chiusura-straordinaria-venerdi-12-ottobre-per-lavori-di-manutenzione/#respond Thu, 11 Oct 2018 09:45:26 +0000 http://www.castelbuono.org/?p=71067 Museo Civico. Chiusura straordinaria venerdì 12 Ottobre per lavori di manutenzione [Riceviamo e pubblichiamo] Si avvisano i gentili visitatori del Museo Civico che la struttura museale resterà chiusa nella giornata di VENERDI 12 OTTOBRE per opere di manutenzione ordinaria e straordinaria dell’immobile. Il Museo sarà regolarmente aperto secondo gli orari indicati sul sito www.museocivico.eu, da sabato 13 ottobre. Ci scusiamo con quanti hanno programmato una visita […]]]> Museo Civico. Chiusura straordinaria venerdì 12 Ottobre per lavori di manutenzione

[Riceviamo e pubblichiamo] Si avvisano i gentili visitatori del Museo Civico che la struttura museale resterà chiusa nella giornata di VENERDI 12 OTTOBRE per opere di manutenzione ordinaria e straordinaria dell’immobile. Il Museo sarà regolarmente aperto secondo gli orari indicati sul sito www.museocivico.eu, da sabato 13 ottobre. Ci scusiamo con quanti hanno programmato una visita e vi invitiamo a ritornare.

Laura Barreca

(Direttore Museo Civico di Castelbuono)

]]>
http://www.castelbuono.org/museo-civico-chiusura-straordinaria-venerdi-12-ottobre-per-lavori-di-manutenzione/feed/ 0
MCC. Inaugurazione e presentazione Selezione antologica del Premio Giovani ‘Enzo La Grua’ http://www.castelbuono.org/mcc-inaugurazione-e-presentazione-selezione-antologica-del-premio-giovani-enzo-la-grua/ http://www.castelbuono.org/mcc-inaugurazione-e-presentazione-selezione-antologica-del-premio-giovani-enzo-la-grua/#respond Thu, 16 Aug 2018 15:11:02 +0000 http://www.castelbuono.org/?p=70443 MCC. Inaugurazione e presentazione Selezione antologica del Premio Giovani ‘Enzo La Grua’ Inaugurazione e presentazione Selezione antologica del Premio Giovani ‘Enzo La Grua’ DOMENICA 19 agosto ore 18.30   interventi del Sindaco Mario Cicero, Laura Barreca, Angela Sottile, Vincenzo Cucco, Tony Gentile, Salvino Leone e Massimiliano La Grua [Riceviamo e pubblichiamo] Il Museo Civico di Castelbuono è lieto di presentare l’acquisizione di fotografie del Premio Giovani “Enzo […]]]> MCC. Inaugurazione e presentazione Selezione antologica del Premio Giovani ‘Enzo La Grua’

Inaugurazione e presentazione

Selezione antologica del Premio Giovani ‘Enzo La Grua’

DOMENICA 19 agosto ore 18.30

 

interventi del Sindaco Mario Cicero, Laura Barreca, Angela Sottile, Vincenzo Cucco, Tony Gentile, Salvino Leone e Massimiliano La Grua

[Riceviamo e pubblichiamo] Il Museo Civico di Castelbuono è lieto di presentare l’acquisizione di fotografie del Premio Giovani “Enzo La Grua”, con l’inaugurazione di una sezione dedicata ad una selezione antologica di immagini mostrate in digitale all’interno del suggestivo ambiente della Sala del Forno, al primo piano del Castello dei Ventimiglia.

Il Direttore del Museo Civico Laura Barreca afferma “L’acquisizione delle fotografie del Premio Giovani “Enzo La Grua” si inserisce coerentemente nella politica culturale del Museo Civico che promuove le esperienze artistiche del territorio, all’interno di un progetto di valorizzazione del patrimonio storico-artistico locale. Tale azione rende il Museo non solo un contenitore di opere, ma un produttore attivo di linguaggi contemporanei, come è la fotografia. Le fotografie, acquisite in formato digitale dal Museo Civico, sono espressione della cultura del territorio e della sua restituzione artistica attraverso gli occhi e l’obiettivo dei giovani partecipanti al concorso, coerentemente con la missione culturale dell’Istituzione pubblica volta alla più ampia fruizione delle fotografie prodotte in questi anni e selezionate di anno in anno da giurie altamente qualificate”. L’Associazione Culturale dona al Museo l’archivio del Premio Giovani “Enzo La Grua”, composto da diciannove fotografie digitalizzate, con l’impegno di trasmettere annualmente la fotografia, a cui sarà attribuito il riconoscimento più alto del Premio delle future edizioni.

Intervengono: il Sindaco Mario Cicero, Laura Barreca, Angela Sottile, Vincenzo Cucco, Tony Gentile, Salvino Leone e Massimiliano La Grua

Storia del Premio Giovani “Enzo La Grua”

L’Associazione Culturale Enzo La Grua, senza fini di lucro, da anni si occupa della promozione di attività culturale, ricreativa, sociale, delle arti e dello spettacolo tendente alla valorizzazione della cultura e promuove annualmente il “Concorso Nazionale di Fotografia Città di Castelbuono Premio giovani Enzo La Grua”. L’idea di un concorso fotografico da svolgersi a Castelbuono nasce nell’estate del 1999, per iniziativa di Vincenzo Cucco, membro della Segreteria Regionale dell’Association Europèènne des Cheminots. Nella primavera del 2000 al progetto del concorso fotografico è affiancata l’attribuzione di un premio, rivolto ai giovani, dedicato alla poliedrica figura di Enzo La Grua, scomparso il 21 settembre 1999. Vincenzo Cucco, legato a Enzo la Grua da un profondo rapporto di stima e amicizia, basato anche sulla condivisione di iniziative artistiche, propone l’idea ai membri della predetta Associazione, alla famiglia La Grua e all’Amministrazione Comunele di Castelbuono, che la condividono pienamente. L’8 settembre del 2000 decolla, così, la prima edizione del concorso fotografico con la dizione Concorso di fotografia Madonie Città di Castelbuono Targa speciale “Enzo La Grua”. Dal 18 agosto 2004 parte la IV edizione, con diversa dicitura: “Concorso Nazionale di Fotografia Città di Castelbuono Premio speciale giovani Enzo La Grua” affidata ad altra Associazione con struttura organizzativa totalmente diversa dalle precedenti, affidata a Vincenzo Cucco. Proprio a partire da questa edizione del Concorso, al Tema “Libero” sezione bianco/nero e colore, viene associata una tematica obbligata, variabile di anno in anno, al fine di motivare i partecipanti ad un lavoro di ricerca e, dal 2006, viene introdotto il tema “Castelbuono oggi”.

Dal 2018 dalla collaborazione fra l’Associazione Culturale Enzo La Grua ed il Museo Civico di Castelbuono, su indicazione del Sindaco, nasce la proposta di acquisire le fotografie legate al Concorso Nazionale di Fotografia Città di Castelbuono Premio Giovani “Enzo La Grua”, aperto ai partecipanti fino ai ventisette anni.

Il Museo Civico desidera ringraziare Massimiliano La Grua, Presidente dell’Associazione Culturale Enzo La Grua, Vincenzo Cucco, Vicepresidente e Responsabile Settore Fotografia / Concorso-Mostra. Info: cucco@fotoconcorsolagrua.it  / www.fotoconcorsolagrua.it

Elenco delle opere fotografiche in mostra:

– “CAMMINO”, di VALENTINA MINUTELLA / Castelbuono (PA) – V edizione 2004, tema “Libero” bianco/nero

– “CESSATA ATTIVITA’”, di GIULIO TURRISI / Castelbuono (PA) – VI edizione 2005, tema “Libero” bianco/nero

– “LUCE DEI MIEI OCCHI”, di CARLO MELLONI /Palermo – VII edizione 2006, tema “Libero” bianco/nero

– “SENZA TITOLO”, di ALESSANDRO SAVARESE / Castel di Tusa  (ME) – VIII edizione 2007, tema “Libero” bianco/nero

– “VITESSE”, di GIUSEPPE MARINELLI / Palermo – IX edizione 2008, tema “Libero” colore

– “ABITARE”, di GIUSEPPE MARINELLI / Palermo – X edizione 2009, tema “Libero” colore

“VIVA SAN CIUSIAPPI”, di ANTONINO FILIPPONE / Palermo – XI edizione 2010, tema “Libero” colore

“BON APPETIT”, di MICHELE PUCCIA / Castelbuono (PA) – XII edizione 2011, tema “Libero” bianco/nero

“I CARBONARI”, di ALESSANDRO SAVARESE / Castel di Tusa (ME) – XIII edizione 2012, tema “Libero” bianco/ne

“EDVIGE”, di VERA DI PASQUALE / Castelbuono (PA) – XIV edizione 2013, tema “Libero” colore

“VENERDI SANTO, ATTESA”, di MICHELE PUCCIA / Castelbuono (PA) – XV edizione 2014, tema “Libero” bianco/nero

“THE (R) EVOLUTION”, di LIVIA MANCINELLI / Roma – XVI edizione 2015, tema “IL CIBO” colore/bianco-nero /portfolio composto di n. 5 immagini

“PICCOLO LAVORATORE”, di MARIA DI PASQUALE / Palermo – XVII edizione 2016, tema “Libero” bianco/nero

“COME UN TUONO”, di FEDERICO ODDO / Milano – XVIII edizione 2017, tema “Libero” bianco/nero

“MILANO DAL SOTTO”, di FEDERICO ODDO / Milano – XIX edizione 2018, tema “Libero” colore     

Il Premio Giovani “Enzo La Grua” la cui prima edizione risale all’anno 2000 e l’ultima, la XIX, al 2018 consterebbe di ciascuna opera per edizione ad eccezione della XVI, in versione portfolio di 5. L’archivio, oggi, dovrebbe comprendere 23 opere; il totale attuale è di 19 in quanto delle prime quattro edizioni non è stato costituito un archivio.

Il Museo Civico di Castelbuono ringrazia i propri partner per il sostegno alle attività culturali: Azienda Fiasconaro, Fecarotta Antichità, Grand Hotel et Des Palmes, The Hotel Sphere, Palermo, Paradiso delle Madonie, Castelbuono, Villa Catalfamo, Cefalù.

Orario estivo (in vigore dal 1 aprile al 30 settembre) dal lunedì a domenica: 09.30 – 13.00 / 15.00 – 18.30

Biglietto: intero € 5,00; ridotto € 3,00 (adulti oltre i 65 anni e ragazzi dagli 8 ai 18 anni, scolaresche e gruppi superiori a 12 persone, soci Touring club, altre convenzioni); ridotto € 2.00 residenti e nati a Castelbuono, altre convenzioni; gratuito per bambini fino a 7 anni d’età, portatori di handicap con accompagnatore, docenti e guide turistiche che accompagnano gruppi, studenti delle Facoltà di Arte e Architettura, membri ICOM, giornalisti accreditati.

Museo Civico di Castelbuono

Castello dei Ventimiglia, Piazza Castello – 90013 Castelbuono (PA);

T. +39 0921671211

info@museocivico.eu
www.museocivico.eu

]]>
http://www.castelbuono.org/mcc-inaugurazione-e-presentazione-selezione-antologica-del-premio-giovani-enzo-la-grua/feed/ 0
Angela Sottile si dimette dalla carica di Presidente del Museo Civico http://www.castelbuono.org/angela-sottile-si-dimette-dalla-carica-di-presidente-del-museo-civico/ http://www.castelbuono.org/angela-sottile-si-dimette-dalla-carica-di-presidente-del-museo-civico/#respond Tue, 14 Aug 2018 14:52:58 +0000 http://www.castelbuono.org/?p=70411 Angela Sottile si dimette dalla carica di Presidente del Museo Civico Pubblichiamo la seguente lettera, inviataci da Angela Sottile, in cui comunica al Sindaco le sue dimissioni dalla carica di Presidente del Museo Civico e spiega le motivazioni che l’hanno portata a tale scelta. AL SIG. SINDACO DEL COMUNE DI CASTELBUONO Mario Cicero SEDE AI MEMBRI DEL CDA DEL MUSEO CIVICO Ins. Angela Cicero Dott. Vincenzo […]]]> Angela Sottile si dimette dalla carica di Presidente del Museo Civico

Pubblichiamo la seguente lettera, inviataci da Angela Sottile, in cui comunica al Sindaco le sue dimissioni dalla carica di Presidente del Museo Civico e spiega le motivazioni che l’hanno portata a tale scelta.

AL SIG. SINDACO DEL COMUNE DI CASTELBUONO
Mario Cicero
SEDE
AI MEMBRI DEL CDA DEL MUSEO CIVICO
Ins. Angela Cicero
Dott. Vincenzo Cucco
Dott. Michele Puccia
Prof.ssa Arcangela Vignieri
SEDE
AL DIRETTORE DEL MUSEO CIVICO
Dott.ssa Laura Barreca
SEDE
e p.c. AL PERSONALE DIPENDENTE DEL MUSEO CIVICO
SEDE

Egregio Sig. Sindaco,
con questa mia lettera intendo rassegnare le dimissioni dalla carica di Presidente del Museo
Civico di Castelbuono, una decisione sofferta alla quale giungo dopo una lunga e attenta
riflessione. Come Lei sa, già a gennaio di quest’anno ho esternato la mia volontà di rinunciare, a
malincuore, alla prestigiosa carica da Lei riconfermatami, motivando la mia scelta con la sempre
maggiore difficoltà da me riscontrata negli anni, e in particolar modo negli ultimi mesi, nel far
coesistere un incarico di impegno e responsabilità con i tempi, la serenità e le energie necessarie
alla costruzione di una crescita professionale ma anche personale. Ho apprezzato la Sua richiesta
di ripensare alla mia decisione, cercando in questi mesi di impegnarmi a far coesistere impegni
privati e pubblici mantenendo costanti concentrazione, passione ed energia.
Quando mi è stato chiesto, nel 2014, di entrare a far parte del Consiglio di Amministrazione del
Museo Civico, prima rivestendo la carica di vicepresidente, poi, nel 2015, di presidente, è iniziato

per me un percorso di costruzione basato sulla dedizione e il rispetto verso un Museo, un luogo,
un cuore vivo, che percepisco sentimentalmente come qualcosa di “nostro”, nel senso della
familiarità più intima, quella del riconoscimento dell’appartenenza reciproca. Da subito la mia
riflessione è stata incentrata sul valore, elevatissimo e nobilissimo, di tale ruolo e sulla connessa
responsabilità nel gestire un bene così importante, ovvero il Castello, le sue testimonianze
storiche e artistiche e un museo che non solo deve essere all’altezza dell’importanza simbolica
che gli è attribuita, dalla storia e dalla comunità che di tale storia è madre e al tempo stesso figlia,
ma che deve superarsi per rendersi vivo. Ed è proprio nella costante riflessione sulle potenzialità
di questa anima viva che il museo nasce; è nell’equilibrio tra la conservazione e la necessità di
espressione che il museo vive e cresce.
In questo rispetto e con questo legame sentimentale ho agito, donando me stessa, il mio tempo e
le mie capacità alla comunità e allo stesso tempo venendone arricchita intellettualmente e
nell’anima. Insieme al Direttore e al Consiglio di Amministrazione ho inseguito l’idea di un museo
vivo e aperto, innovativo e dallo spirito contemporaneo, ovvero un museo che è attento alle
espressioni dell’oggi e che sa dialogare con il mondo contemporaneo, affondando le sue radici in
un terreno ricco e fertile di storia, di arte, di tradizioni, dove crescono e si fortificano le radici
della nostra identità locale, siciliana e mediterranea, e tutto ciò che intorno ad esse si evolve e si
trasforma. Il territorio, non solo di terra e sangue ma di spazi interiori. Avere sensibilità per
qualcosa significa essere sensibili ad essa: il territorio che sa cullare e formare e il cui modo
d’essere, in un certo senso, a volte si subisce, a volte si rimprovera anche. Il Museo parla di una
comunità e parla a una comunità, e l’ascolto, inteso come interiorizzazione di un messaggio, è un
esercizio di coscienza, è sapersi vedere meglio, sapersi creare un’immagine sempre più
tridimensionale, sempre più colorata, sempre più consapevole.
Credo che rivestire un ruolo istituzionale significhi anteporre il bene della comunità al proprio,
mettersi in gioco in prima persona e in prima linea per costruire qualcosa che non resti nella
storia perché fa parlare ma perché contribuisce a definire i lineamenti della nostra identità
culturale collettiva. Tale impegno ha richiesto in questi anni totale dedizione, portandomi spesso
ad anteporre le necessità del Museo a quelle personali e, molto spesso, professionali, andando
ben oltre ciò che il mio ruolo richiedeva.
Dunque, Signor Sindaco, proprio per il grande valore che attribuisco a questo ruolo, per il rispetto
verso l’istituzione museale e le sue potenzialità, proprio per quello che sopra chiamavo esercizio
di coscienza, nella consapevolezza della mole di impegni che mi impediscono, quest’anno, di
continuare ad essere presidente nel modo in cui io ritengo sia necessario esserlo, decido oggi di
abbandonare la mia carica per dedicarmi alla mia professione e alla mia vita privata. Credo che
rivestire un tale ruolo istituzionale significhi innanzitutto offrirsi, anima e corpo, assumendosi
responsabilità legali e morali. Tutto ciò può essere, ritengo, sostenuto solo da un amore profondo,
non dall’acquisizione di vantaggi, visibilità o privilegi di alcun tipo.
E’ stato un grande onore poter amministrare il Museo Civico, un’esperienza che mi ha messa alla
prova e certamente rinforzata, alla quale devo molto per la mia crescita personale. Un luogo del
genere, un’istituzione del genere, non entra ed esce dal cuore in silenzio: è pesante quanto tutte
le pietre dell’edificio che ne è sede; è rumorosa, è sempre presente.

La ringrazio, Signor Sindaco, e con Lei l’Amministrazione Comunale, per la fiducia accordatami
riconfermando il mio incarico; seppur lontana dal ruolo pubblico, continuerò a mettermi a
disposizione della comunità, nei tempi e nei modi che di volta in volta mi saranno possibili.
Ringrazio il Direttore Laura Barreca per i sogni condivisi. Ringrazio l’attuale Consiglio di
Amministrazione per questo purtroppo breve cammino insieme e a cui auguro di cuore di
continuare a lavorare nella costruzione di valori e prospettive; ringrazio la precedente
Amministrazione Comunale e il precedente Consiglio di Amministrazione per avermi coinvolta in
questo percorso e aver creduto nelle mie capacità. Ringrazio anche tutto il personale del Museo
Civico, quotidianamente impegnato nel rendere efficiente la nostra istituzione museale.
Sicura che vorrà accettare le motivazioni di tale decisione e certa di una Sua comprensione,
Le auguro buon lavoro e invio cordiali saluti

Il Presidente
Dott.ssa Angela Sottile

]]>
http://www.castelbuono.org/angela-sottile-si-dimette-dalla-carica-di-presidente-del-museo-civico/feed/ 0
“Trinakria – Angoli segreti” racconta storia e leggende del Castello di Castelbuono| Video servizio http://www.castelbuono.org/trinakria-angoli-segreti-racconta-storia-e-leggende-del-castello-di-castelbuono-video-servizio/ http://www.castelbuono.org/trinakria-angoli-segreti-racconta-storia-e-leggende-del-castello-di-castelbuono-video-servizio/#respond Sat, 21 Jul 2018 11:09:37 +0000 http://www.castelbuono.org/?p=70130 “Trinakria – Angoli segreti” racconta storia e leggende del Castello di Castelbuono| Video servizio [ilSicilia.it] Se dici Castelbuono non puoi non andare a vedere il suo imponente castello che troneggia sulla piazza. “Trinakria – Angoli segreti” la rubrica de ilSicilia.it, che racconta storie delle straordinarie bellezze culturali e architettoniche di questa meravigliosa terra, vi porta a conoscere leggende, aneddoti, storia del castello di Castelbuono attraverso i racconti del presidente […]]]> “Trinakria – Angoli segreti” racconta storia e leggende del Castello di Castelbuono| Video servizio

[ilSicilia.it] Se dici Castelbuono non puoi non andare a vedere il suo imponente castello che troneggia sulla piazza. “Trinakria – Angoli segreti” la rubrica de ilSicilia.it, che racconta storie delle straordinarie bellezze culturali e architettoniche di questa meravigliosa terra, vi porta a conoscere leggende, aneddoti, storia del castello di Castelbuono attraverso i racconti del presidente del Museo Civico, Angela Sottile.

La storia di questo castello è legata a quella della sua città e alla famiglia Ventimiglia. La leggenda racconta che “Il Conte Francesco I di Ventimiglia in una delle sue passeggiate con la moglie Costanza Chiaramonte affacciandosi su questo paesaggio soleggiato se ne sia innamorato e abbia deciso di costruire a Castelbuono il castello dei Ventimiglia” racconta Angela Sottile che continua “Ma al di là della leggenda in realtà il castello è stato costruito a scopo difensivo e quindi nasce dalla necessità dei Ventimiglia di controllare il territorio delle Madonie“.

castelloNel 1454 il castello venne trasformato da fortezza a sede principale della famiglia Ventimiglia che da Geraci si trasferirono a Castelbuono, portando con loro le reliquie del teschio di Sant’Anna, la patrona del paese, che sono custodite all’interno della cappella che fu decorata dai fratelli Giuseppe e Giacomo Serpotta, i cui splendidi stucchi, a differenza di quelli degli oratori palermitani, sono stati realizzati su fondo oro zecchino, elemento che li impreziosisce ancora di più.

Nel 1920 il castello è stato acquistato dai castelbuonesi che a seguito della decadenza dei Ventimiglia e del loro potere sul territorio è stato messo all’asta, così per non perderlo fecero una colletta popolare e lo acquistarono per ventimila lire. Questo legame così forte è rafforzato dalla presenza del Museo Civico di Castelbuono, diretto da Laura Barreca, e che racconta attraverso le sue collezioni di arte sacra, archeologica, urbanistica e contemporanea la vita passata e attuale di Castelbuono.

Ma come si sa noi siciliani siamo appassionati di leggende e ce n’è una in particolare che tocca il cuore dei castelbuonesi: “Si racconta – dice Angela Sottile – che la povera Costanza Chiaramonte prima moglie di Francesco I Ventimiglia non potendo avere figli sia stata rinchiusa in una delle stanze presenti nel primo piano del Castello e fu lasciata morire lì. La leggenda narra che il suo fantasma si aggiri all’interno di queste stanze spostandosi aprendo le porte e non attraversando le pareti perchè troppo pesante. Infatti, dice sempre la leggenda che quando fu ritrovato il corpo della donna la stanza era totalmente spoglia dei suoi mobili e questo fa pensare che fu lei a mangiarseli”.

Ma parlando di attualità c’è in cantiere un progetto molto voluto e sentito dalla comunità castelbuonese che consiste nell’abbattimento delle barriere architettoniche “Si tratta di un intervento reso possibile – afferma Angela Sottile – grazie all’interessamento e finanziamento di Fondazione con il Sud insieme al comune di Castelbuono rappresentato dall’attuale sindaco Mario Cicero, quindi l’Amministrazione e il Museo Civico stesso che si sono impegnati anche economicamente per sostenere questo progetto che parla di accessibilità e civiltà. Questo permetterà a tutti di poter visitare e conoscere il Castello dei Ventimiglia“.

Per il resto lasciamo a voi il piacere di guardare il video servizio per scoprire altre curiosità e leggende legate al castello.

]]>
http://www.castelbuono.org/trinakria-angoli-segreti-racconta-storia-e-leggende-del-castello-di-castelbuono-video-servizio/feed/ 0
MCC: domenica 29 luglio si inaugura la mostra “Raymond (AU SERVICE)” di Olaf Nicolai http://www.castelbuono.org/mcc-domenica-29-luglio-si-inaugura-la-mostra-raymond-au-service-di-olaf-nicolai/ http://www.castelbuono.org/mcc-domenica-29-luglio-si-inaugura-la-mostra-raymond-au-service-di-olaf-nicolai/#respond Sat, 21 Jul 2018 09:14:07 +0000 http://www.castelbuono.org/?p=70121 MCC: domenica 29 luglio si inaugura la mostra “Raymond (AU SERVICE)” di Olaf Nicolai OLAF NICOLAI | Raymond (AU SERVICE) un progetto a cura di Laura Barreca e Valentina Bruschi con un testo critico di Luca Lo Pinto Inaugurazione: domenica 29 luglio 2018 ore 19.00 | Museo Civico di Castelbuono (Palermo) Sala di San Giorgio dal 30 luglio-22 novembre 2018 Il Museo Civico di Castelbuono è lieto di presentare […]]]> MCC: domenica 29 luglio si inaugura la mostra “Raymond (AU SERVICE)” di Olaf Nicolai

OLAF NICOLAI | Raymond (AU SERVICE)
un progetto a cura di Laura Barreca e Valentina Bruschi
con un testo critico di Luca Lo Pinto

Inaugurazione: domenica 29 luglio 2018 ore 19.00 | Museo Civico di Castelbuono (Palermo)
Sala di San Giorgio
dal 30 luglio-22 novembre 2018

Il Museo Civico di Castelbuono è lieto di presentare l’installazione ambientale Raymond (Au Service) dell’’artista tedesco Olaf Nicolai, evento collaterale di Manifesta12, in collaborazione con Institut Francais e Goethe-Institut di Palermo, Ypsigrock Festival, Casa Museo del Sapone di Sciacca.

Si tratta di un’opera site-specific all’interno del Castello dei Ventimiglia, che comprende l’esposizione di due grandi sculture di sapone bianco, realizzate grazie alla collaborazione con la Casa Museo del Sapone di Sciacca. Le pareti dell’ambiente sono dipinte di verde, con la scritta AU SERVICE e con la rappresentazione di una grafica-simbolo concepita dall’artista. La presenza del sapone è riferita all’ossessione di Raymond Roussell per l’igiene: si dice che ne consumasse moltissimo, e che non usasse mai la stessa saponetta due volte. Il progetto è in relazione a ciò che l’artista ha realizzato per il Grand Hotel et des Palmes (all’interno del progetto Raymond, a cura di Luca Trevisani in collaborazione con Olaf Nicolai, generatore di questa mostra), ovvero dei piccoli saponi di cortesia attualmente distribuiti in modo casuale, e solo in alcune stanze dello storico albergo di Palermo.
Per Olaf Nicolai raccontare un’ossessione di Roussell corrisponde al tentativo di rimarcare un Come scrive Luca Lo Pinto, autore di un testo-manifesto pubblicato su un poster in distribuzione durante il periodo espositivo della mostra e curatore della mostra personale di Olaf Nicolai There Is No Place Before Arrival, Kunsthalle Wien (13 Luglio-7 Ottobre 2018): “Negli ultimi venticinque anni Olaf Nicolai ha prodotto opere concettuali unitamente complesse e poetiche. Sperimentando con un ampio spettro di mezzi, la sua pratica artistica mette in costante discussione il nostro modo di guardare alle cose, spingendoci a riflettere sulle modalità in cui il legame tra significato ed esperienza prende forma. È un artista che considera la relazione tra opera e spettatore come un processo dinamico. Un aspetto integrante del suo approccio metodologico è il modo in cui si confronta con il contesto in cui si ritrova a lavorare. Ne è una conferma l’installazione concepita per il Museo di Castelbuono ispirata dalla figura e dal pensiero di Raymond Roussel, intorno al quale l’artista già in passato aveva prodotto due opere”.

In occasione della 23. edizione del Festival Ypsigrock, e nello spirito di innovazione tra arti visive e musica, ancora una volta, la facciata del Castello dei Ventimiglia sarà animata da video d’artista: durante le serate dei concerti del Festival (10-12 agosto) una selezione di opere video di Olaf Nicolai saranno proiettate sulla facciata del Castello per rendere ancora più suggestiva e speciale l’esperienza tra arte e musica contemporanea a Castelbuono.
Durante il periodo espositivo si svolgeranno una serie di incontri, conversazioni, proiezioni che coinvolgeranno artisti, studiosi, giornalisti, sulla figura di Raymond Roussel per approfondire una delle personalità più interessanti e generative nella storia culturale del XXI secolo.
Il progetto è inserito all’interno del cartellone di Palermo Capitale della Cultura 2018 ed è un Evento Collaterale di MANIFESTA12 – Biennale Nomade di Arte Contemporanea.

Olaf Nicolai (1962, Halle, Germania. Vive e lavora a Berlino) dopo aver studiato lingua e letteratura tedesca all’Università di Lipsia ha iniziato la sua carriera artistica nel 1990 ed oggi è professore di scultura e basi dell’allestimento tridimensionale all’Accademia di Belle Arti di Monaco.
Le sue opere s’inseriscono nella tradizione dell’Arte Concettuale ma, allo stesso tempo, allargano il loro campo estetico a tematiche come l’economia e la tecnologia. Nel 2015 l’artista ha realizzato, Giro, la nota installazione performativa durata sette mesi sul tetto del padiglione tedesco alla Biennale di Venezia. Ha partecipato alla documenta 14 dello scorso anno con un brano radiofonico intitolato, In the Woods There is a Bird, che ha vinto il premio Karl Sczuka per Audio Drama. Nel 2013 Nicolai ha progettato un tendaggio tessile per l’aula magna della Kunsthalle Bielefeld e quest’estate ha realizzato un progetto articolato, Chant d’Amour, dove il lavoro dell’artista è posto in relazione all’architettura di Philip Johnson per la stessa Kunsthalle. Una straordinaria coincidenza di mostre quest’anno daranno una visione completa e approfondita sul complesso immaginario creativo dell’artista: il progetto alla Kunsthalle di Bielefeld (fino al 9 settembre) è presentato in parallelo ad altre due personali dedicate all’artista, una al Kunstmuseum St. Gallen (7 luglio – 11 novembre, 2018) e un’altra alla Kunsthalle di Vienna (There is No Place before Arrival, 13 luglio – 7 ottobre, 2018), insieme ai progetti speciali per il Museo Civico di Castelbuono e Carillon per il Museion di Bolzano (fino al 30 settembre 2018). Il lavoro di Olaf Nicolai è stato esposto in numerose personali e collettive, oltre a quelle già citate, anche documenta X (1997) e alla 49. e 51. Biennale di Venezia (2001 e 2005). Il suo lavoro ha ricevuto vari premi e borse di studio, tra cui Villa Massimo, Roma (1998) e Villa Aurora, Los Angeles (2007). Molte delle sue opere si trovano in collezioni pubbliche, come quella del Museum of Modern Art, New York e la Friedrich Christian Flick Collection, Berlino.

Luca Lo Pinto è curatore presso la Kunsthalle di Vienna e co-fondatore della rivista e casa editrice NERO.

Si ringrazia Alessandro Mazzotta della Casa Museo del Sapone di Sciacca per la preziosa collaborazione al progetto di Olaf Nicolai. www.casamuseodelsapone.it
Il Museo Civico di Castelbuono ringrazia i propri partner per il sostegno alle attività culturali: Azienda Fiasconaro, Fecarotta Antichità, Grand Hotel et Des Palmes, The Hotel Sphere, Palermo, Paradiso delle Madonie, Castelbuono, Villa Catalfamo, Cefalù.
Si ringrazia inoltre la Tipografia C.P.R. di Luca Ciccia e l’Azienda Vinicola Coppola 1971 per la preziosa collaborazione.

Informazioni:
Titolo: Raymond (Au Service)
Artista: Olaf Nicolai
Curatrici: Laura Barreca, Valentina Bruschi
Testo critico: Luca Lo Pinto
Inaugurazione: domenica 29 luglio 2018, ore 18
Durata mostra: 30 luglio – 22 novembre 2018

]]>
http://www.castelbuono.org/mcc-domenica-29-luglio-si-inaugura-la-mostra-raymond-au-service-di-olaf-nicolai/feed/ 0
Il Museo Civico presenta “Raymond Controfigura”. Una mostra ideata e orchestrata da Luca Trevisani http://www.castelbuono.org/il-museo-civico-presenta-raymond-controfigura-una-mostra-ideata-e-orchestrata-da-luca-trevisani/ http://www.castelbuono.org/il-museo-civico-presenta-raymond-controfigura-una-mostra-ideata-e-orchestrata-da-luca-trevisani/#respond Fri, 20 Jul 2018 10:43:53 +0000 http://www.castelbuono.org/?p=70113 Il Museo Civico presenta “Raymond Controfigura”. Una mostra ideata e orchestrata da Luca Trevisani [*Scroll for English] Raymond Controfigura Una mostra ideata e orchestrata da Luca Trevisani Opening DOMENICA 29 luglio, ore 19.00 Museo Civico di Castelbuono Piazza Castello, 90013 Castelbuono Fino al 22 novembre 2018 con: Lucia Amara, Meris Angioletti, Gianfranco Baruchello, Lupo Borgonovo, Francesco Cavaliere, Maurice Florence, Kinkaleri, Amedeo Martegani, Christoph Meier, Ute Müller, Fabio Quaranta, Luca […]]]> Il Museo Civico presenta “Raymond Controfigura”. Una mostra ideata e orchestrata da Luca Trevisani

[*Scroll for English]

Raymond Controfigura
Una mostra ideata e orchestrata da Luca Trevisani
Opening DOMENICA 29 luglio, ore 19.00
Museo Civico di Castelbuono
Piazza Castello, 90013 Castelbuono
Fino al 22 novembre 2018

con: Lucia Amara, Meris Angioletti, Gianfranco Baruchello, Lupo Borgonovo, Francesco Cavaliere, Maurice Florence, Kinkaleri, Amedeo Martegani, Christoph Meier, Ute Müller, Fabio Quaranta, Luca Vitone

Il Museo Civico di Castelbuono presenta “Raymond Controfigura”, una mostra collettiva ideata da Luca trevisani che riunisce autori internazionali di diverse discipline e background attorno alla figura di Raymond Roussel. Il progetto è in collaborazione con Fondazione per l’Arte onlus, risultato vincitore della seconda edizione del progetto Italian Council 2017, bando di concorso ideato dalla Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane (DGAAP) del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, per promuovere l’arte contemporanea italiana a livello internazionale. La mostra è un evento collaterale di Manifesta 12, ed è inserita nel cartellone ufficiale di Palermo Capitale della Cultura 2018.

Raymond Controfigura è un viaggio nel linguaggio di Raymond Roussel, poeta francese, romanziere, drammaturgo, musicista, eccentrico presidente della “Repubblica dei Sogni” e nasce come la continuazione, l’espansione e lo sviluppo di Raymond, progetto di Luca Trevisani e Olaf Nicolai ospitato dal Grand Hotel et Des Palmes di Palermo, in corso fino a novembre 2018.

All’interno del Castello di Ventimiglia prende vita un ambiente labirintico, fatto di oggetti, suoni, odori, specchi e immagini in movimento. Come nei romanzi rousselliani, anche qui tutto è sdoppiato, ripetuto, ritrovato e riscoperto. Raymond Roussel ha inventato delle “macchine da linguaggio” che non hanno nessun altro scopo se non quello di evidenziare il profondo rapporto che questo, in ogni sua forma, intrattiene, scioglie, riprende, e indefinitamente ripete, con la vita e con la morte. Questa è l’eredità più profonda, radicale e attuale che lo scrittore ci ha lasciato.

Il linguaggio riflette se stesso e dispone di un solo potere: quello di far nascere in sé la propria immagine, in un gioco di ripetizioni che, da parte sua, non ha limiti. Raymond Controfigura si propone di esplorarlo partendo dagli oggetti di Maurice Florence, Ute Müller e Fabio Quaranta, dai lavori di Lupo Borgonovo e Luca Vitone, dai disegni di Meris Angioletti, dalle ripetizioni di Amedeo Martegani, da tortuosi labirinti in prosa e in versi di Francesco Cavaliere, dal Radiodramma di Lucia Amara e Kinkaleri, per disegnare traiettorie invisibili e invitare il visitatore a un viaggio sonoro, letterario, onirico. Opere bi e tridimensionali, sonore e filmiche convivono in un dialogo virtuoso, costruendo una situazione spaziale, un ritmo, una coreografia discreta.

Alcuni oggetti raccontano il legame con il progetto realizzato al Grand Hotel et Des Palmes: prove e bozze d’autore del libro Via Roma 398 Palermo, edito da Humboldt Books, e una serie di oggetti provenienti dall’hotel, sono inseriti all’interno della mostra per esplicitare e rafforzare il legame concettuale, territoriale e sinergico tra il Museo, la sua sede, e l’evento prodotto a Palermo in occasione di Manifesta 12.

Come previsto dal bando promosso dall’Italian Council, al termine del progetto un nucleo di opere realizzate dall’artista Luca Trevisani entrerà a far parte della collezione permanente del Museo Civico di Castelbuono.

Durante il periodo espositivo si svolgeranno una serie di incontri, conversazioni, proiezioni che coinvolgeranno artisti, studiosi, giornalisti, sulla figura di Raymond Roussel per approfondire una delle personalità più interessanti e generative nella storia culturale del XX e XXI secolo, in collaborazione con l’Institut Français di Palermo.

Luca Trevisani (Verona, 1979, vive e lavora a Milano, Berlino e Palermo) porta avanti una ricerca che spazia fra la scultura e il video, e attraversa discipline di confine come le arti performative, quelle grafiche, il design, il cinema di ricerca o l’architettura. Nelle sue installazioni le caratteristiche storiche della scultura sono interrogate se non addirittura sovvertite. Caratteristica delle sue opere è l’instabilità, una condizione evolutiva magnetica e mutante che espande e contrae senza sosta i confini fra ogni singolo elemento dell’opera e l’ambiente, che diventa ora irradiato, ora protagonista indiscusso. Ha ottenuto premi e mostre in importanti centri d’arte e musei, tra i quali, MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo, Roma; MACRO – Museo d’Arte Contemporanea Roma; Magasin, Grenoble; la Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia; Manifesta7; Museion, Bolzano; Museum of Contemporary Art, Tokyo; Daimler Kunstsammlung, Berlino; CCA Andratx, Maiorca; Giò Marconi, Milano; Mambo, Bologna; Mehdi Chouakri, Berlino; Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino. Ha pubblicato i libri The effort took its tools (Argobooks, 2008), Luca Trevisani (Silvana editoriale, 2009) e The art of Folding for young and old (Cura Books, 2012) e Via Roma, 398 (Humboldt Books, 2018).

Il Museo Civico di Castelbuono ringrazia i propri partner per il sostegno alle attività culturali: Azienda Fiasconaro, Fecarotta Antichità, Grand Hotel et Des Palmes, The Hotel Sphere, Palermo, Paradiso delle Madonie, Castelbuono, Villa Catalfamo, Cefalù. Si ringraziano inoltre tutti gli artisti e Maria Giovanna Virga per il coordinamento del progetto a Palermo e Castelbuono. Si ringrazia inoltre l’Azienda Vinicola Coppola 1971 per la preziosa collaborazione.

Informazioni:

Titolo: Raymond Controfigura

A cura di: Luca Trevisani

Inaugurazione: domenica 29 luglio 2018, ore 19

Durata mostra: 30 luglio – 22 novembre 2018

E-mail progetto Raymond: raymond.hoteldespalmes@gmail.com

Sito web progetto Raymond: raymond2018.com

Orario estivo (in vigore dal 1 aprile al 30 settembre) dal lunedì a domenica: 09.30 – 13.00 / 15.00 – 18.30

Biglietto: intero € 5,00; ridotto € 3,00 (adulti oltre i 65 anni e ragazzi dagli 8 ai 18 anni, scolaresche e gruppi superiori a 12 persone, soci Touring club, altre convenzioni); ridotto € 2.00 residenti e nati a Castelbuono, altre convenzioni; gratuito per bambini fino a 7 anni d’età, portatori di handicap con accompagnatore, docenti e guide turistiche che accompagnano gruppi, studenti delle Facoltà di Arte e Architettura, membri ICOM, giornalisti accreditati.

Museo Civico di Castelbuono

Castello dei Ventimiglia, Piazza Castello – 90013 Castelbuono (PA);

T. +39 0921671211

info@museocivico.eu
www.museocivico.eu

Ufficio stampa

Maddalena Bonicelli

maddalena.bonicelli@gmail.com +39 335 6857707

ENG

Raymond Controfigura
An exhibition conceived and orchestrated by Luca Trevisani
Opening Sunday July 29th, ore at 7.00 pm
Museo Civico di Castelbuono
Piazza Castello, 90013 Castelbuono
Until November 22 nd 2018

with: Lucia Amara, Meris Angioletti, Gianfranco Baruchello, Lupo Borgonovo, Francesco Cavaliere, Maurice Florence, Kinkaleri, Amedeo Martegani, Christoph Meier, Ute Müller, Fabio Quaranta, Luca Vitone

The Museo Civico of Castelbuono presents, Raymond Controfigura, a group show conceived by Luca Trevisani, that brings together international artists from different disciplines and backgrounds around the figure of Raymond Roussel. The project is in collaboration with the Fondazione per l’Arte onlus, Rome and is recipient of the second edition of the Italian Council 2017, a completion notice aimed at promoting Italian contemporary art internationally, devised by the Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane (DGAAP) office of the Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo. The exhibition is a collateral event of Manifesta 12 and is part of the official calendar of Palermo Capitale della Cultura 2018.

Raymond Controfigura is a voyage in Raymond Roussel’s imaginary. He was a French poet novelist, dramatist, musician, eccentric President of the “Republic of Dreams”. This exhibition was elaborated as a continuation, expansion and development of Raymond, the project by Luca Trevisani and Olaf Nicolai hosted at the Grand Hotel et Des Palmes of Palermo, ongoing until November 2018. 

A labyrinthine and discreet environment takes shape within the Ventimiglia Castle, made of objects, sounds, smells, mirrors and moving images. As in Roussel’s novels, here too everything is split, repeated, rediscovered and found again. The recurrence of works and devices underlines the arbitrariness of the language with which we look at the world. Raymond Roussel invented language machines that had no other purpose than to highlight the profound relationship that every language entertains, melts, resumes and indefinitely repeats with life and death. This is the deepest, radical and contemporary legacy that the writer has left us. Language reflects itself, it meets something like a mirror and has only one power: that of giving birth to its own image, in a game of repetitions that has no limits. Raymond Controfigura proposes to explore the labyrinth starting from the objects by Maurice Florence, Ute Müller, and Fabio Quaranta, the artworks by Lupo Borgonuovo and Luca Vitone, the drawings by Meris Angioletti, the repetitions by Amedeo Martegani, the winding mazes in prose and verses by Francesco Cavaliere, the Radiodrama by Lucia Amara and Kinkaleri. All these interventions draw invisible trajectories and invite the visitor to a literary and resounding dreamlike voyage. Two and three-dimensional creations together with sound works and films
coexist in a virtuous dialogu
e, building a spatial environment, a rhythm, a discreet choreography.

Some objects talk about the link with the project created at the Grand Hotel et Des Palmes: sketches and artist’s drafts of the book Via Roma 398 Palermo, published by Humboldt Books, and a series of objects coming from the hotel are included in the exhibition to explain and strengthen the conceptual, territorial and synergic link between the Museum, its headquarters, and the event produced in Palermo on the occasion of Manifesta 12.

As required by the completion notice of the Italian Council, at the end of the project a nucleus of works created by the artist Luca Trevisani will become part of the permanent collection of the Museo Civico, Castelbuono. 

During the period of the exhibition, the Museum will host a series of talks, conversations and screenings to study the figure of Raymond Roussel, involving artists, scholars, journalists, in collaboration with the Institut Français of Palermo, in order to deepen the knowledge of one of the most interesting and generative personalities in the cultural history of the XX and XXI century.

The Museo Civico of Castelbuono wishes to thank its partners for supporting the cultural activities of the institution: Azienda Fiasconaro, Fecarotta Antichità, Grand Hotel et Des Palmes, The Hotel Sphere, Palermo, Paradiso delle Madonie, Castelbuono, Villa Catalfamo, Cefalù. We also thank all the artists and Maria Giovanna Virga for the coordination of the project in Palermo and Castelbuono. We also thank Coppola 1971 for the precious collaboration.

Luca Trevisani (Verona, 1979, lives and works in Milan, Berlin and Palermo) pursues research that range from sculpture to video, and crosses border disciplines such as the performing arts, graphics, design, experimental cinema or architecture. In his installations the historical characteristics of sculpture are questioned, if not actually overturned. A characteristic of his works is instability, a magnetic and changing evolutionary condition which, without pause, expands and contracts the borders between each single element of a work and the environment, which at times becomes irradiated and, at times, the undisputed protagonist. He has received awards and exhibitions in important centres for art and museums like, MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo, Roma; MACRO – Museo d’Arte Contemporanea Roma; Magasin, Grenoble; International Architecture Exhibition of la Biennale di Venezia; Manifesta7; Museion, Bolzano; Museum of Contemporary Art, Tokyo; Daimler Kunstsammlung, Berlin; CCA Andratx, Mallorca; Giò Marconi, Milan; Mambo, Bologna; Mehdi Chouakri, Berlin; Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Turin. He has published the following books; The effort took its tools (Argobooks 2008), Luca Trevisani (Silvana Editoriale 2009) and The art of Folding for young and old (Cura Books 2012) and Via Roma, 398 (Humboldt Books, 2018).

Information:

Title: Raymond Controfigura

Curated by: Luca Trevisani

Opening: Sunday July 29th 2018 at 7.00 pm

Dates: July 30 – November 22 2018

Email of Raymond project: raymond.hoteldespalmes@gmail.com

Website of Raymond project: raymond2018.com

Summer opening times (from April 1st to September 30th) from Monday to Sunday: 09.30 am – 1.00 pm / 3.00 pm – 6.30 pm

Tickets: full € 5,00; reduced € 3,00 (adults over 65 and youngsters 8 to 18 years old, schools and groups of over 12 people, Touring club members Touring club and other agreements); € 2.00 residents and people born in Castelbuono; free for children up to 7 years of age, differently abled and their caregivers, teachers and tourist guides accompanying groups, students of the Faculties of Art and Architecture, ICOM members, accredited journalists.

Museo Civico di Castelbuono

Castello dei Ventimiglia, Piazza Castello – 90013 Castelbuono (PA);

T. +39 0921671211

info@museocivico.eu
www.museocivico.eu

Press Office

Maddalena Bonicelli

maddalena.bonicelli@gmail.com +39 335 6857707

 
 
]]>
http://www.castelbuono.org/il-museo-civico-presenta-raymond-controfigura-una-mostra-ideata-e-orchestrata-da-luca-trevisani/feed/ 0