“Tirati a lucido”, in PUTIA un workshop sull’autoproduzione di libri

By on 16 marzo 2017

“Tirati a lucido” | Come fabbricare un’edizione, stampata e rilegata manualmente

Continuano le iniziative di PUTIA art gallery che, dopo il grande successo riscontrato con la mostra “impossibile” di Bruno Munari – visitabile fino al 2 aprile – propone un workshop di due giorni, il week-end del 25 e 26 marzo, che prende spunto proprio dalle opere del maestro.
Il laboratorio sarà condotto dall’artista Stefania Arcieri, – in arte Les Oies – siciliana, emigrata in Francia, disegnatrice, illustratrice e serigrafa. Il suo lavoro trova forza nel concetto del “Do-it-yourself”, cioè dell’auto-produzione delle stampe e dei libri. Questo sarà infatti l’oggetto del workshop, che culminerà nella creazione di un proprio libro, progettato insieme, stampato e rilegato a mano.

Ispirandosi ai libri di Bruno Munari, presenti all’interno della mostra a lui dedicata in PUTIA, sarà realizzata un’edizione a tiratura limitata a partire da una carta traslucida.
La carta può raccontare delle storie senza che vi siano stampate sopra delle parole. Una carta blu o nera può suggerire una storia notturna; una carta bianca trasformarsi in un paesaggio innevato.
E cosa potrebbe raccontare un libro di carta trasparente?
Le suggestioni derivate dalle caratteristiche della carta saranno il punto di partenza per progettare la forma e il contenuto di un piccolo libro, in un percorso che, per mezzo di diverse tappe, condurrà alla realizzazione di un’opera collettiva.

Il workshop è aperto a tutti coloro che abbiamo curiosità di scoprire il mondo dell’auto-produzione. Non è richiesta alcuna competenza specifica, proprio perchè la diversificazione del pubblico garantirà una migliore riuscita del progetto, arricchendolo di contributi e punti di vista diversi.

Programma:

sabato 25 marzo, 10,30/13 – 14,30/18

– Presentazione di alcuni lavori selezionati dell’artista Stefania Arcieri;
– Presentazione del workshop e breve introduzione sul libro d’artista, sul suo legame col mondo della controcultura, le fanzines, le graphzines e la serigrafia;
– Studio dei libri di Bruno Munari e di altri eventualmente portati dagli stessi partecipanti;
– Progettazione dell’edizione e disegno (ritaglio di silhouettes in cartone per sostituire l’impressione dei telai).

domenica 26 marzo, 10,30/13 – 14,30/18

– Disposizione dei ritagli di cartoncino sul prototipo
– Stampa in serigrafia del libro in tiratura limitata
– Rilegatura a mano
– Conclusione

Per poter sostenere l’iniziativa è necessaria una quota di partecipazione di 40 euro a persona.
Numero massimo di iscritti: 12 persone
Sconto del 20% per gli artisti/artigiani di PUTIA (iscrizione 30 euro)

Sponsor tecnico del progetto è Studio Bruswood, nato nel 2016 da un’idea degli artisti Luca John Nash e Jessica Adamo, che si occupa di illustrazione, grafica, editoria indipendente e serigrafia.

Inoltre, l’iniziativa è in convenzione con le Case Spazioscena, che applicheranno una scontistica particolare ai partecipanti in trasferta.

Per info sulla convenzione:

+39 3339474204
info@casespazioscena.com

TARGET: adulti e ragazzi (+10)
Insegnanti che possono riproporre l’attività ai propri alunni
Illustratori che vogliono approfondire il concetto di stampa fatta a mano e di libro d’artista
Curiosi che vogliono sperimentare le possibilità della carta
Appassionati di storie e di libri

Info e prenotazioni:
(E’ indispensabile prenotare entro mercoledì 22 marzo)

info@putia.eu
+39 329 45 68 226

***
Stefania Arcieri | Les Oies

Stefania Arcieri, in arte Les Oies, vive e lavora tra la Francia e l’Italia come disegnatrice, illustratrice e serigrafa.
La carta è sempre stata il suo materiale preferito, con cui poteva realizzare qualsiasi cosa le suggerisse la sua immaginazione: quaderni, marionette, cinema, astronavi o mongolfiere.
Ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Palermo e L’École Superieure d’art di Cambrai (Francia).
Oggi continua a realizzare oggetti di carta stampata, piegata, incollata e rilegata: libri, fanzine e ogni sorta di multiplo tentando di conservare l’aspetto infantile e onirico sia nel disegno che nella progettazione editoriale.
Collabora con diversi progetti di microeditoria e autoproduzione: Le Cagibi (Francia), Studio Brushwood (Palermo), Le 38 Quai de Notre-Dame (Tournai, Belgio), Edizioni Precarie (Palermo), Banzaii (Montpellier, Francia), Les Editions Terriennes (Toulouse, Francia).
Ha disegnato per Zanichelli, Barrémag (Saint Etienne, Francia), Soft Revolution, Il Sud Magazine (Palermo), Pot-pourri magazine (Palermo).

A proposito di Redazione

La Redazione di Castelbuono.Org, deus ex machina del progetto sin dal 2007, coordinata da Michele Spallino.

Per continuare ad usare il sito, accetta i cookies. Leggi la cookie policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close